ULTIM'ORA

8 novembre 1895-Nascono i raggi x

Oggi è il 125° anniversario della nostra “radiografia”.I raggi X vennero scoperti infatti dallo scenziato tedesco Wilhelm Röntgen,e da allora vengono utilizzati in radiologia ed in medicina come strumento per esaminare a fondo il corpo umano,in particolari le articolazioni e la massa toracica,per scoprire la conformazione ossea ed in particolare per individuare fratture,incrinazioni e alterazioni del tessuto osseo.

In fisica i raggi X (o raggi Röntgen) sono quella porzione di spettro elettromagnetico con lunghezza d’onda compresa approssimativamente tra 10 nanometri (nm) e 1/1000 di nanometro (1 picometro).

Raggi X con una lunghezza d’onda superiore a 0,1 nm sono chiamati raggi X molli. A lunghezze minori, sono chiamati raggi X duri. I raggi X duri si affiancano ai raggi gamma, più energetici, ma vengono distinti da essi a seconda della loro origine: i fotoni X sono prodotti da variazioni della cinetica degli elettroni, mentre quelli gamma da transizioni e decadimenti all’interno di un nucleo atomico (origine nucleare), o dall’annichilazione di un positrone e di un elettrone.

I raggi X sono usati principalmente per fini medici (attraverso le radiografie), nell’analisi chimica con la spettrofotometria XRF e nell’analisi della struttura dei materiali con la cristallografia a raggi X e con la spettroscopia di assorbimento dei raggi X. Le ricerche puntano a visualizzare strutture in vivo sempre più minute e in laboratorio si riesce a raggiungere risoluzioni di 62 nanometri.[1]

I raggi X hanno un potere di penetrazione molto elevato: solo spessori dell’ordine dei centimetri di piombo o delle decine di centimetri di calcestruzzo possono fermarli. (wikipedia)

 

images mano-raggi x

 

Informazioni su diego80 (1980 Articoli)

Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus

Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: