ULTIM'ORA

Bomber di provincia – Dario Hübner

Lo si può trovare di sovente con Marllboro o pinta di birra, destreggiarsi tra campi e bar di famiglia: Dario Hübner, bomber triestino, dopo una vita in rete nei campi di provincia, si è allontanato dal mondo del calcio dopo aver tentato senza fortuna la carriera da allenatore. Soprannominato il Bisonte, o Tatanka, e come Igor Protti ha vinto la classifica marcatori in serie A (col Piacenza), in serie B (col Cesena) e in C1 (Fano). Purtroppo, come Protti, non ha mai vestito neppure una volta la maglia della Nazionale.Vanta origini tedesche da parte di padre: il nonno era di Francoforte e si trasferì a Trieste[4]. È sposato con Rosa Cantoni (sorella di Federico, suo ex compagno di squadra[5]), dalla quale ha avuto due figli, Michela e Marco[6]. Vive in una cascina ristrutturata a Passarera, paese a pochi chilometri da Crema[7] nel quale insieme alla moglie e ai suoceri gestisce un bar.

LA CARRIERA – Dopo gli esordi nella Muggesana[4] durante i quali alternava l’attività di calciatore con quella di carpentiere[5], inizia l’attività agonistica a 20 anni, nella Pievigina, nel Campionato Interregionale 1987-1988, segnando 10 reti[4].

Nella stagione successiva passa al Pergocrema, in Serie C2, con cui mette a segno 6 reti. Nell’ottobre 1989 passa al Fano, con cui conquista la promozione dalla Serie C2 allaSerie C1[4]. Rimane nelle Marche per tre stagioni, sotto la guida di Francesco Guidolin, mettendosi in luce come abile contropiedista e guadagnandosi il soprannome di Bisonte[4]o Tatanka[8]. Nel 1992 viene acquistato dal Cesena[4]: con i bianconeri milita per cinque stagioni consecutive in Serie B, andando in doppia cifra in ogni stagione e conquistando il titolo di capocannoniere nella stagione 1995-1996, nella quale realizza 22 reti.

hubner3

In seguito alla retrocessione del Cesena in Serie C1, nel 1997 passa al Brescia, con cui esordisce in Serie A già trentenne.

0053

Va a segno già alla prima giornata, a San Siro contro l’Inter, e alla seconda realizza una tripletta contro la Sampdoria[4]. Nonostante le 16 reti messe a segno il Brescia retrocede in Serie B, e Hübner contribuisce con 21 reti alla nuova promozione delle Rondinelle nel 2000. Nella stagione 2000-2001 al Brescia è in coppia con Roberto Baggio, anche se più volte l’allenatore Carlo Mazzone gli preferisce il centravanti albanese Igli Tare, giunto a Brescia nel mercato di gennaio. A fine stagione totalizza 17 reti, che portano il Brescia a qualificarsi per la Coppa Intertoto.

Nel 2001 passa al Piacenza, neopromosso in Serie A[9], per circa 6 miliardi di lire[10].

40a946682c822520a146149935330e04-31453-d41d8cd98f00b204e9800998ecf8427e

Nella stagione 2001-2002 conquista il titolo di capocannoniere della massima serie con 24 reti segnate, a pari merito con David Trezeguet, e contribuisce alla salvezza del club emiliano: all’età di trentacinque anni è, al tempo, il più anziano giocatore capace di vincere la classifica marcatori della Serie A, un record che gli sarà strappato nel 2015 dal trentottenne Luca Toni[11]. A seguito di questo exploit, nel maggio 2002 viene aggregato in prestito alla rosa del Milan per la tournée americana[12];

hubnerr

con la maglia rossonera giocherà tre incontri senza, peraltro, mettere a segno alcun gol. Nella stagione successiva mette a segno 14 gol, diventando così il giocatore che ha segnato più gol in Serie A nella storia del Piacenza (38)[13]; tuttavia non sono sufficienti a evitare la retrocessione degli emiliani in Serie B.

Nel 2003 rescinde il contratto e si accasa all’Ancona[14], neopromosso in Serie A.

mpmchY0r03v2EtzGMxuapFA

Rimane coinvolto nella stagione disastrosa della squadra dorica, e in sei mesi rimane a secco di reti, prima di trasferirsi al Perugia nel gennaio 2004[15]. Con gli umbri disputa le sue ultime partite nella massima serie, mettendo a segno 3 reti nell’annata della retrocessione in Serie B dopo lo spareggio con la Fiorentina.

Nel 2004 scende in Serie C1 giocando nel Mantova, dove ritrova Paolo Poggi già suo compagno d’attacco nel Piacenza: mette a segno 7 reti contribuendo al ritorno dei virgiliani in Serie B[16], poi decide di abbandonare definitivamente il professionismo. Dopo due esperienze in Serie D (a Chiari e Rodengo Saiano)[16], nella stagione 2006-2007 si trasferisce all’Orsa Corte Franca Iseo[10], formazione di Eccellenza. Tale trasferimento crea un “caso”: la Lega Nazionale Dilettanti, infatti, ritiene che Hübner abbia firmato un contratto di lavoro professionistico con l’Orsa Corte Franca (comprendente stipendio fisso e diversi bonus), cosa che porta alla squalifica per un anno (poi ridotta a sei mesi) in quanto nessun giocatore dilettante può firmare contratti professionistici con squadre dilettanti[17]. Dopo la squalifica, che lo tiene lontano dai campi per l’intero girone di andata, mette a segno 20 reti (in sole 17 presenze), decisive ai fini della salvezza della sua squadra.

Nella stagione 2009-2010 passa al Castel Mella[18][19], società di Prima Categoria bresciana, con cui realizza 16 reti in 14 partite[20]. Chiude la carriera nella stagione 2010-2011 al Cavenago d’Adda[2] a 44 anni.

Allenatore

Debutta nel ruolo di allenatore nell’ottobre 2013, quando viene assunto dal Royale Fiore, squadra piacentina partecipante al campionato di Eccellenza, in sostituzione dell’esonerato Stefano Rossini[21]. Nel gennaio successivo viene a sua volta esonerato, a causa dell’ultimo posto in classifica occupato dalla squadra[22].

Nel giugno 2014 assume la guida dell’Atletico Montichiari, squadra bresciana di Serie D[23]. L’esperienza si conclude con l’esonero, ancora prima dell’inizio del campionato[24].

Statistiche

Presenze e reti nei club

Statistiche aggiornate al luglio 2011.

StagioneSquadraCampionatoCoppe nazionaliCoppe continentaliAltre coppeTotale
CompPresRetiCompPresRetiCompPresRetiCompPresRetiPresReti
1988-1989Italia Euromobil PieviginaI25102510
1988-1989Italia PergoletteseC2286CIC ? ?28+6+
lug.-ott. 1989C22020
Totale Pergolettese306 ? ?30+6+
ott. 1989-giu. 1990Italia FanoC2278CIC ? ?27+8+
1990-1991C1304CIC ? ?30+4+
1991-1992C13114CIC ? ?31+12+
Totale Fano8824 ? ?88+24+
1992-1993Italia CesenaB3410CI ? ?34+10+
1993-1994B3212CI2+2+34+14+
1994-1995B3315CI1+134+16+
1995-1996B3622CI103722+
1996-1997B3115CI333418
Totale Cesena166747+6+173+80+
1997-1998Italia BresciaA3016CI103116
1998-1999B3621CI424023
1999-2000B3221CI1+133+22
2000-2001A3117CI873924
Totale Brescia1297514+10143+85
2001-2002Italia PiacenzaA3324CI103424
2002-2003A2714CI112815
Totale Piacenza6038216239
lug. 2003-gen. 2004Italia AnconaA90CI10100
gen.-giu. 2004Italia PerugiaA133CI133
2004-2005Italia MantovaC1237CIC ? ?23+7+
ago.-nov. 2005Italia ChiariD79CID ? ?7+9+
nov. 2005-giu. 2006Italia Rodengo SaianoD189CID ? ?18+9+
2006-2007Italia Orsa Corte FrancaE27202720
2007-2008E17201720
2008-2009E20182018
Totale Orsa Corte Franca64586458
2009-2010Italia Castel Mella1Cat.14161416
2010-2011Italia CavenagoProm.6262
Totale carriera6523312417676348

Palmarès

Club

Fano: 1989-1990

Individuale

2001-2002 (24 gol)
1995-1996 (22 gol)
1991-1992, girone A (14 gol)

Curiosità

Nel 2015 prende parte al videoclip del brano “L’estate di Hubner” della band Toromeccanica. Nel video, prodotto dalla Springo Film con la regia di Federico Mudoni, recita un piccolo cameo.

Informazioni su diego80 (1975 Articoli)

Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus

Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: