ULTIM'ORA

Meraviglioso ed emozionante escursione sul Sentiero degli Inca verso Machu Picchuu

Zaino in spalla e attraversiamo il fiume Urubamba al famoso kilometro 88, l'inizio dello stupendo INCA TRAIL

A causa di uno sciopero dei treni, siamo costretti a farci portare di sera in corriera in una località a 11 km dalla partenza dei Sentiero INCA, dormiamo in un pascolo all'aperto senza tenda e alla mattina presto partiamo incamminandoci lungo la ferrovia per percorrere 11 km che ci separano dal km 88, ma dopo circa 5 km giunge alle nostre spalle una piccola locomotiva, ci sbracciamo per farci dare un passaggio e con stupore si ferma e ci carica a bordo portandoci alla partenza dei sentiero

A causa di uno sciopero dei treni, siamo costretti a farci portare di sera in corriera in una località a 11 km dalla partenza dei Sentiero INCA, dormiamo in un pascolo all’aperto senza tenda e alla mattina presto partiamo incamminandoci lungo la ferrovia per percorrere 11 km che ci separano dal km 88, ma dopo circa 5 km giunge alle nostre spalle una piccola locomotiva, ci sbracciamo per farci dare un passaggio e con stupore si ferma e ci carica a bordo portandoci alla partenza del sentiero

Nello zaino lo stretto necessario da mangiare per due giorni, poi tenda, materassino e sacco a pelo, da bere ci dissetiamo con lacqua delle sorgenti, la partenza è a 2600 m di altitudine

Nello zaino lo stretto necessario da mangiare per due giorni, poi tenda, materassino e sacco a pelo, una cartina comprata a CUTZCO, da bere ci dissetiamo con l’acqua delle sorgenti, la partenza è a 2600 m di altitudine

Nel primo tratto del sentiero ci inoltriamo in un bellissimo bosco di eucalipti

Nel primo tratto del sentiero ci inoltriamo in un bellissimo bosco di eucalipti

Nei pressi di un villaggio ci imbattiamo in un branco di cavalli

Nei pressi di un villaggio ci imbattiamo in un branco di cavalli

Incominciamo a vedere i primi siti archeologici degli INCA

Incominciamo a vedere i primi siti archeologici degli INCA

Prima sosta in una radura a circa 3.000 metri di quota

Prima sosta in una radura a circa 3.000 metri di quota

La quota si fa sentire, ma lo spettacolo delle valli e montagne andine ci galvanizza ricaricandoci sempre di più.

La quota si fa sentire, ma lo spettacolo delle valli e montagne andine ci galvanizza ricaricandoci sempre di più.

Dopo oltre 9 ore di cammino giungiamo al passo WARMIWANISQA

Dopo oltre 9 ore di cammino giungiamo al passo WARMIWANISQA a 4050 metri di quota

Dopo una ripida discesa dobbiamo risalire per giungere in uno spiazzo per piazzare la tenda per la prima notte lungo il sentiero,

Dopo una ripida discesa dobbiamo risalire per giungere in uno spiazzo per piazzare la tenda per la prima notte lungo il sentiero,

Alla prima tappa siamo appena in tre, io Marco e Fjodor, Alessio e Cesare sono costretti ad attendare in fondo ad una valletta per fare compagnia al simpatico napoletano Giuseppe che risente della immane fatica accumulata e passeranno la notte con un pezzo di tenda perchè il telo esterno era rimasto nel nostro zaino

Alla prima tappa dopo 12 ore di marcia giungiamo appena in tre alla prima tappa, io Marco e Fjodor, Alessio e Cesare sono costretti ad attendare in fondo ad una valletta per fare compagnia al simpatico napoletano Giuseppe che risente della immane fatica accumulata e passeranno la notte con un pezzo di tenda perchè il telo esterno era rimasto nel nostro zaino

Dopo aver dormito tra i ruderi di una appostamento INCAICO sotto una rabberciata tenda di buon'ora si parte per la seconda tappa

Dopo aver dormito tra i ruderi di una appostamento INCAICO sotto una rabberciata tenda di buon’ora si parte per la seconda tappa

My beautiful picture

La maestosità di queste rovine è solo il preludio di quello che vedremo il giorno successivo

In un paio d'ore di cammino altre rovine INCA ci appaiono ai nostri occhi

In un paio d’ore di cammino altre spettacolari rovine INCA ci appaiono ai nostri occhi

La seconda notte l'abbiamo passata in un rifugio, all'alba partiamo per ammirare la meraviglia di Machu Picchu e dopo un paio di ore giungiamo alla Porta del Sole da dove si può vedere dall'alto Machu Picchu, ma la nebbia fa da sipario facendoci sospirare lo spettacolo per un paio di ore, ma poi poco alla volta iniziano ad apparire le prime mura del sito archeologico incaico, la trepidante attesa sembra congeniata da una divina regia svelando lentamente tutta la affascianante bellezza del sito

La seconda notte l’abbiamo passata in un rifugio, all’alba partiamo per ammirare la meraviglia di Machu Picchu e dopo un paio di ore giungiamo alla Porta del Sole da dove si può vedere dall’alto Machu Picchu, ma la nebbia fa da sipario facendoci sospirare lo spettacolo per un paio di ore, ma poi poco alla volta iniziano ad apparire le prime mura del sito archeologico incaico, la trepidante attesa sembra congeniata da una divina regia svelando lentamente tutta la affascianante bellezza del sito

Incantati davanti a questo spettacolo, poco alla volta di avviciniamo per addentrarci nei suoi viottoli a curiosare

Incantati davanti a questo spettacolo, poco alla volta di avviciniamo per addentrarci nei suoi viottoli a curiosare

Situato a oltre 3,000 metri di quota ci passiamo tutto un pomeriggio tra le sue rovine

Situato a oltre 3,000 metri di quota ci passiamo tutto un pomeriggio tra le sue rovine

L'osservatorio astronomico

L’osservatorio astronomico

Scorcio suggestivo di scalinate

Scorcio suggestivo di scalinate

Occasionali amici sulllo Huajna Picchu

Occasionali amici sulllo Huajna Picchu

Il Machu Picchu dallo Huajna Picchu

Il Machu Picchu dallo Huajna Picchu

Sullo sfondo lo Huajna Picchu

Sullo sfondo lo Huajna Picchu

Giunti ad Aguas Calientes dopo la discesa da Machu Picchu e fine della nostra galoppata sulle Ande

Giunti ad Aguas Calientes dopo la discesa da Machu Picchu e fine della nostra galoppata sulle Ande

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: