ULTIM'ORA

Lettere dalla Grande Guerra. Vito Milesi di Brembilla

Liberamente tratto da “Cronache di fatti,luoghi e persone della Valle Brembana nella Grande Guerra” di Diego e Osvaldo Gimondi.

Vito Milesi di Brembilla nel 1915 scrive al suo parroco :

“Qui sulle cime dei monti appena redenti il mio pensiero torna di frequente al mio caro paese beandosi delle persone che tanto amo. La prego a continuare a pregare per me affinchè, dopo aver combattuto per la Patria, torni in famiglia a rivedere i miei cari. Ora sono passato attendente del Rev. Sig. curato Gamba Don Pietro. Sono contentissimo di questa mia nuova carica. Da tempo siamo in terra irredenta ed abbiamo fatto delle avanzate senza tirare una schioppettata. Però il cannone tuona vicinissimo senza però colpire alcuno”

1 Commento su Lettere dalla Grande Guerra. Vito Milesi di Brembilla

  1. 26 marzo 2016 Alessandro Pellegrini, chi era Vittorio Antonio Milesi”mucì”? era figlio di Vito e Milesi Caterina abitavano in via Rizzi, era nato il 27 gennaio 1870, apparteneva al 78° Reggimento Fanteria alla 7 compagnia, morirà il 15 giugno 1916 a Cormons Goriziana all’ospedale da campo n° 219 per setticemia da ferite multiple alla scapola destra.
    Chi era don Pietro Gamba il cappellano militare che Vito faceva l’attendente, era il novello curato di Cadelfoglia, che si addestrava al tiro a segno di Brembilla prima dell’inizio della guerra.

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: