ULTIM'ORA

Storia non Leggenda.Presentazione reperti del Castello della Regina

Ieri , 9 Dicembre, si è svolta presso la sala conferenze V.A.B. a Brembilla un’interessante serata in cui, alla presenza di vari storici e archeologi , sono stati presentati al pubblico i reperti trovati dagli amici del Gruppo Sentieri presso la cima del Castello della Regina.

Durante la serata sono state proposte interessanti ipotesi circa l’esistenza di un’antica via di comunicazione passante proprio dal Castello della Regina, la cui guarnigione di ben 8 uomini parrebbe proprio giustificare il valore strategico di quella postazione. E’ stata inoltre ribadita la presenza in tutta la valle Brembana di numerose fortificazioni testimoniata anche dall’attuale toponomastica, sono infatti parecchi ancora ad oggi le frazioni o i borghi chiamati Torre, Torri, Castello, Castel etc.

I reperti sono stati studiati, catalogati e musealizzati dai tecnici della soprintendenza dei beni culturali di Bergamo. Ora i reperti verranno consegnati e resi disponibili a tutti presso il museo della Valle di Zogno. Per chi volesse approfondire questo appassionante tema invitiamo tutti a leggere il bellissimo libretto preparato nel 2003 dal Gruppo Sentieri Amici della Storia in occasione del 600 esimo anniversario dalla distruzione del Castello della Regina

20151209_205020

Da Sx Professor PierGennaro Federico, Ing. Damiano Zambelli Sindaco di Val Brembilla e Oliviero Carminati del Gruppo Sentieri Amici della Storia.

20151209_214649

Un giovane appassionato di storia interroga gli studiosi.

20151209_215524

La curatrice degli studi, la Dott.ssa Donatella di Ciaccio, risponde alle domande del pubblico.

Top-001_OK

Top-002

 

 

2 Commenti su Storia non Leggenda.Presentazione reperti del Castello della Regina

  1. alessandro Pellegrini Bella serata, rimarrà nella storia del nostro paese, pubblico interessato, attento e curioso. la serata ha avuto il merito di ribadire e approfondire, sulla presenza del castello di Cornalba, è un bel passo avanti nel ricostruire e certificare un pezzo della nostra storia, e’ un dovere che abbiamo tutti, lasciare segni alle attuali e future generazioni brembillesi. Grazie ai partecipanti, a tutti quelli che hanno contribuito nell’organizzare la serata,agli storici invitati e alle istituzioni presenti. La Val Brembilla ha bisogno di serate come queste poiché abbiamo molte cose ancora da scoprire sul nostro territorio.

  2. Grazie Sandro. Grazie per il bel commento e per l’organizzazione di questa serata.Non è certo facile organizzare un’incontro di così alto profilo e riuscire a coinvolgere anche un folto pubblico. Il valore di queste serate è tanto inestimabile quanto difficilmente misurabile, riescono infatti a rinsaldare e fortificare il senso di appartenenza al nostro territorio e la sua conoscenza e la sua cura.

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: