ULTIM'ORA

Bande musicali di paese. Un tesoro da conservare.

My beautiful picture

La gioia e l’allegria che porta una banda che suona in piazza o per le strade la conoscono bene quelli che vivono nei piccoli paesi, nei borghi, nelle vallate. Panettieri, falegnami, studenti, operai e un’infinito cosmo di vite diverse si radunano, si mettono l’elegante divisa, inforcano il proprio strumento e dando il meglio di sè allietando le feste patronali, le sagre, sottolineando i momenti più importanti dei nostri paesi. Nelle bande ci puoi trovare il maestro che conosce tutto di Mozart insegnare al ragazzino alle prime armi, ci puoi trovare il padre di famiglia o il nonno con la camicia che gli “tira” un pò sulla pancia sunare insieme a quello che ha studiato al Conservatorio. La banda è un mondo ideale.

Cos’è la banda?

Una banda musicale è un gruppo di musicisti che forma una particolare orchestra costituita quasi esclusivamente da strumenti a fiato e a percussione suddivisi per famiglie : LEGNI: Flauti, Clarinetti, Sassofoni, Oboi, Fagotti OTTONI: Trombe, Corni, Tromboni, Tube, Flicorni PERCUSSIONI: Batteria, Timpani, Grancassa, Rullante, Piatti La banda è diretta da un MAESTRO, quello che agita le mani senza emettere neppure il minimo suono!

Perchè la banda?

La Banda è stata per secoli il più importante veicolo di diffusione della Cultura Musicale Italiana ma è anche un “luogo” di intrattenimento e di ritrovo.

Cosa fa il direttore?

Il direttore aiuta i musicisti a suonare insieme, corregge gli errori, decide la velocità o il volume di un brano musicale. Insegna, proprio come un Maestro!

A cosa serve la musica?

La Musica è un’arte. Forse la più estemporanea ed immediata, visto che non si possono “correggere” gli eventuali errori come in un dipinto o in una poesia. La Musica ha le stesse regole della società. In Musica bisogna imparare: ad ASCOLTARE gli altri con attenzione a RISPETTARE il lavoro degli altri a PROPORRE la propria personalità senza prevaricare gli altri ad ACCETTARE consigli e critiche ad AIUTARE gli altri a METTERSI A SERVIZIO di un gruppo a CONCENTRARSI meglio e più a lungo a PRENDERSI LE PROPRIE RESPONSABILITA’ ad EQUILIBRARE l’estro personale con le regole ad APPREZZARE la Matematica !!! (in Musica ci sono frazioni, tempo, valori, durate, somme, proporzioni… finalmente si capisce a cosa serva la Matematica!!!).Quando si suona insieme non vince il migliore o il più bravo. Si vince tutti! E quando qualcosa va storto… va storto per tutto il gruppo.

Sperando di avervi incuriosito a breve ricostruiremo la storia lunga e densa di avvenimenti della Banda musicale di Brembilla. Nel frattempo anticipiamo qualche fotografia :

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

1 Commento su Bande musicali di paese. Un tesoro da conservare.

  1. Oliviero CARMINATI // 15 marzo 2016 a 10:21 // Rispondi

    Io che ho suonato nella banda per 8 anni condivido pienamente le riflessioni di Omar sull’importanza, la filosofia e l’utilità del suonare in un grande gruppo di musicisti è proprio una scuola di vita

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: