ULTIM'ORA

Bomber di provincia #1 -Igor Protti

Inizia quest’oggi un viaggio all’interno dei “bomber” di provincia, quelli cioè che si sono affermati in squadre di piccola e media caratura e magari hanno deluso un po’ le attese se ingaggiati da squadroni metropolitani.Oggi tocca ad Igor protti, che insieme a Dario Hubner è stato l’unico a vincere la classifica marcatori nelle tre principali categorie calcistiche (serie A-serie B-serie C1), nonchè unico capocannoniere di serie A ed essere retrocesso a fine stagione.

 

Igor Protti è stato un autentico sfondatore di reti in provincia. Nato a Rimini il 24 settembre 1967, dopo una vita spesa nelle areee avversarie (soprattutto con Bari e Livorno), attualmente ha smesso di scendere in campo preferendo sedersi dietro ad una scrivania, essendo direttore sportivo del Tuttocuoio, club di Lega Pro.

Il 27 marzo 2007 riceve la cittadinanza onoraria di Livorno e il giorno dopo quella di Bari.

Mentre è ancora in attività agonistica, diventa testimonial dell’Unicef. Nel maggio 2009, nell’ambito di un progetto di beneficenza, interpreta una versione narrata de La bohème di Puccini al Teatro I 4 mori di Livorno. Con la compagnia teatrale Mayor Von Frinzius, composta da 80 attori dei quali metà portatori di handicap psichico, porta in scena nello stesso mese al Teatro Carlo Goldoni di Livorno lo spettacolo “Agàpe – ti manca chi c’è, t’innamori di chi manca”, per la regia di Lamberto Giannini.

DA RIMINI A LIVORNO, IL BOMBER – Inizia proprio nella squadra del suo paese, il Rimini,debuttando sedicenne in prima squadra il 27 maggio 1984. Nelll’estate 1985 passa al Livorno la prima volta della sua carriera, dove in tre stagioni, tutte in serie C1, segna 12 gol in 72 presenze. Nel 1988 passa in prestito alla Virescit Bergamo (antenata dell’Alzano), dove affina il suo senso del gol con 10 gol in 31 presenze. Nel 1989 si sposta al sud, passando al Messina, dove ha modo di debuttare in serie B: 12, 13 e 10 gol sono il bottino delle 3 stagioni in Sicilia.

$(KGrHqQOKjwE0+sooBwMBNZkMTUCc!--_35

 

Nel 1992 si trasferisce al Bari, dove dopo 2 stagioni in serie B ottiene la promozione in serie A nel 1994, chiudendo al secondo posto dietro la Fiorentina. Quella stagione segnò 6 gol in 18 presenze. In serie A debutta il 4 seetembre 1994 in Bari-Lazio 0-1, mentre il primo gol arriva il 30 ottobre, nel 4-1 al Genoa, segnando una doppietta.. Chiude la stagione con 7 gol in 28 partite. Ma è la stagione 1995-96 che davvero è la più esplosiva del bomber romagnolo: va a segno nelle prime 4 giornate, tra cui una tripletta in Lazio-Bari 3-3. Segna regolarmente e grazie alla doppietta alla Juventus nell’ultimo turno si laurea capocannoniere con 24 gol alla pari del laziale Signori.

11i1f1v

Il Bari però si classifica quart’ultimo e retrocede, e così Igor diventa il primo capocannoniere di una squadra retrocessa. Ma lui non retrocederà comunque, visto che nell’estate 1996 passa proprio alla Lazio dell’altro capocannoniere Signori.

s-l225

Riguardo quella trattativa di mercato, Protti ha rivelato molti anni dopo che egli era vicinissimo a firmare con l’Inter, ma prima di poterlo tesserare i nerazzurri avevano la necessità di cedere Ivan Zamorano: non essendo riusciti a vendere il cileno, si ritirarono dalla trattativa e così egli si accasò con il team romano. Ma la sua stagione nella capitale non è eccezionale: quasi mai titolare, segna 7 gol (tra cui una tripletta nel 6-1 alla Reggiana), poi passa al Napoli.

wbresize

Sotto il Vesuvio le polveri però si bagnano: solo 4 gol in 27 presenze e a fine stagione subisce la seconda retrocessione della sua carriera. Si ricorderà solo per il gol del 2-2 in pieno recupero in casa della Juve. Torna così alla Lazio, ma dopo una manciata di presenze ( e la vittoria della Supercoppa Italiana in casa della Juventus, essendo nella rosa biancoceleste) viene ceduto ad ottobre 1998 alla Reggiana in serie B, dove recupera il feeling col gol, segnandone 8 in 24 gare. Ma a fine stagione viene ceduto al Livorno, seconda squadra della sua carriera.

igor-protti

Con i toscani segna con una continuità impressionante: fa 11 gol la prima stagione, ma la seconda fa meglio, laureandosi capocannoniere del girone A con 17 gol ma perde la finale playoff col Como. Nella stagione 2001-2002 è ancora capocannoniere con 27 centri, record per un girone di serie C1, condiviso con Cristian Riganò del Messina in quella stessa stagione. Ottiene così la promozione in serie B grazie alla vittoria del girone, beffando l’Alzano Virescit. Nel 2002-2003 è capocannoniere anche di serie B con 23 gol, suo terzo titolo consecutivo, diventando il primo ad essere capocannoniere in tutte le principali serie calcistiche italiane. Gioca così la lunga stagione di serie B 2003-2004, dove segna altri 24 gol. Arriva pure la seconda promozione consecutiva, quella in serie A, un evento che a Livorno attendevano da 55 anni. Nella sua ultima stagione, ritrova la serie A dopo 6 anni ed in coppia con Cristiano Lucarelli, che sarà capocannoniere a fine stagione, segnerà ancora 6 gol. L’ultimo gol in serie A è segnato il 22 maggio 2005 alla Juventus, nel 2-2 finale.

lucarelli-protti-livorno

Protti con Lucarelli a Livorno.

Dopo aver conseguito il patentino per allenare formazioni giovanili e di Lega Pro Seconda Divisione, nell’estate 2012 viene annunciato dalla stampa (Tuttosport e La Nazione) come allenatore del Milazzo per la stagione 2012-2013. Protti ha tuttavia smentito i contatti con la squadra che è stata infatti successivamente affidata a Marco Tosi.

Il 18 giugno 2015 diventa il nuovo direttore sportivo del Tuttocuoio.

Con altri giocatori celebri, il 2 luglio 2010 prende parte alla Nazionale italiana di beach soccer nel quadrangolare della Coppa del Mediterraneo, segnando un goal e aggiudicandosi con la squadra la competizione contro Austria, Germania e Olanda.

c54da7fd07cfb95e73f08750eaff2aab-25381-ee19a4959fc599f22eb2f42b83ee215f

Igor Protti oggi

PALMARES

da tuttocalciatori.net

CARRIERA DI PROTTI IGOR

STAGIONESQUADRA
SERIEPRESENZE
GOAL
TT
SB
SS
G
R
2004-2005A.S. LIVORNOA27600000
2003-2004A.S. LIVORNOB462400000
2002-2003A.S. LIVORNOB372300000
2001-2002A.S. LIVORNOC1312700000
2000-2001A.S. LIVORNOC1321700000
1999-2000A.S. LIVORNOC1261100000
10/1998A.C. REGGIANAB24800000
1998-1999S.S. LAZIOA2000000
1997-1998S.S.C. NAPOLIA27400000
1996-1997S.S. LAZIOA27700000
1995-1996BARIA332400000
1994-1995BARIA28700000
1993-1994BARIB18600000
1992-1993BARIB33900000
1991-1992MESSINAB351000000
1990-1991MESSINAB331300000
1989-1990MESSINAB351200000
1988-1989VIRESCITC1311000000
1987-1988A.S. LIVORNOC129900000
1986-1987A.S. LIVORNOC121100000
1985-1986A.S. LIVORNOC125200000
1984-1985RIMINI CALCIOC15000000
1983-1984RIMINI CALCIOC12000000
TOTALE60723000000

Giocatore

Club

  • Super coppa italiana.svg Supercoppa italiana: 1
Lazio: 1998
  • Campionato italiano Serie C1: 1
Livorno: 2001-2002

Individuale

  • Capocannoniere della Serie A: 1
1995-1996 (24 gol, insieme a Giuseppe Signori)
  • Capocannoniere della Serie B: 1
2002-2003 (23 gol)
  • Capocannoniere della Serie C1: 2
2000-2001 (20 gol)
2001-2002 (27 gol)
Informazioni su diego80 (1949 Articoli)

Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus

Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: