ULTIM'ORA

Ray Bradbury e la sua Fantascienza

uno dei massimi esponenti del mondo della Science-Fiction

Sei arrivato alla fantascienza con Ray Bradbury o con Isaac Asimov?
Questa è la sclassica domanda  che si fanno tra di loro gli appassionati di Fantascienza

250px-Ray_Bradbury_(1975)_-cropped-

E siccome qualcosa di Asimov abbiamo già detto, è quindi doveroso quest’oggi parlare di Ray Bradbury.

Nasce nel 1920 negli Stati Uniti da padre americano e madre svedese. In un periodo caratterizzato dalla crisi economica della Grande Depressione.
All’età di 8 anni  legge per sbaglio dei racconti di fantascienza. La passione si scontra però con la mancanza di soldi per acquistare altre riviste. E allora? Cosa fa? Inizia a scrivere LUI le sue storie. Per se stesso.

A 14 anni la famiglia si strasferisce a Los Angeles e a 17 anni inizia a pubblicare (con scarso successo) grazie a un club locale di Science Fiction. Una cosa che lo unisce inconsapevolmente ad Asimov, é che entrambi per campare  scrivono anche racconti noir e polizieschi.

Uno dei primi e importanti libri che Ray pubblica è “Cronache Marziane“, una raccolta di 28 racconti dove si descrive la colonizzazione del genere umano al pianeta Marte. Le vicende si svolgono a partire da un lontano anno 1999 e si concludono nell’altrettanto lontanissimo 2026. Il libro esce per la prima volta in Italia nel 1954.

Le storie condividono solo in parte l’ambientazione, che in qualche caso non è del tutto coerente.
Ma poco importa.
Si tratta sempre di racconti basati su idee molto originali ed estremamente stimolanti  e condite con lo stile e la poesia tipiche di Ray Bradbury.

Poco attento al rispetto delle leggi della fisica e della meccanica, lascia uscire dalla sua macchina da scrivere episodi più legati alla fantasia che alla descrizione tecnologica

Tutto questo rende il libro un ottimo strumento per iniziare altre persone alla fantascienza.

cronache

E’ quasi impossibile riuscire a definire quale tra “Fahrenheit 451” e “Cronache marziane” possa essere il miglior libro scritto da Ray.

Adesso, tutti in biblioteca a cercare il libro?

Che inizia con questa frase: «È una bella cosa riscoprire la meraviglia» disse il filosofo. «L’astronautica ci ha fatto tornare tutti bambini.»

Informazioni su Hieronymus (60 Articoli)
matematica, fisica, meccanica tradizionale, meccanica quantistica, relatività, scienza, libri, fumetti, film, musica.
Contatto: Facebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: