ULTIM'ORA

Scontro tra partigiani e fascisti in un’osteria a Brembilla

Capitano Aldo Resmini

Maria Todeschini, classe 1924 racconta i tragici fatti della rappresaglia fascista a Brembilla del 1944 in cui vennero uccisi Offredi Vincenzo, Pesenti Lorenzo e Vanotti Bortolo.

“I fascisti sono entrati in un’osteria di Brembilla dove c’erano i partigiani, e hanno avuto la peggio. Successivamente un’armata di fascisti ha ucciso per rappresaglia l’oste, ma dell’osteria sbagliata. Poi sono andati a Gavazzone e hanno messo contro il muro tutti gli uomini. Sono entrati nella casa del suocero di Maria e aprendo un cassetto della cucina hanno trovato le sue medaglie al valore. Lo lasciano andare e con lui anche tutti i suoi amici.”

Per approfondire questa vicenda consigliamo il bellissimo libro, uscito in più edizioni, “La resistenza in Valle Brembana e zone limitrofe” scritto da Tarcisio Bottani, Giuseppe Giupponi (Fuì) e Felice Riceputi.

 

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: