ULTIM'ORA

3 gennaio 1982-Televisione,nasce Italia 1

Oltre a Rai 1,capostipite della Tv italiana,oggi è anche il compleanno di Italia 1,il secondo canale Mediaset dedicato ai giovani con una programmazione a loro dedicata.Nacque 34 anni fa dall’idea dell’editore Edilio Rusconi,come supporto a livello nazionale  di varie emittenti regionali,tra cui spiccavano la milanese  Antenna Nord(vera progenitrice dell’emittente) e Quinta Rete,che trasmetteva nella capitale.

Il 6 settembre 1982 Rusconi firma un accordo di collaborazione con Silvio Berlusconi proprietario di Canale 5 incentrato soprattutto su una politica comune nella gestione dei tetti pubblicitari ma anche sull’utilizzo comune della rete di alta frequenza e lo scambio di alcuni programmi.

Tuttavia il 30 novembre dello stesso anno il gruppo Rusconi è costretto a cedere per circa 29 miliardi di lire la rete a Berlusconi, che la fonderà con la società “Rete 10”, di sua proprietà, per fondare la nuova Italia 1, seconda rete Fininvest rivolta ad un pubblico giovane e maschile.

Storia

Pre-Mediaset

Il nascente canale nazionale rusconiano inizia la sua programmazione a mezzogiorno, con uno spazio dedicato ai ragazzi nel quale vengono trasmesse alcune serie di anime come Lady Oscar e Lalabel e alcuni telefilm di successo come la serie originale di Star Trek, nel primo pomeriggio la linea viene ceduta alle emittenti regionali per poi ripartire su scala nazionale con telefilm e, in pieno pomeriggio, con il contenitore di cartoni animati Bim Bum Bam (all’interno del quale vengono proposte numerose serie di cartoni animati prevalentemente americane, europei e giapponesi come I Puffi, Tom e Jerry, Chobin, il principe stellare, Sport Billy, Hello Spank, Lo scoiattolo Banner, La banda dei ranocchi,Arrivano i Superboys). In tardo pomeriggio la linea torna alle emittenti locali e dopo un’ora viene proposto un telefilm (come il ciclo Paper Moon). In prima serata vengono trasmessi generalmente due film e un telefilm. La rete offre inoltre molto spazio allo sport con programmi incentrati su calcio, boxe, basket e automobilismo, tra cui Grand Prix di Andrea De Adamich.

Tra le serie trasmesse in prima serata troviamo Falcon Crest, Kojak, La grande vallata, Project UFO, Mork & Mindy. Il 23 aprile 1982 viene reso ufficiale l’accordo tra il Gruppo Rusconi e il network americano CBS per l’assistenza tecnica e lo scambio di programmi.

Tuttavia a pochi mesi dalla sua accensione su scala nazionale, i conti del canale iniziano ad arrancare soprattutto a causa degli esosi costi di gestione degli impianti di trasmissione a cui un editore di carta stampata come Rusconi probabilmente non era abituato, ma anche a causa dell’aggressiva politica pubblicitaria attuata dal principale network concorrente, Canale 5. In effetti la rete di Rusconi si appoggiava a una concessionaria esterna per la gestione degli spazi pubblicitari, la Publikompass, mentre il canale di Berlusconi poteva contare su una concessionaria propria, Publitalia, che personalizzava in modo più flessibile i pacchetti pubblicitari in base ai clienti al limite del dumping.

Dopo l’acquisto di Berlusconi.

Nei primi anni di trasmissione il canale propone un misto di intrattenimento leggero, film, telefilm e sport. Tra i primi grandi show trasmessi in prima serata Beauty Center Show, in onda la domenica con la coppia Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, coadiuvata da Barbara Bouchet e Ric e Gian Folies, in onda il lunedì con i comici Ric e Gian, coadiuvati da Edwige Fenech.

Nel 1983 la rete acquista grande notorietà grazie all’innovativo Drive In, trasmissione cult degli anni ottanta condotta da Gianfranco D’Angelo ed Ezio Greggio, insieme a tanti comici come Enrico Beruschi, e soubrette tra cui Carmen Russo. Lo show curato da Antonio Ricci registra subito un boom di ascolti con punte di oltre otto milioni di spettatori e lancia un linguaggio televisivo nuovo e moderno che ancora oggi identifica la cifra stilistica della televisione commerciale.

Nello stesso anno, al mercoledì sera arriva il format di un nuovo quiz intitolato Ok, il prezzo è giusto e condotto da Gigi Sabani. Il pubblico del canale è costituito da uno zoccolo duro di bambini e ragazzi, cui la rete dedica il pomeriggio con lo storico contenitore Bim Bum Bam con Paolo Bonolis e Licia Colò (già in onda dai tempi di Antenna Nord) e i suoi cartoni animati (tra cui I Puffi, e tra i titoli trasmessi, Mimì e la nazionale di pallavolo e Carletto il principe dei mostri, nel 1984 Il Tulipano Nero, Georgie, Sui monti con Annette eC’era una volta… Pollon nel 1985 L’incantevole Creamy e John e Solfami, spin-off de I Puffi, nel 1986 Snorky, Holly e Benji due fuoriclasse e Mila & Shiro, due cuori nella pallavolo).

Intanto, il 16 ottobre 1984 in tre regioni italiane, i pretori di Roma, Torino e Pescara oscurano le frequenze della rete (insieme a quelle delle consorelle Fininvest, ovvero Canale 5 e Rete 4), misura in seguito annullata da un decreto legge voluto da Bettino Craxi e denominato Decreto Berlusconi consentendo nuovamente la trasmissione dei programmi delle tv commerciali.

Ai giovanissimi è dedicata anche la fascia dell’access prime time con tante serie di cartoni animati prevalentemente giapponesi, come il fortunatissimo Kiss me Licia. Anche la fiction autoprodotta fa capolino sulla rete giovane del gruppo Fininvest, nel 1986 sulla scia del successo dell’anime, viene trasmessa la serie di telefilm Love me Licia, interpretata da Cristina D’Avena, Pasquale Finicelli, Manuel De Peppe, Marco Bellavia, Sebastian Harrison, inoltre in prima serata nella stessa stagione arrivano I ragazzi della 3ª C. Tra le fiction trasmesse anche College (ispirato all’omonimo film di Castellano e Pipolo) con Federica Moro e Don Tonino con Andrea Roncato e Gigi Sammarchi, Manuel De Peppe,Vanessa Gravina.

La rete dedica molto spazio anche alla musica, nel 1984 viene proposto Deejay Television di Claudio Cecchetto, inizialmente al sabato sera e successivamente ogni pomeriggio. Il programma nasce da una costola dell’omonima emittente radiofonica e nei sei anni di vita ospita volti popolarissimi come quelli di Linus, Fiorello e Jovanotti. Il palinsesto del canale è ricco di telefilm come L’uomo da sei milioni di dollari, Kung Fu, Cannon, Agenzia Rockford, Supercar, MacGyver, Simon & Simon, L’uomo di Atlantide, Happy Days,Genitori in blue jeans, Casa Keaton.

La programmazione del canale segue anche un filone trasgressivo e non privo di polemiche, oltre al telefilm Valentina, interpretato da Demetra Hampton ed incentrato sull’omonima eroina dei fumetti disegnata da Guido Crepax, non lascia indifferenti critica e censura l’esperimento del programma Matrioska di Antonio Ricci (che vede tra i suoi protagonisti la pornostar Moana Pozzi), in corsa edulcorato e ribattezzato L’araba fenice. Da segnalare il successo dello show comico Lupo solitario.

In questa fucina di esperimenti televisivi, fa il suo esordio sulle frequenze del canale un programma destinato a una lunga carriera, ovvero il telegiornale satirico Striscia la notizia, in onda a partire dal 1988 con la coppia Ezio Greggio e Gianfranco D’Angelo. La comicità è un filone molto battuto dal network, dai brevi filmati delle comiche di Benny Hill e del programma Smile con Gerry Scotti, ai programmi del gruppo di Antonio Ricci, passando per Emilio, in onda la domenica sera dal 1989 e condotto da Gaspare & Zuzzurro e Athina Cenci, per finire al primo successo della Gialappa’s band, ovvero Mai dire Banzai. In questa fase, Italia 1 si caratterizza come la rete giovane per eccellenza, con fasce di programmazione dedicate ai bambini e ai ragazzi, non senza punte di ironia e trasgressione.

Negli anni novanta, la rete continua a mantenere una spiccata vena sperimentale, anche Paperissima (dopo che la stessa sorte era toccata a Striscia la notizia), dati gli ascolti esorbitanti della puntata pilota trasmessa nel 1990, viene spostata sull’ammiraglia Canale 5. In effetti il canale ha spesso avuto la funzione di testare format e trasmissioni che, in base al successo, venivano ricollocati sulla rete del gruppo pubblicitariamente più redditizia.

Il 16 gennaio 1991 Emilio Fede annuncia tempestivamente lo scoppio della prima Guerra del Golfo, dando visibilità e credibilità al primo vero telegiornale delle reti Fininvest,Studio Aperto, allestito in sordina poche settimane prima nonostante la rete non disponesse ancora della diretta. Poco dopo al direttore fondatore viene affidato il TG4, mentre la direzione del telegiornale del canale passa a Vittorio Corona e successivamente a Paolo Liguori.

Grazie alle intuizioni del direttore di rete, Carlo Freccero, per la prima volta arrivano sul canale alcuni programmi di informazione, o meglio infotainment, come L’istruttoria di Giuliano Ferrara (famosa la storica puntata della lite tra Vittorio Sgarbi e Roberto D’Agostino che valse al programma l’appellativo di tv spazzatura) e il quotidiano Mezzogiorno Italiano di Gianfranco Funari, trasfugo dalla RAI nella stagione 1991-92. Alcuni di questi si rivelarono non proprio dei successi, ma contribuirono a dare alla rete maggiore credibilità sul fronte giornalistico. Intanto alcuni esperimenti si rivelano dei veri fallimenti, tra questi lo show preserale Primadonna del 1991, condotto dall’ermafrodita Eva Robin’se chiuso dopo circa due mesi dalla sua prima puntata.

In questa fase si consolida il successo di Mai dire Gol della Gialappa’s band, condotto da Teo Teocoli (sostituito successivamente e non senza polemiche da un redidivo Claudio Lippi) e Simona Ventura, ma soprattutto ottiene grandissima popolarità il Karaoke condotto da un esordiente Fiorello, in onda dal 1992 alle ore venti della sera. Tra i programmi diventati oramai cult, il discusso varietà Non è la Rai, trasferito nel gennaio dell’anno successivo da Canale 5 per via del cambio di target del programma stesso e che vede alla conduzione la giovanissima Ambra Angiolini. Questi programmi consolidano il target della rete, sempre più orientato verso i giovani nonostante la promozione dello storico Bim bum bam su Canale 5.

Sempre nei primi anni novanta riscuotono un ottimo successo anche i telefilm per ragazzi Beverly Hills 90210 e lo spin off di Melrose Place, con punte di oltre cinque milioni di spettatori. In effetti la rete riserva sempre ampio spazio alle serie americane, e non solo a quelle di azione. Nel 1993 fa il suo debutto in Italia Baywatch con David Hasselhoff ePamela Anderson, dapprima in onda in seconda serata e successivamente, considerato che i contenuti non erano così spinti, al pomeriggio. Nella stagione 1993-94, nel daytime arrivano alcune sit-com di grande presa sul pubblico giovane, come Willy, il principe di Bel-Air con Will Smith e Bayside School. Anche la fiction di fantascienza fa capolino sulla rete, il telefilm X-Files si insedia nella sua storica prima serata della domenica dopo la prima stagione in onda sulla rete ammiraglia Fininvest.

La seconda metà del decennio vede il ritorno del contenitore pomeridiano di cartoni animati Bim bum bam, e nel 1996 l’inaspettato arrivo di Michele Santoro sulle frequenze del canale giovane del gruppo Fininvest, nel frattempo ribattezzato Mediaset. Il giornalista campano condurrà ben tre edizioni di Moby Dick, unico programma di informazione di prima serata. Il canale punta ancora su musica (con Super e il Festivalbar, consolidato appuntamento musicale dell’estate per diversi anni affidato alle cure di Fiorello e Alessia Marcuzzi) e sport (viene arricchito il notiziario sportivo Studio Sport, inoltre continua ad essere proposto Pressing di Raimondo Vianello e Guida al campionato). Nel 1997 si aggiunge al palinsesto la serie televisiva Walker Texas Ranger interpretata da Chuck Norris, in onda precedentemente su Rai 1 ed ora acquistata da Mediaset, trasmessa in prima serata sino al 2003 e poi traslocata su Rete 4 e Iris.

Grande importanza viene anche data all’automobilismo. Dal 1991 al 1996, Fininvest propone prima una parte della stagione (1991-1995) e poi il campionato intero (1996) del mondiale di Formula 1. La commentano l’ex pilota Andrea De Adamich (già conduttore di Grand Prix) e il giornalista Guido Schittone. Dai box le inviate Patricia Pilchard e Claudia Peroni, uno dei volti simbolo di Italia 1 negli anni ’90.

Nel 1997 Giorgio Gori, reduce dalla direzione della rete ammiraglia, prende in mano le redini del canale con la mission di ridisegnare e rafforzare l’identità di rete e arricchire la programmazione con novità. Il nuovo direttore grazie a un budget di tutto rispetto, riporta sulla rete lo show Scherzi a parte e lancia una pletora di nuove produzioni, destinate a fare la fortuna del canale.

Tra queste, in prima serata, Matricole, Meteore, Il brutto anatroccolo, show che vedono al timone i volti di Amadeus, Giorgio Mastrota, Marco Balestri, Gene Gnocchi, Amanda Lear, Alessia Merz. Nel 1997 lancia Le Iene con Simona Ventura, sempre più primadonna del canale, e porta nell’access prime time il quiz musicale Sarabanda con Enrico Papi. Tra i volti più amati Alessia Marcuzzi che, ceduto Colpo di fulmine alla coppia Michelle Hunziker e Walter Nudo, conduce il magazine Fuego.

Anche la comicità ottiene il suo spazio con il laboratorio comico di Zelig, in seconda serata con il titolo Zelig – Facciamo cabaret (poi spostato su Canale 5) e il gruppo di Ciro, il figlio di Target, di Gregorio Paolini. Tra le produzioni più trasgressive, vanno in onda i talk show Barracuda con Daniele Luttazzi e Dillo a Wally di Gene Gnocchi, a conferma della grande attenzione che la rete dedica all’ironia intelligente e a tratti sarcastica.

Gli Anni Duemila e le direzioni Magnaghi e Tiraboschi

In questo decennio vengono proposte le serie dell’anime Dragon Ball (le cui repliche sono durate fino al 28 agosto 2009 per poi tornare in onda dal 2011 fino al 2014) e Lupin III. Nel primo pomeriggio, a partire dal 1997, viene collocato il grande successo de I Simpson di Matt Groening (già dopo le prime sette serie trasmesse per la prima volta su Canale 5) che diventerà subito un simbolo e punto di riferimento per la rete anche per il decennio successivo. Queste ultime tre serie animate, unite al clamoroso successo del debutto di un altro anime giapponese, ossia i Pokémon (che successivamente conquisterà anche delle prime serate), si assestano nella fascia pomeridiana, presidiandola anche nel decennio successivo.

Inoltre, viene lanciato il progetto 6 come 6, ossia i bumper pubblicitari della rete vengono scelti tra quelli inviati dai telespettatori che esclamano il tormentone ITALIA UNOO! nelle più svariate situazioni.

A differenza delle altre due reti Mediaset, dove al posto dei cartoni animati vengono trasmessi film e programmi di attualità, a Italia 1 la maggior parte dei cartoni e anime precedentemente in onda (I Puffi, Doraemon, Pollon, Scuola di polizia, Georgie, Mila e Shiro, Occhi di gatto, Kiss Me Licia, L’isola della piccola Flo, Heidi, Lady Oscar,L’incantevole Creamy, Beethoven, David Gnomo, Charlotte, Belle & Sebastien, Memole dolce Memole, E’ quasi magia Johnny, Siamo fatti così, Tartarughe Ninja, L’ispettore Gadget, Anna dai capelli rossi, Ape Maia, Tazmania, Chi la fa l’aspetti, Tom & Jerry, Tex Avery Show, Futurama, Picchiarello, quelli di Hanna-Barbera, i Looney Tunes, La pantera rosa, Il laboratorio di Dexter, Spank, Pippo e Menelao, Batman e gli altri supereroi, Casper, Spongebob, Maledetti scarafaggi, I Cavalieri dello zodiaco, Holly e Benji,Sailor Moon, Il mistero della pietra azzurra e Magica magica Emi), vengono frequentemente replicati o trasmessi in 1° Tv.

Nel 2003 si conclude la programmazione della serie di Chuck Norris Walker Texas Ranger, traslocata dall’autunno successivo su Rete 4.

Sull’onda del successo del Grande Fratello (cui il canale dedica una rivisitazione satirica curata dalla Gialappa’s Band intitolata Mai dire Grande Fratello), vengono lanciati alcuni reality show con risultati alterni. Tra i reality meno riusciti, Survivor, in onda nel 2001 con la conduzione di Benedetta Corbi (penalizzato dalla mancanza di diretta) e Operazione Trionfo, format spagnolo in onda nel 2002 con la conduzione di Miguel Bosè. In realtà gli ascolti di quest’ultimo furono buoni per la rete ma il programma, a causa della sovrapposizione con Amici, venne considerato, a torto, un clone del talent show di Canale 5. In questo stesso periodo riscuote successo il talent show Popstars, condotto da Daniele Bossari, dal quale viene formata a tavolino la girl band delle Lollipop. Nel 2004 viene proposto in pompa magna il reality show Campioni, il sogno con Ilaria D’Amico con la scommessa di trasmettere le gesta sportive della piccola squadra del Cervia, e La Fattoria condotto da Daria Bignardi e poi promosso su Canale 5 grazie agli ottimi risultati d’ascolto. Anche La talpa di Paola Perego nel 2005 fa capolino sulle frequenze del canale, dopo essere stata proposta da Rai 2, ottenendo buoni riscontri (e con ascolti record per la rete nell’edizione del 2008), così come La pupa e il secchione, trasmesso nel 2006 con la conduzione di Federica Panicucci e Enrico Papi e riproposto nel 2010 di nuovo con Enrico Papi affiancato da Paola Barale.

Continua l’impegno della rete nello sport con il Motomondiale, trasformato in un vero fenomeno mediatico presso il pubblico e trasmesso a partire dal 2002 fino al termine della stagione 2013, le principali partite della Champions League in chiaro fino al 2006 (poi trasmesse almeno fino al 2014 sul digitale terrestre Mediaset Premium) e poi tornate ad essere trasmesse dal 2012 fino al 2015, lo storico notiziario sportivo Studio Sport, che vede l’istituzione dell’edizione delle 13:00, e fino al 2015 le principali partite di UEFA Europa League e la UEFA Super Cup.

Nell’autunno del 2003 il canale trasmette anche WWE Friday Night SmackDown dapprima di domenica e successivamente di sabato nella fascia preserale, prima nella versione internazionale di un’ora e qualche anno più tardi, visto il successo di ascolti, nella versione integrale di due ore.

Viene consolidato il successo de Le iene, già in onda dal 1997 e promosso in questo periodo in prima serata, e di Zelig, programma di cabaret poi spostato su Canale 5 dopo l’inaspettato successo dell’edizione del 2003 che contribuisce a lanciare molti comici diventati di alto prestigio.

Tra le sitcom autoprodotte, ottiene un buon successo Camera Cafè con Luca e Paolo e Love Bugs con Fabio De Luigi. Anche la Gialappa’s Band consacra il successo del format Mai dire…, diventato un vero e proprio show di prima serata di anno in anno piegato alle esigenze di programmazione della rete.

La vocazione giornalistica della rete si espleta anche nella programmazione di telefilm, punto di forza del canale e diventati in molti casi veri e propri fenomeni cult. Nel 2000 viene proposto Dawson’s Creek e successivamente (dal settembre 2004) The O.C., trovano spazio anche alcune serie piuttosto trasgressive come Six feet under e Nip/Tuck, inoltre grandi ascolti vengono raggiunti dalle tre serie di CSI. Tra le sitcom straniere ottengono ampi riscontri di critica e pubblico Dharma & Greg e Will & Grace. Tra i fenomeni televisivi, e di costume, più amati anche Buffy l’ammazzavampiri, Smallville e Ugly Betty.

Il più grande successo è riscosso tuttavia dal telefilm Dottor House, ricollocato dati gli eccellenti risultati su Canale 5, secondo la solita logica di riposizionamento dei prodotti di maggiore ascolto, sulla rete più redditizia dal punto di vista commerciale. Dal 2003 al 2006 trova posto nella fascia pomeridiana del sabato dell’emittente Top of the Pops, storico programma musicale precedentemente in onda su Rai 2 e condotto da Daniele Bossari.

Dal 2002 si insedia alla direzione Luca Tiraboschi, che dal 2004 testa numerosi quiz televisivi nella fascia dell’access prime time, tra questi il rifacimento del vecchio Gioco dei 9, il Mercante in fiera e, dal 2007 al 2009, una riedizione de La ruota della fortuna, storico quiz di Mike Bongiorno affidato alle cure di Enrico Papi coadiuvato da Victoria Silvstedt. Dopo il grande successo delle repliche, l’emittente vede nell’estate 2007 il ritorno nel preserale di Walker Texas Ranger, già in onda in passato su Italia 1, poi replicata su Rete 4 ed ora tornata in onda su Italia 1. Tuttavia la trasmissione ottiene minor successo e va in onda in prima serata su Italia 1, per poi essere momentaneamente fermata nella stagione 2007-2008.

Per un paio di stagioni la seconda serata della rete è appannaggio del talk show Cronache Marziane di Fabio Canino. Nella stagione 2009-2010 viene trasmesso in seconda serata il programma Chiambretti Night condotto da Piero Chiambretti, scippato a La 7 perché fortemente voluto dal vicepresidente di Mediaset Piersilvio Berlusconi. Nella stagione successiva viene promosso sulla rete ammiraglia, Canale 5, visto il grande successo ottenuto. Uno dei successi più grandi è il programma comico Colorado Cafè ora chiamato semplicemente Colorado: nato per la necessità di colmare il vuoto lasciato da Zelig, dopo una partenza in sordina ottiene la prima serata con la conduzione di Diego Abatantuono e poi con quella di Rossella Brescia coadiuvata negli anni da Giovanni Cacioppo, Carla Signoris, Beppe Braida e Nicola Savino.

Nel 2009 nascono nuove produzioni, tra cui Mistero, che tratta argomenti pseudoscientifici, e Wild – Oltrenatura, condotto da Fiammetta Cicogna, che mostra il fascino e il brivido offerti dalla potenza selvaggia della natura.

Anni Duemiladieci

Nel 2010 va in onda la seconda edizione di Matricole e Meteore con la conduzione di Nicola Savino e Juliana Moreira e la partecipazione di Digei Angelo, Cristina D’Avena e il pupazzo Uan. Nasce un programma di divulgazione scientifica, intitolato Fenomenal condotto da Teo Mammucari con il Mago Forest, programma che ottiene un grande successo, tanto da essere riproposto nella stagione successiva. Mentre, dall’8 luglio al 5 agosto 2010, ritorna Sabrina Salerno con Mitici ’80, una ricognizione sulle mode e tendenze degli anni ottanta in chiave trasgressiva e sexy, con la partecipazione di Raffaella Fico e Melita Toniolo, che ottiene un buon successo.

Nell’autunno dello stesso anno, si punta decisamente alle produzioni storiche, con il passaggio da Canale 5 di Zelig Off, il laboratorio di comici da cui poi scaturiscono gli artisti che vanno in prima serata sull’ammiraglia. Inoltre vengono proposte serie come FlashForward e The Vampire Diaries. In più, sitcom come All Stars e Ale e Franz Sketch Show e il ritorno della serie animata Sailor Moon, ma anche The Call, che vedeva al suo centro gli scherzi telefonici, condotto da Teo Mammucari, programma che non avrà un buon successo. Invece, la fascia dell’access, dall’8 novembre, viene occupata da Trasformat condotto da Enrico Papi assieme a Raffaella Fico ed in seguito assieme a Francesca Cipriani. Dalla stagione primaverile in poi, la rete vedrà nascere nuovi programmi, tra cui Plastik – Ultrabellezza, dedicato al mondo della chirurgia estetica, condotto da Elena Santarelli, un nuovo reality, intitolato Uman – Take control, condotto da Rossella Brescia e Mago Forest, che però viene sospeso alla seconda puntata per via dei bassi ascolti conseguiti. Poi l’11 maggio viene trasmesso il film Twilight, primo film trasmesso in un canale televisivo gratuito in prima tv assoluta. Infine un docu-reality, incentrato sul viaggio di otto giovani, definiti “tamarri”, a bordo di un camper in diverse città italiane, condotto da Fiammetta Cicogna, intitolato Tamarreide, programma che avrà uno scarso riscontro da parte del pubblico, per varie critiche ricevute.

Nell’autunno 2011 la rete vede l’arrivo di Belén Rodríguez e Paolo Ruffini che conducono la nuova edizione di Colorado sostituendo Rossella Brescia e Nicola Savino; c’è un cambio della guardia anche a Le iene: Luca Argentero ed Enrico Brignano sono i nuovi compagni di Ilary Blasi sostituendo Luca e Paolo (promossi con un nuovo programma su Canale 5).

Viene proposto un nuovo game-show presentato da Teo Mammucari in prima serata intitolato The Cube. Dall’autunno 2011 nella seconda serata domenicale torna anche il talk-show sportivo Controcampo dopo due stagioni passate su Rete 4 e l’arrivo di Tessa Gelisio alla conduzione di Cotto e mangiato al posto di Benedetta Parodi (passata a La 7).

Nel novembre 2011 dopo un anno passato sulla rete ammiraglia Mediaset torna a Italia 1 Piero Chiambretti con un nuovo varietà di prima serata intitolato Chiambretti Muzik Show in cui ospita cantanti famosi; la prima puntata vede l’intervento di Laura Pausini ma il programma non ottiene il successo sperato e nel gennaio 2012 ne viene modificata la formula ed è reintitolato inizialmente Chiambretti Show e definitivamente in Chiambretti Sunday Show – La Muzika sta cambiando. Nel mese di dicembre inoltre debutta al pomeriggio Trasformat Kids versione dedicata ai bambini del quiz Trasformat condotto sempre da Enrico Papi.

Nel 2012 Alessandro Gassmann sostituisce Luca Argentero alla conduzione de Le Iene, ma nel mese di marzo Gassmann lascia il programma per dedicarsi al suo primo film da regista, venendo sostituito da Claudio Amendola; a causa di alcuni imprevisti Amendola viene sostituito nella puntata dell’8 marzo da Pippo Baudo, successivamente il posto di Amendola rimane vacante, lasciando così la conduzione del programma nelle mani dei soli Ilary Blasi e Enrico Brignano.

Dal 19 aprile al 14 giugno in seconda serata è stato trasmesso Magicland, condotto da Antonio Casanova e I Fichi d’India.

A partire da giugno, per la prima volta nella storia, i cartoni della fascia Bim Bum Bam (dei vecchi cartoni animati americani, europei e giapponesi) sono stati collocati in programmazione mattutina, perché cancellati nella fascia pomeridiana per fare spazio a sitcom e serie TV.

Dal 28 agosto 2012 la rete viene trasmessa anche in HD sul mux Mediaset 2 all’LCN 506 con il nome di Italia 1 HD.[2]

Nel settembre 2013 ci fu la scomparsa per un anno e tre mesi dei cartoni animati nella fascia mattutina (da aprile a settembre 2013 la trasmissione era limitata solo al week-end) e l’arrivo del Campionato mondiale Superbike, che dalla stagione 2014 ha preso il posto del Motomondiale, i cui diritti sono passati a Sky.

L’estate ha visto il ritorno Enrico Papi con Top One, game show pomeridiano presente anche nel daytime invernale con una seconda edizione. Ad affiancarlo è arrivata un’altra nuova produzione, vale a dire Salvi chi può, breve show a metà tra sitcom e candid camera con Enzo Salvi.

Dal 3 marzo 2014 al 26 maggio 2014 il canale ha trasmesso per la prima volta il day-time del Grande Fratello, in onda alle 13:40 e in replica in terza serata. Inizialmente era presente anche la replica del day-time alle 18, ma a causa dei bassi dati d’ascolto, è stata rimossa dopo solo una settimana.

La primavera 2014 ha visto un ridimensionamento del daytime con tre nuove produzioni pomeridiane: Vecchi bastardi con Paolo Ruffini, Urban Wild con Federico Costantini e Come mi vorrei presentato da Belén Rodríguez, con il compito di rilanciare la fascia del pomeriggio. Questo nuovo palinsesto, fortemente voluto dall’allora direttore Luca Tiraboschi, è però stato un insuccesso considerati i bassi dati di ascolto di tutti e tre i programmi (Come mi vorrei è stato pesantemente criticato per lo sfruttamento del corpo femminile, ed è stata pure chiesta l’eliminazione della trasmissione). Solo Vecchi bastardi è continuato ad andare in onda fino all’autunno 2014, come tappabuchi estivo e fuori dal periodo di garanzia.

Inoltre dopo i tre programmi, alle 18:00, sono stati trasmessi in prima TV gli episodi della 24a stagione de I Simpson, i primi con Massimo Lopez come voce di Homer (dopo la scomparsa dello storico doppiatore Tonino Accolla), mantenendo alle 14:00 le repliche di vecchi episodi. Oltre ai tre programmi, anche gli episodi della sit-com animata hanno avuto bassi ascolti. Infatti hanno avuto, paradossalmente, ascolti nettamente più alti le repliche del primo pomeriggio (10% di share), piuttosto che i nuovi episodi del tardo pomeriggio (solo il 3% di share). La 24a stagione è stata poi riproposta a novembre 2014 nel primo pomeriggio (alle 14:00), dopo la trasmissione della 25a stagione de I Simpson, beneficiando così di ascolti più alti.

Dal 27 maggio l’edizione delle 13 di Sport Mediaset vede l’allungamento della durata fino alle 14.

Dalla tarda primavera è tornato Piero Chiambretti con un nuovo programma per la seconda serata, intitolato Chiambretti Supermarket.

Per il palinsesto 2014-2015 viene confermato in prime time Le Iene, con Ilary Blasi, Teo Mammucari e la Gialappa’s band e nella seconda serata Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco, condotto dal giornalista sportivo Pierluigi Pardo, coadiuvato da numerosi ospiti in studio. Il giovedì vanno in onda in onda le partite della fase a gironi dell’Europa League, in esclusiva free.

Cambio della guardia

Il 3 novembre 2014 viene annunciato l’abbandono di Luca Tiraboschi dalla carica di direttore di Italia 1 dopo 12 anni e viene nominata al suo posto Laura Casarotto; è la prima volta che una donna diventa direttrice di una rete televisiva generalista italiana.

Dal 22 dicembre 2014 viene ripristinata la fascia mattutina dei cartoni animati americani ed europei e anime giapponesi, che per l’occasione torna ad essere un programma contenitore, intitolato Latte e cartoni (dal 2001 al 2013 era una fascia senza titolo, chiamata invece Caffelatte nei listini Publitalia).[3] È il primo contenitore per i cartoni animati e anime trasmesso da Italia 1 dopo la soppressione di Bim bum bam, avvenuta nel 2002. A gennaio è partita la serie tv The Flash; torna X-Love, programma realizzato dalla redazione de Le Iene e già andato in onda con una puntata zero nel 2014, condotto da Nina Palmieri. Il 25 gennaio è tornato in prima serata Wild – Oltrenatura, condotta daFiammetta Cicogna e Carlton Myers ma che, a causa dei bassi dati d’ascolto, viene spostata, dal 22 febbraio al 22 marzo, nella fascia dell’access prime time, dalle 20:30 alle 21:30, e ripreso, in prima serata, con il titolo Wild Sun dal 17 giugno al 12 agosto. Dal 3 febbraio ha trasmesso le pillole ed il day-time de L’isola dei famosi, tutti i giorni rispettivamente alle 13:55 (tranne il sabato, fino al 23 marzo) e alle 19:55 (fino al 27 marzo). A febbraio è partita la nuova edizione di Colorado, con il ritorno alla conduzione di Paolo Ruffini e l’arrivo di Diana Del Bufalo, mentre ad ottobre vengono sostituiti da Luca e Paolo. Dal 9 marzo al 29 maggio sono state trasmesse due nuove produzioni Videonews: Fattore umano e Notorius, rispettivamente alle 19:00 e alle 19:30. Dal 30 marzo al 29 maggio 2015, a 20 anni di distanza dalla prima chiusura, è tornato in ondaKaraoke, sempre nell’access prime time, condotto da Angelo Pintus. Lunedì 20 aprile è andato in onda About Love, condotto da Anna Tatangelo ed Alvin, durato solamente una puntata a causa dei bassi ascolti registrati. Dal 21 maggio al 4 giugno è andato in onda Shark Tank, un reality dedicato al mondo degli aspiranti imprenditori e delle start-up. In estate sono partite la trasmissione dei telefilm The Night Shift e Chicago P.D., spin-off di Chicago Fire. Dal 30 agosto 2015, in prima visione mondiale è trasmessa la nuova serie animata Lupin III – L’avventura italiana, con i primi quattro episodi in prima serata, per traslocare successivamente in seconda/terza serata.

Dall’8 settembre 2015 il canale, insieme a Canale 5 e Rete 4, non è più disponibile sulla piattaforma Sky Italia in seguito a dei mancati accordi tra Mediaset ed il gruppo televisivo di Rupert Murdoch rimanendo disponibile via satellite solo su Tivùsat e sul digitale terrestre.

Dall’11 ottobre al 1° novembre 2015 è andato in onda Open Space, talk show realizzato dalla produzione de Le Iene e condotto da Nadia Toffa.

Digitale terrestre

A partire dal 2003 il canale è visibile gratuitamente anche in digitale terrestre nelle zone coperte dal mux Dfree[4], spostandosi successivamente nel multiplex Mediaset 2 (allora denominato Mediaset B) e più tardi, anche nel Mediaset 4. Dal 26 novembre 2010 era presente anche nelle zone coperte dal mux Mediaset 6 attraverso la versione in differita di un’ora Italia 1 +1, trasferita dall’11 luglio 2011 sul mux Mediaset 5 e dal 1º agosto 2011 visibile esclusivamente in Sardegna.

Dalla fine di luglio 2011 il canale in alta definizione era stato nuovamente attivato sul mux Mediaset 6 ed era visibile esclusivamente in Sardegna, mentre dal 28 agosto 2012 è visibile su Mediaset 2 in tutta Italia; i primi eventi nativi sono stati la Supercoppa UEFA, alcuni film tra cui Batman Begins, Una canzone per te, Il cavaliere oscuro e Una pazza giornata a New York e le serie tv Glee e Giovani Campionesse, nonché alcuni bumper e qualche spot pubblicitario.

Chi possiede un set-top box o un televisore con tecnologia MHP (Multimedia Home Platform) può fruire delle funzionalità interattive incluse nel segnale dell’emittente (TV interattiva), denominato Italia 1 Plus; per un breve periodo nell’estate 2006 Italia 1 Plus ha trasmesso in prima serata su Italia 1 dalle 21 del lunedì, martedì e mercoledì, senza pubblicità, Lost Universe, Visitors e la serie Buffy l’ammazzavampiri.

Il 9 aprile 2009, con la serie televisiva Smallville, per la prima volta nella storia dei canali generalisti Mediaset, viene trasmesso un evento interamente in formato 16:9; le trasmissioni nel nuovo formato avvengono esclusivamente sulla televisione digitale terrestre. Dal 1º novembre dello stesso anno vengono trasmessi in 16:9 anche gli spazi pubblicitari, i promo e i bumper delle reti Mediaset. Dal 21 giugno 2011, inoltre, passa al formato 16:9 anche il telegiornale della rete, Studio Aperto.

Via satellite non risulta possibile la fruizione della lingua originale, funzionalità prevista sulla seconda traccia audio del digitale terrestre.[senza fonte]

Italia 1 Plus

Nel 2006 su Italia 1 Plus, durante l’estate era presente un’applicazione che permetteva la visione di vecchi programmi di successo della rete giovane di Mediaset, ed anche un anime giapponese in prima visione.Italia 1 Plus è il servizio interattivo di Italia 1 su Digitale Terrestre. Il servizio permette l’accesso ad applicazioni interattive di news, previsioni meteorologiche, guida programmi e giochi in standard Mhp.

Servizi attualmente in onda

  • MediaVideo
Versione interattiva del Mediavideo analogico con le Ultimissime, le notizie di cronaca, le news dal mondo, l’economia, lo sport, una sezione dedicata al gossip ed una all’oroscopo.
  • Meteo
Applicazione interattiva con una dettagliata cartina meteorologica dell’Italia per i prossimi 3 giorni e previsioni dettagliate per le successive 24 ore.
  • Stasera in TV
Applicazione utile per conoscere la programmazione in prima serata di Canale 5, Italia 1 e Rete 4.
  • Citymat
Applicazione dove si potrà dialogare con la pubblica amministrazione tramite digitale terrestre.
  • Pubblicità interattive

Applicazioni disponibili con Internet

Le applicazioni sono disponibili solamente collegando il decoder per il digitale terrestre o la televisione ad internet ed essere un apparecchio con Bollino Gold di DGTVi.

  • Portale Giochi
Applicazione con 4 giochi quali 6 Signs, Color Block, Finder e Trappola Invisibile.
  • TGCom
Versione interattiva di TGCom con news sempre aggiornate.
  • SportMediaset
Notizie sportive sempre aggiornate.

Applicazioni precedentemente in onda

Tra le applicazioni precedentemente in onda sono da ricordare:

  • Cinema 1
Era un’applicazione interattiva con la trama, il cast e curiosità sul film al momento in onda su Italia 1. Con determinati film, era disponibile la possibilità di scelta dell’audio originale del film.
  • Italia 1 Teen
Spazio dedicato al mondo giovane con news, curiosità e la possibilità di inviare SMS all’applicazione e rivederli in Tv.
  • Controcampo
Applicazione tutti i risultati della giornata appena conclusa di calcio.
  • Studio Aperto Interattivo
Applicazione interattiva con una schermata divisa in 4 finestre, dove si poteva scegliere se visualizzare tutto Studio Aperto o 3 dei più importanti servizi del telegiornale. Andava in onda fino al 2009.

Loghi

Successione cronologica delle modifiche del logo di Italia 1 durante la normale programmazione[5]:

  • Dal 3 gennaio 1982 al 10 settembre 1989, il logo consiste in un rombo dagli angoli smussati con all’interno un 1 pieno e una scritta obliqua ITALIA in alto a sinistra, tutto di colore bianco. In quel periodo, certe grafiche adottarono il logo senza la scritta ITALIA.
  • Dall’11 settembre 1989, il logo perde definitivamente la scritta ITALIA.
  • Dall’8 aprile 1996, sotto il logo, appare la scritta MEDIASET.
  • Dal 18 ottobre 1999 al 18 giugno 2000, l’1 perde la superficie e il logo viene ingrossato leggermente.
  • Dal 19 giugno 2000, il logo e la scritta MEDIASET sono trasparenti e l’1 è di nuovo pieno. Fino al 15 giugno 2003, rispetto ai loghi di Canale 5 e Rete 4, il logo e la scritta erano più piccoli.
  • Dal 16 giugno 2003, il logo e la scritta MEDIASET diventano più grandi per uniformarsi a Canale 5 e Rete 4.

Colore

  • Dal 3 gennaio al 12 settembre 1982: giallo
  • Dal 13 settembre 1982 al 17 ottobre 1999: bianco/azzurro
  • Dal 18 ottobre 1999: bianco/trasparente

Loghi per le prime visioni

  • Dal 16 settembre 1991 al 5 aprile 1998, in alto a destra del logo, appare una a e davanti alla parte inferiore del logo la scritta rossa TV (simile a quella del logo di MTV).
  • Dal 6 aprile 1998 al 12 settembre 1999, a sinistra del logo, appare una scritta PRIMA.
  • Dal 2 agosto 1999 il bumper pubblicitario cambia come quello di Canale 5 e Rete 4 già cambiati dal 5 luglio
  • Dal 13 settembre 1999, a destra del logo appare un riquadro contenente una a. Fino al 18 giugno 2000 l’1 era senza superficie e il logo di Italia 1 quando appare il logo della prima puntata perde la scritta MEDIASET
  • Dal 19 giugno 2000, il logo ed il riquadro contenente la a sono trasparenti.
  • Dal 6 maggio 2002, il riquadro contenente la a si rimpicciolisce. Ora anche la a è trasparente e le due altezze del riquadro sono meno visibili. È nel 2002 anche per i cartoni animati. Nella versione 16:9, in uso dal 2009, il logo ricalca quello originale.
  • Dal 28 maggio 2012, anche nella versione 4:3, la struttura del logo delle prime visioni, dal contorno dell’1 alla forma del numero, è identica a quella del logo normale. È tuttavia utilizzato raramente questo logo, poiché quasi tutti i programmi in prima TV sono trasmessi in 16:9.

Loghi speciali

  • Mai dire TV: Durante il programma (1991-1993) il logo (leggermente diverso dall’originale), veniva spostato in ogni angolo dello schermo come ad esempio la scritta RAI apparsa dal 1979 al 1986 (e apparsa piccola in basso a destra fino alla fine del 1987).
  • Talk Radio: Durante la trasmissione del programma televisivo Talk Radio, in onda dal 1994, appare un logo speciale caratterizzato dal classico logo ingrandito e di colore azzurro (o bianco) con delle cuffie rosse. Durante la messa in onda dei servizi il logo si arricchisce della scritta del genere della trasmissione.
  • DeeJay Television: Fino al 1989, il logo cambiò diverse volte: ci fu il logo senza la scritta ITALIA. Poteva essere giallo o azzurro, l’1 poteva essere cavo o pieno e la posizione poteva essere in basso a destra come consueto o in alto a destra, stile MTV.
  • Il 3 gennaio 2002, Italia 1, per celebrare i 20 anni della sua programmazione, replica gli spezzoni dei suoi programmi storici, intervistando anche gli allora conduttori. Per l’occasione, il logo è azzurro, e al posto della scritta MEDIASET appare la scritta si nasce che stava per Italia 1 si nasce.
  • Nei quiz e in alcuni eventi sportivi il logo viene privato della scritta MEDIASET come avvenne dall’11 settembre 1989 al 30 aprile 1996.
  • Il 16 e 17 marzo 2011 per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia, sotto alla scritta MEDIASET appare una sottile bandiera tricolore.
  • Durante la visione di alcuni eventi sportivi il logo appare in alto a destra, come avviene anche su Italia 2.
  • Come avviene su Italia 2, durante la visione degli eventi sportivi in diretta il logo viene mantenuto in basso o spostato in alto a destra e al posto della scritta MEDIASETappare la scritta DIRETTA. E durante le repliche degli eventi sportivi il logo di Italia 1 o Italia 2 perde la scritta DIRETTA.
  • A partire dal dicembre 2013 fino al gennaio successivo, il logo veniva alternato con una scritta “AUGURI” per celebrare le feste di Natale, Capodanno e dell’Epifania. Questa modifica è stata mantenuta anche negli anni successivi nello stesso periodo festivo.

Direttori di Italia 1

NomePeriodo
Carlo Freccero1991 – 1992
Carlo Vetrugno1992 – 1997
Giorgio Gori1997 – 1999
Roberto Giovalli1999 – 2000
Stefano Magnaghi2000 – 2002
Luca Tiraboschi2002 – 2014
Laura Casarottodal 2014

Palinsesto

Programmi attualmente in onda

Show

  • Colorado (2003-in onda)
  • Fronte del Palco
  • Le Iene Show (1997-in onda)
  • Mistero Adventure (dal 2015, precedentemente intitolato Mistero)

Serie TV

  • 2 Broke Girls
  • Californication
  • Camera Café
  • CSI: Scena del crimine
  • Fringe
  • How I Met Your Mother
  • La vita secondo Jim
  • Mike & Molly
  • The Middle

Cartoni animati e anime

  • A Pup Named Scooby-Doo
  • Futurama
  • Georgie
  • I Flintstones
  • I Simpson
  • Looney Tunes
  • Marco, dagli Appennini alle Ande
  • Piccolo Lord
  • Pollyanna
  • Yu-Gi-Oh! (1ª serie, 1ª stagione)

Notizie

  • Meteo.it (dal 2013, precedentemente con i titoli Studio Aperto Meteo, Meteo 4, Meteo 5 e Meteo Mediaset)
  • Sport Mediaset (dal 2012, precedentemente con il titolo Studio Sport)
  • Studio Aperto (dal 1991)

Sport

  • Uefa Champions League

Precedentemente in onda

Serie TV

  • 15/Love
  • A casa di Fran
  • A scuola con filosofia
  • A-Team
  • Acapulco H.E.A.T.
  • Adam-12
  • Adventure Inc.
  • Agli ordini papà
  • Alex, indagini su mondi segreti
  • All Stars
  • Ally McBeal
  • Angel
  • Automan
  • Arriva Cristina
  • Arrivano i Rossi
  • Balliamo e cantiamo con Licia
  • Bayside School
  • Baywatch
  • Beetleborgs: quando si scatena il vento dell’avventura
  • Beverly Hills 90210
  • Big Bang Theory
  • Bionic Woman
  • Blue Water High
  • Boston Public
  • Buffy l’ammazzavampiri
  • Buzz
  • Californication
  • Camera Café
  • The Office (ep. 1)
  • CHiPs
  • Classe di ferro
  • College
  • Cop rock
  • Cory alla Casa Bianca
  • Così fan tutte
  • Cristina
  • Cri Cri
  • CSI: Miami
  • CSI: NY
  • Dark Angel
  • Dawson’s Creek
  • Degrassi Junior High
  • Déjà vu (serie televisiva)
  • Dexter
  • Dharma & Greg
  • Dirty Sexy Money
  • Don Tonino
  • Dr. House – Medical Division
  • Drake e Josh
  • Due gemelle e una tata
  • How I Met Your Mother – Alla fine arriva mamma
  • Eli Stone
  • Falcon Beach
  • Finché c’è ditta c’è speranza
  • FlashForward
  • Flipper
  • Fringe
  • Girovagando nel passato
  • Give Me Five
  • Glee
  • Gli amici di papà
  • Gossip Girl
  • Gli acchiappamostri
  • Grandi Domani
  • Grey’s Anatomy (stag. 1 – 7)
  • H2O
  • Hannah Montana
  • Happy Days
  • Hazzard
  • Helene e i suoi amici
  • Hercules
  • Heroes
  • Highlander (serie televisiva)
  • Huff
  • iCarly
  • I maghi di Waverly
  • I ragazzi della 3ª C
  • I-taliani
  • I viaggiatori
  • Il mammo
  • Il mio amico Arnold
  • Il mio amico Ultraman
  • Il mondo di Patty
  • Il prigioniero
  • Incorreggibili
  • Instant Star
  • Invisible Man
  • Joan of Arcadia
  • John Doe
  • Jonas
  • Journeyman
  • Kingdom Hospital
  • Knight Rider
  • Kyle XY
  • L’incredibile Hulk
  • La famiglia Bradford
  • La regina di spade
  • La strana coppia
  • La tata
  • Le regole dell’amore
  • Licia dolce Licia
  • Life
  • Lizzie McGuire
  • Lois & Clark – Le nuove avventure di Superman
  • Love Bugs
  • Love me Licia
  • MacGyver
  • Magnum P.I.
  • Malcolm
  • Make It or Break It – Giovani campionesse
  • Masked Rider: il cavaliere mascherato
  • Melrose Place
  • Merlin
  • Millennium
  • Mork e Mindy
  • Mortal Kombat: Conquest
  • Mowgli, il libro della giungla
  • Mr.Bean
  • My name is Earl
  • Mystic Knights: quattro cavalieri nella leggenda
  • Ned – Scuola di sopravvivenza
  • Night Visions
  • Nikita
  • Ninì
  • Nip/Tuck
  • No Ordinary Family
  • O’Hara
  • October Road
  • Otto sotto un tetto
  • Oz
  • Pacific Blue
  • Party of five
  • Paso adelante
  • Person of Interest
  • Phil dal futuro
  • Piccoli brividi
  • Pippi Calzelunghe
  • Più forte ragazzi
  • Point Pleasant
  • Power Rangers
  • Prima o poi divorzio!
  • Primi baci
  • Prison Break
  • Provaci ancora Gary
  • PSI Factor
  • Quattro tatuaggi per un super guerriero
  • Raven
  • Relic Hunter
  • Renegade
  • Riptide
  • Romanzo criminale – La serie
  • Rookie Blue
  • Royal Pains
  • Sabrina, Vita da Strega
  • Samantha chi?
  • Saved
  • Selvaggi
  • Sentinel
  • Settimo cielo
  • Sheena
  • Sherlock
  • $h*! My Dad Says
  • Simon & Simon
  • Six Feet Under
  • Smallville
  • Sonny tra le stelle
  • Squadra emergenza
  • Standoff
  • Starman
  • Starsky & Hutch
  • Still Standing
  • Street Hawk – Il falco della strada
  • Studio 60 on the Sunset Strip
  • Summer Crush
  • Summer Dreams
  • Summerland
  • Super Human Samurai
  • Super Vicki
  • Superboy
  • Supercar
  • Supercopter
  • Sweet Valley High
  • T.J.Hooker
  • Taken
  • Teneramente Licia
  • Tequila e Bonetti
  • The Closer
  • The Mentalist
  • The Middle
  • The O.C.
  • The Sleepover Club
  • The War at Home
  • Thunder in Paradise
  • Thunderbirds
  • Til Death – Per tutta la vita
  • Ti presento i miei
  • Tre nipoti e un maggiordomo
  • Tremors
  • Troppo forte!
  • True Jackson,VP
  • Tru Calling
  • Tutto in famiglia
  • Ugly Betty
  • Un genio sul divano
  • Una bionda per papà
  • Una mamma per amica
  • Una pupa in libreria
  • V.I.P.
  • Valentina
  • Vanished
  • Venerdì 13
  • Veronica Mars
  • Via Zanardi 33
  • Vicini di casa
  • Viper
  • Visitors
  • V
  • VR Troopers
  • Walker Texas Ranger
  • Wildfire
  • Will & Grace
  • Willy, principe di Bel Air
  • X-Files
  • Xena – Principessa guerriera
  • Young Hercules
  • Zack e Cody al Grand Hotel
  • Zack e Cody sul ponte di comando
  • Zoey 101

Cartoni animati e anime

  • 20.000 leghe nello spazio
  • Ace Ventura
  • Action Man
  • Action Man A.T.O.M. II Alpha Teens of Machines
  • Ai Confini dell’Universo
  • Akubi Girl
  • Alf
  • Alè alè alè o-o
  • Alice nel Paese delle Meraviglie
  • Alla ricerca del cristallo arcobaleno
  • Alla Ricerca della Valle Incantata
  • All’arrembaggio Sandokan
  • Alla Scoperta delle Americhe
  • Alla scoperta di Babbo Natale
  • Allacciate le cinture viaggiando s’impara
  • Al Lupo! Al Lupo!
  • Alvin rock’n’roll
  • American Dad!
  • Amici Puffi
  • Anatole
  • Angela Anaconda
  • Angelina Ballerina
  • Angel’s Friends
  • Anna dai capelli rossi
  • Ann & Andy: due buffi amici di pezza
  • Anthony, formidabile formica
  • Archibald, il koala investigatore
  • Arrivano i Superboys
  • Arriva Paddington
  • Arthur
  • Ascolta sempre il cuore Remì
  • A Scuola di Magie – Ubos
  • A tutto Goal
  • Babil Junior
  • Baby Looney Tunes
  • Bad Dog un cane che più cane non c’è
  • Bakugan
    • Bakugan – Battle Brawlers (1ª serie)
    • Bakugan: Battle Brawlers – New Vestronia (2ª serie)
    • Bakugan: Gundalian Invaders (3ª serie)
  • Barney
  • Barney Bear
  • Batman
  • Batman, cavaliere della notte
  • Batman of the Future
  • Batman: the Brave and the Bold
  • Battle B-Daman
  • Beethoven
  • Beetleborgs
  • Belfy e Lillibit
  • Belle e Sébastien
  • Benny e Ralph
  • Ben Ten
    • Ben Ten (1ª serie)
    • Ben Ten – Alien Force (2ª serie)
    • Ben Ten: Omniverse (4ª serie)
    • Ben Ten: Ultimate Alien (3ª serie)
  • Bentornato Topo Gigio!
  • Bernard
  • Berserk
  • Beyblade
    • Beyblade (1ª serie)
    • Beyblade: G-Revolution (3ª serie)
    • Beyblade: V-Force (2ª serie)
  • Beyblade Metal
    • Beyblade: Metal Fury (3ª serie)
    • Beyblade: Metal Fusion (1ª serie)
    • Beyblade: Metal Masters (2ª serie)
    • Beywheelz (spinoff)
  • Biancaneve
  • Biker Mice from Mars
  • Blue Dragon
  • Blue Dragon II
  • Bobobobs
  • Bonjour Marianne
  • Bots Master
  • Bratz
  • BraveStarr
  • Bravo Moliere
  • Brividi e polvere con Pelleossa
  • Butch Cassidy
  • Bun Bun
  • Caccia al tesoro con Montana
  • Cadillacs e dinosauri
  • Calendar Men
  • Calimero
  • Candy Candy / Dolce Candy
  • Canimals
  • Cantiamo insieme
  • Capitan Futuro
  • Capitan Harlock
  • Card Captor Sakura
    • Pesca la tua carta, Sakura (1ª serie)
    • Sakura, la partita non è finita (2ª serie)
  • Carletto il principe dei mostri
  • Carnaby Street
  • Casper
  • Cattivik
  • Cenerentola
  • Centurions
  • C’era una volta…
  • C’era una volta… la Terra
  • C’era una volta… Pollon
  • Charlotte
  • Che babysitter questa mummia
  • Che drago di un drago
  • Che famiglia è questa Family
  • Che magnifico campeggio
  • Che Papà, Braccio di Ferro!
  • Chi la fa l’aspetti – Iznogoud
  • Chi Trova il Secchiello Trova un Tesoro
  • Chiudi gli occhi e sogna
  • Chi viene in viaggio con me?
  • Chobin, il principe stellare
  • Ciao io sono Michael
  • Ciao, Sabrina
  • Cinque amici sottosopra
  • Clémentine
  • Col vento in poppa verso l’avventura
  • Com’è grande l’America!
  • Conan
  • Conosciamoci un po’ – La grande storia dell’avventura umana
  • Conte Dacula
  • Cops: Squadra Anticrimine
  • Cosa c’è nella palude?
  • Cristoforo Colombo
  • Cubix
  • Cucciolandia
  • Cuccioli Cerca-Amici – Nel Regno di Pocketville
  • Cupido
  • Cupido Pizzica-Cuori
  • Curiosando nei cortili del cuore
  • Cyborg 009 – I Nove Supermagnifici
  • Dabadabady Casper
  • Daltanious
  • D’Artagnan e i moschettieri del re
  • Dastardly e Muttley e le macchine volanti
  • David Gnomo amico mio
  • Denny
  • Detective Conan
  • Diabolik – Track of the Panther
  • Dinosaucers
  • Dinosaur King
  • Dino Squad
  • Diventeremo famose
  • Dolce piccola Remì
  • Dora l’esploratrice
  • Doraemon
  • Doremì
    • Doredò Doremì (3ª serie)
    • Magica Doremì (1ª serie)
    • Ma che magie, Doremì (2ª serie)
    • Mille magie, Doremì (4ª serie)
  • Draghi e Draghetti
  • Dragon Ball
    • Dragon Ball (1ª serie)
    • Dragon Ball GT (3ª serie)
    • Dragon Ball – La saga (movies)
    • Dragon Ball – Le grandi battaglie (best of)
    • Dragon Ball Z (What’s my Destiny, Dragon Ball)(2ª serie)
  • DreamWorks Dragons
    • Dragons: Defenders of Berk (2ª serie)
    • Dragons: Riders of Berk (1ª serie)
  • Duck-Man
  • Due draghi per una cintura nera
  • Emily della Luna Nuova
  • Emily & Alexander, che tipi questi topi
  • Emma – Una storia romantica
  • È piccolo, è bionico è sempre Gadget
  • È quasi magia Johnny
  • Etciù! Accipicchia, che starnuto!
  • È un po’ magia per Terry e Maggie
  • Evelyn e la magia di un sogno d’amore
  • Evviva Palm Town
  • Evviva Zorro!
  • Exosquad
  • Extreme Dinosaurs: quattro dinosauri scatenati
  • Extreme Ghostbusters
  • Faireez
  • Fancy Lala
  • Fantaghirò
  • Ferdy
  • Fiocchi di cotone per Jeanie
  • Fl-eek Stravaganza
  • Flint, a spasso nel tempo
  • Foofur superstar
  • Forza campioni
  • Fragolina Dolcecuore
  • Franklin
  • Franklin and Friends
  • Frog
  • Future Gpx – Cyber Formula
  • Gadget e Gadgettini
  • Gaiking – Legend of Daiku-Maryu
  • Garfield e i suoi amici
  • Gatchaman Fighter
  • Gatchaman – La Battaglia dei Pianeti
  • Gemelli nel segno del destino
  • Ghostbusters
  • G.I. Joe: Renegades
  • Giochiamo all’avventura con l’alce Elliot
  • Gira il mondo principessa stellare
  • Giro del mondo in 79 giorni – Around the world in 79 days
  • Giù la maschera, Duca Filippo
  • Gladiators Academy
  • Gli amici cercafamiglia
  • Gli gnomi delle montagne
  • Gli orsetti del cuore
  • Gli Snorky
  • Gormiti
    • Gormiti – Il Ritorno dei Signori della Natura (1ª serie)
    • Gormiti – L’Era dell’Eclissi Suprema (2ª serie)
    • Gormiti – L’Evoluzione Neorganic (3ª serie)
    • Gormiti – Nature Unleashed (spinoff)
  • Grande piccolo Magoo
  • Grandi uomini per grandi idee
  • Grand Prix e il campionissimo
  • Grog di Magog
  • Grossology
  • Gundam Wing
  • Hamtaro: piccoli criceti, grandi avventure
  • Hazzard
  • Heidi
  • Hela Supergirl
  • Hello! Sandybell
  • Hello Spank
  • He-Man and the Masters of the Universe
  • Hero Factory
  • Hi, Hamtaro! – Piccoli criceti, grandi avventure
  • Hilary
  • Holly e Benji
    • Che campioni, Holly e Benji (3ª serie)
    • Holly e Benji, due fuoriclasse (1ª serie)
    • Holly e Benji: sfida al mondo (2ª serie)
    • Holly e Benji forever (4ª serie)
  • Hot Wheels Acceleracers
  • Hot Wheels Highway 35 World Race
  • Huckleberry Hound (Braccobaldo)
  • Hunter x Hunter
  • Hunter x Hunter – Greed Island
  • Iacchi Du-Du
  • I cavalieri del drago
  • I Cavalieri dello zodiaco
    • I Cavalieri dello Zodiaco (1ª serie)
    • I Cavalieri dello Zodiaco – Saga di Hades (2ª serie)
  • Idaten Jump
  • I Fantastici 4
  • I fantastici viaggi di Fiorellino
  • I figli dei Flintstones
  • I Griffin
  • Il cuore di Cosette
  • Il fantastico mondo di Paul
  • Il gatto col cappello
  • Il Gatto con gli Stivali
  • Il grande sogno di Maya
  • Il laboratorio di Dexter
  • Il Libro Cuore
  • Il Libro della Giungla
  • Il lungo viaggio di Porfi
  • Il magico mondo di Gigì
    • Benvenuta Gigì (1ª serie)
    • Tanto tempo fa… Gigì (2ª serie)
  • Il mago di Oz
  • Il mistero della pietra azzurra
  • Il mondo di Benjamin Bear
  • Il mondo incantato dei Pocket Dragon
  • Il mondo incantato di Peter Coniglio
  • Il parco di Giacomo
  • Il pericolo è il mio mestiere
  • Il Tulipano Nero
  • Il trenino Thomas
  • Imbarchiamoci per un grande viaggio
  • I mille colori dell’allegria
  • In che mondo stai Beetlejuice?
  • Indagini a quattro zampe
  • Insuperabili X-Men
  • Io Sono Donato Fidato
  • I pinguini di Madagascar
  • I Puffi
  • I Puffi sanno…
  • Iridella
  • Iron Kid
  • Iron Man
  • I segreti dell’isola misteriosa
  • I Tanti Segreti Di Un Cuore Innamorato (Wedding Peach)
  • Ivanhoe
  • I Viaggi di Gulliver
  • Jacob due due
  • James Bond Junior
  • Jeeg robot d’acciaio
  • Jem
  • Jenny la tennista
  • Jewelpet
  • John & Solfami
  • Josie e le Pussycats
  • Junior-Combinaguai
  • Junior pianta mordicchiosa
  • Juny peperina inventa tutto
  • Justice League
    • Justice League (1ª serie)
    • Justice League Unlimited (2ª serie)
  • Keroro
  • Kidd Video
  • Kikoriki
  • Kilari
  • King Kong
  • Kipper – Il più bel cucciolo del mondo
  • Kirby
  • Kiss me Licia
  • Kolby ed i suoi piccoli amici
  • La banda dei ranocchi
  • Lady Lovely
  • Lady Oscar / Una Spada per Lady Oscar
  • La fabbrica dei mostri
  • La maga Chappy
  • La Pantera Rosa (Pink Panther)
  • L’ape Maia
  • La Principessa dai Capelli Blu
  • La principessa Zaffiro
  • La sfera del tempio orientale
  • La Spada di Luce
  • La Squadra del Cuore
  • Là sui monti con Annette
  • Lalabel
  • Laura
  • Le avventure della Dolce Katy
  • Le Avventure di: Felix, il Gatto
  • Le avventure di Fievel
  • Le avventure di Huckleberry Finn
  • Le avventure di Jimmy Neutron
  • Le avventure di Teddy Ruxpin
  • Le famiglie Silvane
  • Le Fiabe più Belle
  • Legion of Superheroes
  • Le magiche ballerine volanti
  • Le nuove avventure di Lucky Luke
  • Le nuove avventure di Pinocchio
  • Le Nuove Avventure di Scooby-Doo
  • Le voci della savana
  • Let’s & go – Sulle ali del turbo
  • L’Incredibile Hulk
  • L’Isola del corallo
  • L’Isola della Piccola Flo
  • L’isola del Tesoro
  • L’ispettore Gadget
  • Lippy the Lion & Hardy Har-Har (I due masnadieri)
  • Lisa e Seya un solo cuore per lo stesso segreto
  • L’orsetto Mysha
  • Lovely Sara
  • L’Uccellino Azzurro
  • Lucy May
  • Lulù, l’Angelo tra i Fiori
  • Luna, Principessa Argentata
  • Lupin III
    • Le avventure di Lupin III (1ª serie)
    • Le nuove avventure di Lupin III (2ª serie)
    • Lupin III – L’avventura italiana (4ª serie)
    • Lupin, l’incorreggibile Lupin (3ª serie)
  • Lupo de’ Lupis
  • Mack, ma che principe sei?
  • Maggie e l’incredibile Birba
  • Magica Magica Emi
  • Magician: la giustizia non è un trucco
  • Magic Sport 2
  • Magilla Gorilla
  • Maledetti Scarafaggi – Oggy & the Cockroaches
  • Maple Town, un nido di simpatia
  • Marco, dagli Appennini alle Ande
  • Mare, sole e…Costa
  • MÄR – Marchen Awakens Romance
  • Marsupilami
  • Martina e il campanello misterioso
  • Mary Bell
  • Mary e il giardino dei misteri
  • Max Steel
  • Mega Babies
  • Memole dolce Memole
  • Mermaid Melody – Principesse sirene
  • Mew Mew – Amiche Vincenti
  • Michel Vaillant: tute, caschi e velocità
  • Microsuperman
  • Mighty Max
  • Mila e Shiro
    • Mila e Shiro, due cuori nella pallavolo (1ª serie)
    • Mila e Shiro – Il sogno continua (2ª serie)
  • Mille Luci nel Bosco
  • Mille note in allegria con la Mozart Band
  • Milly, un giorno dopo l’altro
  • Milly, vampiro per gioco
  • Mimì e la nazionale di pallavolo
  • Mimì e le ragazze della pallavolo
  • Mirmo
  • Mobile Suit Gundam
  • Moby Dick 5
  • Molla l’osso Briscola
  • Moominland, un Mondo di Serenità
  • Mortadello e Polpetta: la coppia che scoppia
  • Mostri e Pirati
  • Mostri o non mostri…tutti a scuola
  • Mostruosi Marziani – Butt Ugly Martians III
  • Motormouse & Autocat (Mototopo & Autogatto)
  • Mucha Lucha
  • Mummies Alive! – Quattro mummie in metropolitana
  • Muppet Babies
  • Mushiking: il guardiano della foresta
  • My Little Pony – L’amicizia è magica
  • My Melody – Sogni di magia
  • Nanà Supergirl
  • Napo Orso Capo
  • Naruto
    • Naruto (1ª serie)
    • Naruto: Shippuden (2ª serie)
  • Nel covo dei pirati con Peter Pan
  • Nel meraviglioso mondo degli gnomi
  • Neteb, la principessa del Nilo
  • Niente paura, c’è Alfred!
  • Noddy
  • Notizie da prima pagina
  • Occhi di gatto
  • Occhio ai fantasmi
  • One Piece – Tutti all’arrembaggio!
  • Oscar e le sette note perdute
  • Ottanta Sogni per Viaggiare
  • Palla al centro per Rudy
  • Pandamonium
  • Papà Gambalunga
  • Papyrus e i misteri del Nilo
  • Parola d’ordine: arriviamo!
  • Pazze risate per mostri e vampiri
  • Pearlie
  • Pennellate di poesia per Madeline
  • Pepero
  • Pepin, un piccolo eroe per una grande leggenda
  • Peter e Isa: un amore sulla neve
  • Peter Pan
  • Peter Potamus
  • Picchiarello – Woody Woodpecker
  • Piccola, bianca Sibert
  • Piccole Donne
  • Piccoli problemi di cuore
  • Piccolo Principe
  • Pink Panther and Sons – I Figli della Pantera Rosa
  • Pinocchio
  • Pippi Calzelunghe
  • Pippo e Menelao
  • Pirati si nasce
  • Pixie, Dixie and Mr Jinks
  • Pocahontas, la Principessa degli Indiani d’America
  • Pokémon
    • Always Pokémon: the Johto Journeys (3ª serie)
    • Pokémon (1ª serie)
    • Pokémon Advanced (6ª serie)
    • Pokémon Advanced – Battle (8ª serie)
    • Pokémon Advanced – Challenge (7ª serie)
    • Pokémon: Battle Frontier (9ª serie)
    • Pokémon Chronicles (Gotta Catch’ém all!)(spinoff)
    • Pokémon Diamante e Perla (10ª serie)
    • Pokémon: Master Quest (5ª serie)
    • Pokémon – Oltre i Cieli dell’Avventura (2ª serie)
  • Pollicina
  • Poochini
  • Popeye (Braccio di Ferro)
  • Power Stone
  • Prendi il mondo e vai
  • Prezzemolo
  • Principe Valiant
  • Puffa un po’ di arcobaleno
  • Qua la zampa Doggie
  • Quattro amici per una missione intorno al mondo
  • Quella strana fattoria
  • Questa allegra gioventù
  • Quick Draw Mc Graw (Ernesto Sparalesto)
  • Rascal, il mio amico orsetto
  • Re Artù e i cavalieri della tavola rotonda
  • Re Artù, King Arthur
  • Rescue Heroes – Squadra Soccorso
  • Riscopriamo le Americhe
  • Ritorno al Futuro
  • Roba da Gatti!
  • Robin Hood
  • Robinson Bignè
  • Rollbots
  • Roma, un grande impero
  • Rombi di tuono e cieli di fuoco per i Biocombat
  • Rossana
  • Roswell Conspiracies
  • Rugrats
  • Rupert
  • Rupert Bear
  • Ruy, il piccolo Cid
  • Ryo, un ragazzo contro un impero
  • Ryu, il ragazzo delle caverne
  • Sabrina – The Animated Series
  • Sagwa
  • Sailor Moon
    • Petali di stelle per Sailor Moon (5ª serie)
    • Sailor Moon (1ª serie)
    • Sailor Moon e il cristallo del cuore (3ª serie)
    • Sailor Moon e il mistero dei sogni (4ª serie)
    • Sailor Moon, la luna splende (2ª serie)
  • Sale e Pepe
  • Sally la maga
  • Samson & Neon
  • Sandy dai mille colori
  • Savage dragon
  • Scodinzola la vita e abbaia l’avventura con Oliver
  • Scooby-Doo
  • Scooby-Doo and Scrappy-Doo
  • Scooby-Doo, where are you?
  • Scuola di Polizia
  • Shaman King
  • Sheep
  • Sherlock Holmes – Indagini dal futuro
  • Shin-Chan
  • Shin Hakkenden
  • Shizuku
  • Si salvi chi può! Arriva Dennis
  • Siamo fatti così – Esplorando il corpo umano
  • Siamo quelli di Beverly Hills
  • Simpatiche Canaglie
  • Simsalagrimm
  • Sitting Ducks
  • Skeleton Warriors
  • Skysurfer: le cinque stelle della galassia
  • Slayers
    • Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo I (Slayers) (1ª serie)
    • Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo II (Slayers Next) (2ª serie)
    • Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo III (Slayers Try) (3ª serie)
  • Snooper and Blabber
  • Sonic
    • Le avventure di Sonic (1ª serie)
    • Sonic (2ª serie)
    • Sonic Underground (3ª serie)
    • Sonic X (4ª serie)
  • Sophie e Vivianne: due sorelle e un’avventura
  • Sorridi, piccola Anna
  • South Park
  • Space Goofs – Vicini troppo vicini
  • Spicchi di cielo tra baffi di fumo
  • Spiderman – L’Uomo-Ragno
  • Spiderman Unlimited
  • Spider Riders
  • Spie, missioni e coccodrilli: Sos Croco
  • Spongebob
  • Sport Billy
  • Starla e le sette gemme del mistero
  • Stilly e lo specchio magico
  • Street Sharks: Quattro pinne all’orizzonte
  • Sugar Sugar
  • Sulle ali dei Dragon Flyz
  • Super Dave
  • Super Mario
  • Superman
  • Supermodels
  • Svicolone
  • Tante fiabe nel cassetto – Il mondo di Beatrix Potter
  • Tartarughe Ninja
    • Tartarughe Ninja alla riscossa (1ª serie)
    • Tartaruhe Ninja (TMNT) (2ª serie, stagioni 1-4)
    • Teenage Mutant Ninja Turtles: Fast Forward (2ª serie, 6ª stagione)
  • Tatino e Tatone
  • Tazmania
  • Teen Titans
  • Tekkaman
  • Teknoman
  • Temi d’amore fra i banchi di scuola
  • Teo and Friends
  • Teodoro e l’invenzione che non va
  • Tex Avery Show
  • The 13 Ghosts of Scooby-Doo
  • The Ant and the Aardvark
  • The Batman
  • The Cleveland Show
  • The Gary Coleman Show
  • The Inspector
  • The Jetsons
  • The Kwicky Koala Show
  • The Looney Tunes Show
  • The Mask
  • The Owl
  • The Real Ghostbusters
  • The Scooby-Doo Show
  • The Secret Files of the Spy Dogs
  • The Tom & Jerry Show
  • The Woody Woodpecker Show
  • Thunderbirds 2086
  • Tin-Tin
  • Tiny Planets
  • Tiny Toons/I favolosi Tiny
  • Tippete, Tappete, Toppete
  • Tiritere e ghirigori per due topi in mezzo ai fiori
  • Ti voglio bene Denver
  • Tom & Jerry
  • Tom & Jerry Comedy Show
  • Tom & Jerry Kids
  • Tom & Jerry Tales
  • Toot & Puddle
  • Top Cat
  • Tornado Kid e Sonnacchia
  • Totally Spies – Che Magnifiche Spie!
  • Touché Tourtle & Dum-Dum (Luca Tortuga)
  • Tra le onde del lago incantato
  • Transformers Animated
  • Transformers Cybertron
  • Transformers Generation VI
  • Transformers: Prime
  • T-Rex
  • Trollz
  • Trucchi, magie e illusioni per una dolce principessa
  • Tutti in campo con Lotti
  • Tutti in scena con Melody
  • Tutti in viaggio verso Pandalandia
  • Twin Princess – Principesse gemelle
  • Ughetto cane perfetto
  • Ugo Lupo
  • Ultraforce
  • Una classe di monelli per Jo
  • Una foresta incantata per Katia e Carletto
  • Una giungla di avventure per Kimba
  • Una giungla di stelle per capitan Simian
  • Un alveare di avventure per l’ape Magà
  • Una miss scacciafantasmi
  • Una per tutte, tutte per una
  • Una porta socchiusa ai confini del sole – Magic Knight Rayearth
  • Una scuola per cambiare
  • Una Sfida Olimpionica
  • Una sirenetta innamorata
  • Una sirenetta tra noi
  • Una tigre bianca per Sigfried e Roy
  • Un’Avventura Fantastica
  • Un complotto tra le onde del mare
  • Un fiocco per sognare, un fiocco per cambiare
  • Universi paralleli per Bucky O’Hare
  • Un mostro tutto da ridere
  • Un oceano di avventure
  • Un passo dopo l’altro sulle strade di Gesù
  • Un regno incantato per Zelda
  • Un regno magico per Sally
  • Un tritone per amico
  • Un Uragano di Goal
  • Un vagone di misteri e un’ondata di guai per Nick
  • Un videogioco per Kevin
  • Viaggiamo con Benjamin
  • Vicky il vichingo
  • Video Power
  • Vipo
  • Vita da streghe
  • Viva Pinata
  • Vladimiro e Placido
  • Vola, mio mini pony (1984)
  • Vola, mio mini pony (1992)
  • Voltron
  • Wacky Races
  • Wally Gator
  • Walter Melon
  • Webdiver
  • What a Mess, Slump & Arale
  • Widget, un alieno per amico
  • W.I.T.C.H.
  • Wonder Bevil
  • X-Men: Evolution
  • Yoghi, salsa e merende
  • Yogi Bear
  • Yu-Gi-Oh!
    • Yu-Gi-Oh! 5D’s (3ª serie)
    • Yu-Gi-Oh! Grand Championship (1ª serie, 2ª stagione)
    • Yu-Gi-Oh! GX (2ª serie)
  • Yui ragazza virtuale
  • Zero in condotta
  • Zig & Sharko
  • Zip & Zap
  • Zoids
  • Zorro
  • Zorro – Generazione Z

Quiz

  • Ok, il prezzo è giusto! (con Gigi Sabani e poi con Iva Zanicchi dal 1983 al 1987, anno in cui è passato su Rete 4)
  • Autostop (con Marco Columbro nell’estate 1984)
  • Help! (con da Umberto Smaila, Franco Oppini e Ninì dal 1985 al 1986)
  • Il gioco delle coppie (con Marco Predolin dal 1985 al 1986 per poi passare su Rete 4)
  • Per la strada (con da Marco Balestri)
  • Sarabanda (con Enrico Papi dal 1997 al 2006 per passare su Canale 5 nel 2009)
  • Il gioco dei 9 (con Enrico Papi nel 2004)
  • Il quizzone (con Amadeus, precedentemente in onda su Canale 5)
  • La ruota della fortuna (con Enrico Papi e Victoria Silvestedt dal 2007 al 2009)
  • Canta e Vinci (con Amadeus e Checco Zalone)
  • Mercante in fiera (con Pino Insegno ed Ainette Stephens)
  • Il colore dei soldi (con Enrico Papi e Raffaella Fico)
  • Prendere o lasciare (con Enrico Papi e Raffaella Fico)
  • CentoxCento (con Enrico Papi e Raffaella Fico)
  • Viva Las Vegas – fate il vostro gioco (con Enrico Papi)
  • The Cube – La sfida (con Teo Mammucari)
  • Trasformat (con Enrico Papi)
  • Top One (con Enrico Papi)
  • Urka! (con Paolo Bonolis)

Informazione e approfondimento

  • Lucignolo (2003 – 2008)
  • Insider (2012)

Programmi per ragazzi

  • Bim Bum Bam (in onda dal 1982 al 1990 e dal 1997 al 2002. Poi passato su Canale 5)
  • Ciao ciao (in onda dal 1988 al 1990 e dal 1991 al 2001. Precedentemente in onda su Rete 4)
  • Caffelatte ( in onda dalla fine degli anni ’80. Prima in onda su Canale 5)
  • Teen Toon Town (2000 – 2005)
  • Ziggie (2002 – 2005)
  • Topo Gigio show (in onda a metà degli anni 2000)
  • Cartoon Uno (in onda dal 2005)

Conduttori principali

Anni ’80

  • Amadeus
  • Enrico Beruschi
  • Syusy Blady
  • Manuela Blanchard Beillard
  • Paolo Bonolis
  • Barbara Bouchet
  • Cesare Cadeo
  • Claudio Cecchetto
  • Athina Cenci
  • Licia Colò
  • Lorella Cuccarini
  • Gianfranco D’Angelo
  • Cristina D’Avena
  • Andrea De Adamich
  • Fiorello
  • Franco Franchi
  • Ciccio Ingrassia
  • Edwige Fenech
  • Giuliano Ferrara
  • Gialappa’s Band
  • Gabriella Golia
  • Ezio Greggio
  • Jovanotti
  • Linus
  • Debora Magnaghi
  • Giorgio Mastrota
  • Davide Mengacci
  • Maurizio Milani
  • Maurizio Mosca
  • Paola Perego
  • Leonardo Pieraccioni
  • Moana Pozzi
  • Ric e Gian
  • Patrizio Roversi
  • Carmen Russo
  • Gigi Sabani
  • Gerry Scotti
  • Teo Teocoli
  • Mara Venier
  • Raimondo Vianello
  • Zuzzurro e Gaspare

Anni ’90

  • Amadeus
  • Ambra Angiolini
  • Marco Balestri
  • Marco Bellavia
  • Enrico Bertolino
  • Daria Bignardi
  • Paolo Bonolis
  • Daniele Bossari
  • Carlotta Pisoni Brambilla
  • Alberto Brandi
  • Cesare Cadeo
  • Elenoire Casalegno
  • Guido Cavalleri
  • Roberto Ceriotti
  • Andrea De Adamich
  • Fiorello
  • Fiorellino
  • Mago Forest
  • Gialappa’s Band
  • Serena Dandini
  • Samantha De Grenet
  • Antonella Elia
  • Gianni Fantoni
  • Emilio Fede
  • Giuliano Ferrara
  • Emanuela Folliero
  • Gianfranco Funari
  • Gene Gnocchi
  • Gabriella Golia
  • Corrado Guzzanti
  • Paolo Hendel
  • Michelle Hunziker
  • Marta Iacopini
  • Filippa Lagerbäck
  • Luca Laurenti
  • Amanda Lear
  • Linus
  • Claudio Lippi
  • Paolo Liguori
  • Luca e Paolo
  • Daniele Luttazzi
  • Debora Magnaghi
  • Teo Mammucari
  • Alessia Marcuzzi
  • Giorgio Mastrota
  • Alessia Merz
  • Maurizio Milani
  • Maurizio Mosca
  • Walter Nudo
  • Federica Panicucci
  • Enrico Papi
  • Andrea Pellizzari
  • Sandro Piccinini
  • Antonello Piroso
  • Peppe Quintale
  • Rachele Restivo
  • Eva Robin’s
  • Carlo Sacchetti
  • Michele Santoro
  • Nicola Savino
  • Gerry Scotti
  • Natasha Stefanenko
  • Teo Teocoli
  • Simona Ventura
  • Raimondo Vianello
  • Fabio Volo

Anni 2000

  • Diego Abatantuono
  • Amadeus
  • Digei Angelo
  • Marco Berry
  • Daria Bignardi
  • Claudio Bisio
  • Ilary Blasi
  • Daniele Bossari
  • Beppe Braida
  • Rossella Brescia
  • Elisabetta Canalis
  • Luca Bizzarri
  • Paolo Kessisoglu
  • Fabio Canino
  • Cristina Chiabotto
  • Piero Chiambretti
  • Ilaria D’Amico
  • Andrea De Adamich
  • Fabio De Luigi
  • Raffaella Fico
  • Fiorello
  • Mago Forest
  • Gialappa’s band
  • Mario Giordano
  • Gabriella Golia
  • Giulio Golia
  • Magda Gomes
  • Paolo Hendel
  • Michelle Hunziker
  • Vanessa Incontrada
  • Pino Insegno
  • Luciana Littizzetto
  • Claudio Martelli
  • Teo Mammucari
  • Alessia Marcuzzi
  • Guido Meda
  • Maurizio Mosca
  • Federica Panicucci
  • Enrico Papi
  • Alba Parietti
  • Benedetta Parodi
  • Andrea Pellizzari
  • Paola Perego
  • Enrico Ruggeri
  • Nicola Savino
  • Victoria Silvstedt
  • Melita Toniolo
  • Simona Ventura
  • Fabio Volo
  • Checco Zalone

Anni 2010

  • Tonino Accolla
  • Jane Alexander
  • Claudio Amendola
  • Digei Angelo
  • Luca Argentero
  • Paola Barale
  • Pippo Baudo
  • Marco Berry
  • Luca Bizzarri
  • Ilary Blasi
  • Daniele Bossari
  • Claudio Brachino
  • Alberto Brandi
  • Rossella Brescia
  • Enrico Brignano
  • Christian Cannarella
  • Antonio Casanova
  • Fiammetta Cicogna
  • Francesca Cipriani
  • Cristina D’Avena
  • Andrea De Adamich
  • Raz Degan
  • Mago Forest
  • Alessandro Gassmann
  • Tessa Gelisio
  • Giulio Golia
  • Paolo Kessisoglu
  • Vladimir Luxuria
  • Teo Mammucari
  • Guido Meda
  • Juliana Moreira
  • Federica Nargi
  • Enrico Papi
  • Francesca Piccinini
  • Rachele Restivo
  • Paolo Ruffini
  • Sabrina Salerno
  • Elena Santarelli
  • Nicola Savino
  • Xenia Tchoumitcheva
  • Melita Toniolo
  • Niccolò Torielli
  • Fabio Troiano
  • Uan
  • Nicolas Vaporidis
  • Angelo Pintus
  • Nadia Toffa

Volti della rete

In passato Italia 1 ha avuto le sue annunciatrici. Come detto, il volto storico della rete che annunciava i programmi è stata Gabriella Golia che ha ricoperto tale ruolo per vent’anni dal 1982 al 2002 (la Golia era stata anche annunciatrice di Antenna Nord). Annunciatrici della rete sono state anche Veronica Ghinzani dal 1982 al 1984, Manuela Blanchard Beillard nei primi anni ottanta, Fiorella Pierobon dal 1982 al 1984 (poi diventata annunciatrice ufficiale di Canale 5), Licia Colò dal 1982 al 1985. Nel 2002 Italia 1 ha eliminato la figura della signorina buonasera (la stessa cosa è successa anche a Canale 5 nel dicembre 2004).

La voce storica dei promo di Italia 1 è quella del doppiatore Fabrizio Casadio, che continuò ad annunciare i promo fino ad ottobre 1997. A partire dal 1º gennaio 2009, i promo vengono annunciati da Raffaele Farina.

Ascolti

Share 24h* di Italia 1

GennaioFebbraioMarzoAprileMaggioGiugnoLuglioAgostoSettembreOttobreNovembreDicembreMedia anno
20127,85%7,54%7,64%7,89%7,81%7,62%7,44%6,84%7,20%6,98%6,62%6,46%7,33%
20136,47%6,43%6,58%6,34%6,59%6,75%6,69%6,45%6,63%6,43%6,49%6,54%6,53%
20146,15%6,04%6,10%5,84%5,63%5,71%6,08%6,44%6,25%5,95%5,75%6,05%5,99%
20155,54%5,46%[6]5,95%5,94%5,47%5,79%5,92%5,84%5,51%5,53%5,56%

*Giorno medio mensile su target individui 4+

Informazioni su diego80 (2181 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: