ULTIM'ORA

Bottega vs Supermarket. Al centro commerciale non è tutto oro quel che luccica…

L’aria condizionata fresca d’estate e calda d’inverno, spettacoli, maschere, playstation a disposizione dei bambini,lotterie.

Siamo al luna park? Ma no! siamo in un tipico centro commerciale. Ma perchè dove in teoria si deve solo comperare il necessario troviamo tutti questi svaghi?Mai sottovalutare la noia della gente, e poi vuoi mettere un posto con musica e luccicante? Vedi come abbocchiamo… Sotto casa se mi va bene gli offrono una caramella al mio bambino e a me viene via una chiacchierata gratis…

Apriamo un pò gli occhi però ragazzi! provo a mettervi qualche pulce nell’orecchio. Buona Lettura.

Trucchi da Centro commerciale :

Golosità appena siamo entrati.

 

Nei supermercati soprattutto, pane e piccoli dolci farinacei si trovano all’ingresso: questo aumenta la golosità del cliente che, appena entrato, ha un livello di propensione all’acquisto maggiore. E se riesce a contenersi e a non acquistare qualcosa, gli rimarrà – per tutta la durata dell’esperienza di acquisto – il “tarlo” del dolcetto o del pane fresco fino all’ultimo.

 

 

 

 

 

Posizione a portata d’occhio…

 

 

In un negozio di abbigliamento o in un centro commerciale, la posizione dei prodotti è fondamentale e studiata nei minimi dettagli. La merce preferita dai consumatori, per esempio, si trova sempre all’altezza degli occhi del cliente tipo, proprio per invogliarlo a “far cadere l’occchio” proprio lì. Lo stesso vale per i clienti più piccoli: per i i prodotti per bambini, infatti, la posizione è molto più bassa.

 

 

 

 

La prova del tatto.

 

 

Molti negozi (le grandi catene e i nomi internazionali, soprattutto), consentono che il cliente tocchi i vari prodotti, anzi addirittura incentivano l’esperienza lasciano la merce su grandi tavoli e mensole cui chiunque può accedere. Questo innalza il desiderio di comprare e la disposizione del cliente verso il nome del negozio stesso.

 

 

 

 

Non solo SALDI.

 

 

Non solo saldi: i grandi negozi utilizzano un altro escamotage per indurre a comprare di più. Leincredibili offerte e i metà prezzo in edizione limitata sono un ottimo richiamo per il cliente in cerca di acquisti. Questo, infatti, nel comprare è influenzato dall’idea che forse, domani, quell’offerta non ci sarà più. Magari neanche mi serve ma <<Meglio comprare oggi!>>

 

 

 

 

Ultimi trucchi alla cassa!

 

 

Nei supermercati come nei negozi di abbigliamento o di design, le piccole tentazioni (caramelle e cioccolata, accessori e cover, piccoli oggetti poco funzionali ma esteticamente invoglianti) si trovano poco prima delle casse, proprio dove si forma la coda di clienti, pronti a pagare. Questi prodotti, invogliano moltissimo gli acquirenti, e la condizione in cui ci si trova (si è fermi in attesa) influisce notevolmente nel darsi una risposta al fatidico: “Lo compro o no?“.

 

 

 

Carta “infedeltà”.

 

 

L’ultimo grande trucco, preziosissimo per le attività commerciali di tutti i generi. Questa piccola carta, infatti, vi consente di beneficiare di servizi appositamente studiati, tra cui sconti speciali, che invogliano alla registrazione. In cambio, all’attività, fornite un bagaglio di informazioni personali enorme, con cui è possibile tracciare le vostre abitudini, gli acquisti più gettonati, il budget di spesa medio e molte altre informazioni ancora.

 

 

 

Insomma, a conti fatti, dopo tutto quello che vi ho detto dovreste aver capito che i centri commerciali non sono proprio il diavolo ma dovreste preferirli alla bottega del vostro paese solo se il vostro negoziante sotto casa vi sta proprio sulle scatole!

Alla prossima.

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: