ULTIM'ORA

Atalanta, l’ennesimo scudetto di provincia

A tre turni dal termine nerazzurri salvi: l'anno prossimo saranno 56 in serie A

La “regina delle provinciali” ce l’ha fatta anche stavolta. Battendo il Chievo 1-0 la squadra di Edy Reja ha raggiunto la salvezza con tre turni d’anticipo. Esattamente come nel 2012, l’anno dei sei punti di penalizzazione per Scommessopoli, la salvezza arrivò il 24 aprile battendo i clivensi a Bergamo. Una stagione che non ha mai visto in realtà gli orobici coinvolti in zone pericolose, anche se ad un certo punto i punti di vantaggio sulla zona serie B era stato di soli 4 punti.

Una salvezza costruita grazie soprattutto ad un buon girone d’andata, con risultati di prestigio come i successi sulla Lazio (2-1 in rimonta sotto la pioggia) e all’Olimpico sulla Roma (2-0) ed il pareggio in casa del Milan. Il buon rendimento di quel frangente è riuscito a compensare il calo invernale, in cui il successo è mancato per ben 14 turni (dal 6 diicembre col 3-0 sul Palermo fino al 20 marzo, col 2-0 al Bologna. Da allora la Dea ha ripreso brillantezza, piegando anche il Milan (2-1) e sfiorando l’impresa con la Roma (da 0-2 a 3-2, per poi pareggiare 3-3).

IL CAMPIONATO IN PILLOLE – (da wikipedia) Nella stagione 2015-2016, la 55ª dell’Atalanta in Serie A, Edoardo Reja è confermato come allenatore dopo essere subentrato in corsa durante il precedente torneo.[2] Il debutto ufficiale avviene il 15 agosto 2015 nel terzo turno di Coppa Italia contro il Cittadella, formazione di Lega Pro: apre le marcature il debuttante olandese de Roon, raddoppia Moralez e Pinilla chiude sul 3-0.[3]

La prima gara di campionato vede l’Atalanta di scena a San Siro contro l’Inter: i bergamaschi, ridotti in dieci uomini per l’espulsione di Carmona, cedono soltanto nei minuti finali per un gol segnato da Jovetić.[4] I nerazzurri si riscattano sette giorni più tardi, aggiudicandosi la prima partita casalinga contro la matricola Frosinone e iniziando una striscia positiva di cinque partite: due pareggi a Sassuolo e tra le mura amiche contro ilVerona, vittoria esterna a Empoli e affermazione casalinga sulla Sampdoria. A fine settembre l’Atalanta occupa il settimo posto in classifica, a pari merito con il Torino.[5] La squadra nerazzurra riesce a mantenere questa posizione anche a ottobre, grazie ai successi interni contro Carpi eLazio, inframezzati dalle sconfitte esterne contro le più blasonate Fiorentina e Juventus.[6] Novembre si apre con il pesante k.o. rimediato a Bologna, seguito dallo 0-0 sul campo del Milan e dal primo rovescio interno stagionale per mano del Torino. Il riscatto arriva dalla prestigiosa affermazione per 2-0 in casa della Roma: a segno Gómez e Denis.[7] Una gioia guastata pochi giorni dopo dall’eliminazione dalla Coppa Italia per mano dell’Udinese, allenata dal fresco ex Colantuono, nel quarto turno eliminatorio.[8]

Sconfitto 3-0 il Palermo il 6 dicembre, l’Atalanta apre una lunga parentesi negativa: quattordici partite senza successi che complicano la situazione dei nerazzurri, convinti di poter archiviare con largo anticipo il discorso salvezza. A cavallo del 2016 arrivano quattro k.o. contro Chievo, Napoli in casa, nuovamente Udinese e Genoa all’Azzurri d’Italia che chiudono nel peggiore dei modi il girone di andata.[9] Il giro di boa del campionato non dà l’attesa svolta: dopo un incoraggiante pareggio casalingo contro l’Inter, la “X” si ripete con Frosinone e Sassuolo, nella gara d’addio del “Tanque” Denis. Ad acuire la crisi è la sconfitta contro l’Hellas Verona ultimo in classifica: sotto accusa finisce soprattutto la campagna acquisti di gennaio che ha visto un pesante indebolimento della rosa con la cessione di numerosi elementi pregiati (Grassi, Moralez e Denis su tutti), rimpiazzati con giocatori di lunga esperienza ma non altrettanto talentuosi. Da febbraio le cose non migliorano: 0-0 contro Empoli e Sampdoria, k.o. casalingo con la Fiorentina, ennesimo pari a Modena contro il Carpi e sconfitta al Comunale per mano della Juventus. La lunga serie negativa si chiude con la débacle contro la Lazio.

Il 20 marzo 2016 l’Atalanta ritrova la vittoria in campionato contro il Bologna, battuto 2-0 con reti di Gómez e Diamanti.[11] I nerazzurri sfruttano il doppio match casalingo, sconfiggendo al Comunale anche il Milan 2-1 e acquisendo un margine di otto punti sulla zona retrocessione. Superato il momento più delicato della stagione, l’Atalanta mette insieme due punti nelle successive tre partite con Torino, Roma e Palermo. Il successo contro il Chievo, battuto 1-0 grazie a un gol di Borriello, vale la matematica salvezza con quattro turni d’anticipo. Proprio l’attaccante, arrivato a gennaio dal Carpi, è esploso negli ultimi tre turni, con la doppietta alla sua ex Roma ed il gol su rigore a Palermo, prima del gol ai clivensi.

Rosa

N.RuoloGiocatore
1SerbiaPBoris Radunović
2ItaliaDGuglielmo Stendardo
3ItaliaDCristiano Del Grosso[14]
3BrasileDRafael Tolói[15]
4ItaliaCLuigi Giorgi[14]
4ItaliaCRoberto Gagliardini[16]
5ItaliaDAndrea Masiello
6ItaliaDGianpaolo Bellini (capitano)
7ItaliaCMarco D’Alessandro
8ItaliaCGiulio Migliaccio
9GhanaARichmond Boakye[14]
10ArgentinaCAlejandro Darío Gómez
11ArgentinaCMaximiliano Moralez[17]
11SvizzeraCRemo Freuler[16]
13TogoASerge Gakpé[16]
15Paesi BassiCMarten de Roon
17CileCCarlos Carmona
19ArgentinaAGermán Denis[17]
20ParaguayCMarcelo Estigarribia[17]
21ItaliaCLuca Cigarini
N.RuoloAzzurro e Nero (Strisce).pngGiocatore
22ItaliaAMarco Borriello[16]
23ItaliaDEmanuele Suagher[17]
23ItaliaCAlessandro Diamanti[16]
24ItaliaDAndrea Conti
27SloveniaCJasmin Kurtić
28ItaliaDDavide Brivio
29ItaliaDGabriel Paletta[15]
30ItaliaPDavide Bassi
33ItaliaDNicolò Cherubin
44CroaziaDAnton Krešić
45ItaliaAGaetano Monachello
51CileAMauricio Pinilla
55AlbaniaDBerat Djimsiti[16]
57ItaliaPMarco Sportiello
77ItaliaCCristian Raimondi
85ItaliaDMichele Canini[14]
88ItaliaCAlberto Grassi[17]
89ItaliaAGuido Marilungo[14]
93SenegalDBoukary Dramé
97ItaliaCTiziano Tulissi

Calciomercato

In estate viene rinnovato il parco portieri: Bassi e il serbo Radunović rimpiazzano i partenti Avramov e Frezzolini. In difesa sono ingaggiati l’italo-argentino Paletta, in prestito dal Milan, e il brasiliano Tolói, a titolo definitivo dalla Roma. Il centrocampo è rinforzato con l’olandese dell’Heerenveen Marten de Roon e il navigato sloveno Kurtić dal Sassuolo. Per l’attacco si scommette sul giovane under 21 Monachello del Monaco, nell’ultima stagione autore di 8 gol in serie B col Lanciano. Le cessioni principali riguardano gli Under-21 Zappacosta e Baselli, passati entrambi al Torino. Si trasferisce in Inghilterra Benalouane, mentre Biava e Scaloni non rinnovano il contratto.

Nella sessione invernale sono acquistati Djimsiti e Freuler, provenienti dal campionato svizzero, e Diamanti, giunto in prestito dal Watford per sopperire alla partenza di Moralez. Alla rosa si uniscono gli attaccanti Borriello, nella prima parte di stagione al Carpi, e il togolese Gakpé, in prestito con diritto di riscatto dal Genoa. Dopo quattro anni e mezzo salutano Bergamo gli argentini Moralez e Denis, il primo ceduto ai messicani del León e il secondo passato agli argentini dell’Independiente. Stesso destino per il centrocampista Grassi, prelevato dal Napoli. Per la stagione successiva è ingaggiato Petagna, attaccante scuola Milan lasciato in prestito ad Ascoli.

Risultati

Serie A

Exquisite-kfind.png

Girone di andata

Milano
23 agosto 2015, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Inter1 – 0
referto
AtalantaStadio Giuseppe Meazza (37.042[107] spett.)

Arbitro:Calvarese (Teramo)

Bergamo
30 agosto 2015, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Atalanta2 – 0
referto
FrosinoneStadio Atleti Azzurri d’Italia (14.546[107] spett.)

Arbitro:Celi (Bari)

Reggio nell’Emilia
13 settembre 2015, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Sassuolo2 – 2
referto
AtalantaMapei Stadium (8.644[107] spett.)

Arbitro:Mariani (Roma)

Bergamo
20 settembre 2015, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Atalanta1 – 1
referto
VeronaStadio Atleti Azzurri d’Italia (14.323[107] spett.)

Arbitro:Maresca (Napoli)

Empoli
24 settembre 2015, ore 20:45 CEST
5ª giornata
Empoli0 – 1
referto
AtalantaStadio Carlo Castellani (7.625[107] spett.)

Arbitro:Gavillucci (Latina)

Bergamo
28 settembre 2015, ore 21:00 CEST
6ª giornata
Atalanta2 – 1
referto
SampdoriaStadio Atleti Azzurri d’Italia (15.756[107] spett.)

Arbitro:Valeri (Roma)

Firenze
4 ottobre 2015, ore 20:45 CEST
7ª giornata
Fiorentina3 – 0
referto
AtalantaStadio Artemio Franchi (25.644[107] spett.)

Arbitro:Massa (Imperia)

Bergamo
18 ottobre 2015, ore 15:00 CEST
8ª giornata
Atalanta3 – 0
referto
CarpiStadio Atleti Azzurri d’Italia (14.479[107] spett.)

Arbitro:Pasqua (Tivoli)

Torino
25 ottobre 2015, ore 15:00 CET
9ª giornata
Juventus2 – 0
referto
AtalantaJuventus Stadium (38.720[107] spett.)

Arbitro:Di Bello (Brindisi)

Bergamo
28 ottobre 2015, ore 20:45 CET
10ª giornata
Atalanta2 – 1
referto
LazioStadio Atleti Azzurri d’Italia (14.519[107] spett.)

Arbitro:Irrati (Pistoia)

Bologna
1º novembre 2015, ore 15:00 CET
11ª giornata
Bologna3 – 0
referto
AtalantaStadio Renato Dall’Ara (15.748[107] spett.)

Arbitro:Guida (Torre Annunziata)

Milano
7 novembre 2015, ore 20:45 CET
12ª giornata
Milan0 – 0
referto
AtalantaStadio Giuseppe Meazza (33.912[107] spett.)

Arbitro:Giacomelli (Trieste)

Bergamo
22 novembre 2015, ore 15:00 CET
13ª giornata
Atalanta0 – 1
referto
TorinoStadio Atleti Azzurri d’Italia (15.776[107] spett.)

Arbitro:Cervellera (Taranto)

Roma
29 novembre 2015, ore 15:00 CET
14ª giornata
Roma0 – 2
referto
AtalantaStadio Olimpico (29.222[107] spett.)

Arbitro:Calvarese (Teramo)

Bergamo
6 dicembre 2015, ore 15:00 CET
15ª giornata
Atalanta3 – 0
referto
PalermoStadio Atleti Azzurri d’Italia (14.499[107] spett.)

Arbitro:Russo (Nola)

Verona
13 dicembre 2015, ore 15:00 CET
16ª giornata
Chievo1 – 0
referto
AtalantaStadio Marcantonio Bentegodi (7.500[107] spett.)

Arbitro:Pasqua (Tivoli)

Bergamo
20 dicembre 2015, ore 15:00 CET
17ª giornata
Atalanta1 – 3
referto
NapoliStadio Atleti Azzurri d’Italia (17.134[107] spett.)

Arbitro:Rocchi (Firenze)

Udine
6 gennaio 2016, ore 12:30 CET
18ª giornata
Udinese2 – 1
referto
AtalantaStadio Friuli (13.462[107] spett.)

Arbitro:Cervellera (Taranto)

Bergamo
10 gennaio 2016, ore 15:00 CET
19ª giornata
Atalanta0 – 2
referto
GenoaStadio Atleti Azzurri d’Italia (13.946[107] spett.)

Arbitro:Guida (Torre Annunziata)

Girone di ritorno

Bergamo
16 gennaio 2016, ore 15:00 CET
20ª giornata
Atalanta1 – 1
referto
InterStadio Atleti Azzurri d’Italia (19.274[107] spett.)

Arbitro:Rizzoli (Bologna)

Frosinone
23 gennaio 2016, ore 18:00 CET
21ª giornata
Frosinone0 – 0
referto
AtalantaStadio Matusa (7.564[107] spett.)

Arbitro:Valeri (Roma)

Bergamo
30 gennaio 2016, ore 18:00 CET
22ª giornata
Atalanta1 – 1
referto
SassuoloStadio Atleti Azzurri d’Italia (13.640[107] spett.)

Arbitro:Gavillucci (Latina)

Verona
3 febbraio 2016, ore 20:45 CET
23ª giornata
Verona2 – 1
referto
AtalantaStadio Marcantonio Bentegodi (15.490[107] spett.)

Arbitro:Di Bello (Brindisi)

Bergamo
7 febbraio 2016, ore 18:00 CET
24ª giornata
Atalanta0 – 0
referto
EmpoliStadio Atleti Azzurri d’Italia (12.352[107] spett.)

Arbitro:Fabbri (Ravenna)

Genova
14 febbraio 2016, ore 15:00 CET
25ª giornata
Sampdoria0 – 0
referto
AtalantaStadio Luigi Ferraris (20.341[107] spett.)

Arbitro:Damato (Barletta)

Bergamo
21 febbraio 2016, ore 15:00 CET
26ª giornata
Atalanta2 – 3
referto
FiorentinaStadio Atleti Azzurri d’Italia (15.415[107] spett.)

Arbitro:Celi (Campobasso)

Modena
28 febbraio 2016, ore 15:00 CET
27ª giornata
Carpi1 – 1
referto
AtalantaStadio Alberto Braglia (6.699[107] spett.)

Arbitro:Calvarese (Teramo)

Bergamo
6 marzo 2016, ore 15:00 CET
28ª giornata
Atalanta0 – 2
referto
JuventusStadio Atleti Azzurri d’Italia (19.770[107] spett.)

Arbitro:Valeri (Roma)

Roma
13 marzo 2016, ore 20:45 CET
29ª giornata
Lazio2 – 0
referto
AtalantaStadio Olimpico (16.553[107] spett.)

Arbitro:Guida (Torre Annunziata)

Bergamo
20 marzo 2016, ore 12:30 CET
30ª giornata
Atalanta2 – 0
referto
BolognaStadio Atleti Azzurri d’Italia (18.258[107] spett.)

Arbitro:Giacomelli (Trieste)

Bergamo
3 aprile 2016, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Atalanta2 – 1
referto
MilanStadio Atleti Azzurri d’Italia (18.652[107] spett.)

Arbitro:Rocchi (Firenze)

Torino
10 aprile 2016, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Torino2 – 1
referto
AtalantaStadio Olimpico (19.369[107] spett.)

Arbitro:Di Bello (Brindisi)

Bergamo
17 aprile 2016, ore 12:30 CEST
33ª giornata
Atalanta3 – 3
referto
RomaStadio Atleti Azzurri d’Italia (15.326[107] spett.)

Arbitro:Irrati (Pistoia)

Palermo
20 aprile 2016, ore 20:45 CEST
34ª giornata
Palermo2 – 2
referto
AtalantaStadio Renzo Barbera (0[107] spett.)

Arbitro:Doveri (Roma)

Bergamo
24 aprile 2016, ore 15:00 CEST
35ª giornata
Atalanta1 – 0
referto
ChievoStadio Atleti Azzurri d’Italia

Arbitro:Cervellera (Taranto)

Napoli
2 maggio 2016, ore 21:00 CEST
36ª giornata
Napoli – AtalantaStadio San Paolo

Bergamo
8 maggio 2016, ore 15:00 CEST
37ª giornata
Atalanta – UdineseStadio Atleti Azzurri d’Italia

Genova
15 maggio 2016, ore 20:45 CEST
38ª giornata
Genoa – AtalantaStadio Luigi Ferraris

Statistiche di squadra

CompetizionePuntiIn casaIn trasfertaTotaleD.R.
GVNPGfGsGVNPGfGsGVNPGfGs
Scudetto.svg Serie A41188552620172691123351011143743-6

Statistiche dei giocatori

GiocatoreSerie ACoppa ItaliaTotale
PresenzeRetiAmmonizioniEspulsioniPresenzeRetiAmmonizioniEspulsioniPresenzeRetiAmmonizioniEspulsioni
D. Bassi1-3001-3002-600
G. Bellini14040000014040
R. Boakye[14]
M. Borriello[16]1243012430
D. Brivio12000200014000
M. Canini[14]
C. Carmona804110009041
N. Cherubin14111200016111
L. Cigarini2221001000232100
A. Conti12231100013231
M. D’Alessandro20220200022220
C. Del Grosso[14]
G. Denis[17]15400100016400
M. de Roon3311111100342111
A. Diamanti[16]1414014140
B. Djimsiti[16]
B. Dramé24031000024031
M. Estigarribia[17]400010105010
R. Freuler[16]40004000
R. Gagliardini[16]
S. Gakpé[16]50005000
L. Giorgi[14]100000001000
A. Gómez33741200035741
A. Grassi[17]13061101014071
A. Krešić
J. Kurtić29171200031171
G. Marilungo[14]
A. Masiello26050201028060
G. Migliaccio17021100018021
G. Monachello802011009120
M. Moralez[17]17120111018230
G. Paletta[15]2415224152
M. Pinilla2051011100216101
B. Radunović000000000000
C. Raimondi17040200019040
M. Sportiello34-4020100035-4020
E. Suagher[17]000000000000
G. Stendardo15151100016151
R. Tolói[15]2217022170
T. Tulissi

Cattura

 

 

Informazioni su diego80 (1910 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: