ULTIM'ORA

#Part2.Un valoroso soldato brembillese con una pallottola nella schiena

Sono passati più di 70 anni da quando Andreino Fantini (Brembillese classe 1923) fu ferito alla schiena da un proiettile in Jugoslavia, il nostro compaesano era uno degli oltre 400.000 soldati italiani internati nei territori dei Balcani e che, dopo l’armistizio dell’ 8 settembre 1943, furono disarmati e fatti prigionieri dall’esercito tedesco. Andreino e i suoi compagni non aderirono alla Repubblica sociale di Salò, al contrario molti di essi decisero di unirsi con i partigiani jugoslavi del maresciallo Tito tra cui il nostro Andreino.

Ascoltiamo dalla sua viva voce la seconda parte dell’intervista che l’Associazione Nazionale Partigiani Italiani a raccolto nel 2011.

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: