ULTIM'ORA

13-Ottobre 1972.I sopravvissuti delle Ande

Fonte : Raistoria

Un Fokker Fairchild FH-227D della Fuerza Aerea Uruguayana, in volo per Santiago del Cile si schianta su un roccione delle Ande, perdendo un’ala e, successivamente, l’altra. Delle quarantacinque persone a bordo, diciotto muoiono nel disastro. In undici perdono la vita successivamente per il freddo, gli stenti e le ferite. Dopo settimane di stenti, in cui i sedici superstiti si cibano dei corpi dei compagni, due dei sopravvissuti, Roberto Canessa e Ferando Parrado, attraversano a piedi le Ande per cercare i soccorsi, che arrivano dopo 72 giorni dalla tragedia. Ormai nel Paese si erano completamente perse le speranze di ritrovare qualche sopravvissuto.

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: