ULTIM'ORA

Quando il Leicester unì tutti gli sportivi italiani….

Non è sovente in Italia vedere un miracolo sportivo, soprattutto a livello calcistico, dove ormai è impensabile che una piccola squadra possa competere per il titolo. I casi del Cagliari nel 1970 o del Verona nel 1985 sono ormai l’eccezione in un business (perchè è giusto chiamarlo così) dove spesso vince sempre chi ha più ricchezza e potere. Negli ultimi anni abbiamo dovuto accontentarci di exploit di squadre comunque eccezionali, come il Chievo delle sorprese, le recenti qualificazioni europee di Empoli e Livorno, o la costanza del Sassuolo, che si avvia a concludere la stagione migliore della sua storia. O le promozioni di Carpi e Frosinone la passata stagione o del Crotone quest’anno. Ma anche gli exploit di cittadine come Albinoleffe, Castel Di Sangro, Alzano, Gallipoli e Fermo, in grado di raggiungere la serie B. Ma ieri a Leicester, paese di 285.000 anime è successo un miracolo sportivo autentico, grazie anche ad un tecnico italiano, Claudio Ranieri. Il miracolo di una squadra costruita per la salvezza che si ritrova a competere per il titolo e persino a vincerlo.

images (5)

La squadra di Ranieri per una volta ha messo d’accordo tutti i tifosi italiani, sempre pronti a scannarsi ed a misurarsi torti e favori durante la stagione. La cultura italiana di massa, quella del “se vinci tu hai barato, se vinco io sono onesto” è stata riposta nel cassetto per quella notte di lunedì 2 maggio, e tutti ad applaudire una squadra ed un allenatore che in Italia non aveva mai ottenuto risultati di prestigio, sfiorando uno scudetto a Roma  (nell’anno del “triplete” interista dopo una grandissima rimonta, quasi pari a quella della Juve di quest’anno), disputando grandi stagioni a Cagliari e Parma e gestendo egregiamente la Juve della risalita dalla serie B, almeno fino a che lo spogliatoio nella primavera del 2009 non gli remò contro. Le ultime avventure sfortunate, con L’Inter e la nazionale greca lo avevano un po’ svalutato, ma la chiamata del piccolo Leicester lo ha attratto ed è riuscito, a ormai 75 anni, a conquistare il suo primo titolo della carriera, terzo tecnico italiano a vincere in Inghilterra dopo Carlo Ancelotti col Chelsea nel 2010 e Roberto Mancini col Manchester City nel 2012.

 

BIRMINGHAM, ENGLAND - AUGUST 01: Leicester City manager Claudio Ranieri during the Pre-Season Friendly match between Birmingham City and Leicester City at St Andrews (stadium) on August 1, 2015 in Birmingham, England. (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

(Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

STAGIONE IN BREVE – La stagione 2015-2016 vide a sorpresa il Leicester City capace di inserirsi stabilmente fin dalle prime giornate nei primissimi posti della classifica. Tra le prestazioni di maggior rilievo si annoverano il pari contro il Manchester United nella 14° giornata e la vittoria per 2-1 contro il Chelsea nella 16°. Alla 17ª giornata, a seguito della vittoria per 2-3 contro l’Everton al Goodison Park, i Foxes si portarono in prima posizione, per poi pareggiare alla 19^ giornata contro il Manchester City (altra squadra candidata al titolo) per 0-0.

Nei primi giorni di febbraio 2016, grazie alle vittorie ottenute in pochi giorni contro Liverpool (2-0) e soprattutto contro i diretti inseguitori del Manchester City (3-1), il Leicester consolidò il primato in classifica, portando il vantaggio sulle inseguitrici a 5 punti e riuscendo poi a mantenerlo (nonostante la sconfitta nello scontro diretto con l’Arsenal per 2 a 1) anche all’inizio del mese di marzo. Il 3 aprile 2016, il Leicester batté in casa per 1-0 il Southampton, e grazie anche al pareggio interno per 1-1 del Liverpool contro il Tottenham Hotspur, diretta inseguitrice, il Leicester si portò in vantaggio di 7 punti sulle inseguitrici. Nelle successive giornate il Leicester continuò ad ottenere risultati utili, mantenendo la leadership in classifica e conquistando inoltre matematicamente (con 5 giornate d’anticipo sul termine del calendario) un posto in UEFA Champions League. Il vantaggio sul Tottenham si ridusse a 5 punti alla 34ª giornata (allorché le Foxes pareggiarono per 2-2 contro il West Ham United mentre il Tottenham Hotspur prevalse per 4-0 sullo Stoke City), per poi tornare a 7 lunghezze nella giornata successiva, quando alla vittoria del Leicester per 4-0 sullo Swansea City fece riscontro il pareggio del Tottenham per 1-1 contro il West Bromwich Albion.

Il 1º maggio 2016, alla terzultima giornata di campionato, il Leicester pareggia per 1-1 all’ Old Trafford contro il Manchester United; l’indomani, a seguito del pareggio esterno per 2-2 del Tottenham Hotspur contro il Chelsea, le Foxes conquistano matematicamente il primo titolo nazionale nella storia del club.

Rosa

N.RuoloGiocatore
1DanimarcaPKasper Schmeichel
2BelgioDRitchie De Laet[4]
4InghilterraCDanny Drinkwater
5GiamaicaDWes Morgan (c)
6GermaniaDRobert Huth
7InghilterraCDean Hammond[5]
8InghilterraCMatty James
9InghilterraAJamie Vardy
10GallesCAndy King
11InghilterraCMarc Albrighton
12InghilterraPBen Hamer[6]
14FranciaCN’Golo Kanté
15GhanaAJeff Schlupp
17InghilterraDDanny Simpson
N.RuoloAzzurro con volpe e dettagli Bianco e Oro.svgGiocatore
18InghilterraDLiam Moore[6]
19CroaziaAAndrej Kramarić[4]
20GiapponeAShinji Okazaki
21GhanaCDaniel Amartey[6]
22InghilterraADemarai Gray[6]
23ArgentinaALeonardo Ulloa
24InghilterraCNathan Dyer
26AlgeriaCRiyad Mahrez
27PoloniaDMarcin Wasilewski
28AustriaDChristian Fuchs
29TunisiaDYohan Benalouane[4]
30InghilterraDBen Chilwell[6]
32AustraliaPMark Schwarzer
33SvizzeraCGökhan Inler

Risultati

Premier League

Exquisite-kfind.pngLo stesso argomento in dettaglio: Premier League 2015-2016.
Leicester
8 agosto 2015, ore 15:00 WEST
1ª giornata
Leicester City4 – 2
referto
SunderlandKing Power Stadium (32 242 spett.)

Arbitro:Mason

Londra
15 agosto 2015, ore 15:00 WEST
2ª giornata
West Ham United1 – 2
referto
Leicester CityBoleyn Ground (34 857 spett.)

Arbitro:Taylor

Leicester
22 agosto 2015, ore 15:00 WEST
3ª giornata
Leicester City1 – 1
referto
Tottenham HotspurKing Power Stadium (39 198 spett.)

Arbitro:Atkinson

Bournemouth
29 agosto 2015, ore 15:00 WEST
4ª giornata
Bournemouth1 – 1
referto
Leicester CityDean Court (11 155 spett.)

Arbitro:Swarbrick

Leicester
13 settembre 2015, ore 16:00 WEST
5ª giornata
Leicester City3 – 2
referto
Aston VillaKing Power Stadium (31 733 spett.)

Arbitro:Dean

Stoke-on-Trent
19 settembre 2015, ore 15:00 WEST
6ª giornata
Stoke City2 – 2
referto
Leicester CityBritannia Stadium (27 642 spett.)

Arbitro:Marriner

Leicester
26 settembre 2015, ore 15:00 WEST
7ª giornata
Leicester City2 – 5
referto
ArsenalKing Power Stadium (32 047 spett.)

Arbitro:Pawson

Norwich
3 ottobre 2015, ore 15:00 WEST
8ª giornata
Norwich City1 – 2
referto
Leicester CityCarrow Road (27 067 spett.)

Arbitro:Clattenburg

Southampton
17 ottobre 2015, ore 15:00 WEST
9ª giornata
Southampton2 – 2
referto
Leicester CitySt. Mary’s Stadium (30 966 spett.)

Arbitro:Tierney

Leicester
24 ottobre 2015, ore 15:00 WEST
10ª giornata
Leicester City1 – 0
referto
Crystal PalaceKing Power Stadium (31 752 spett.)

Arbitro:Dean

West Bromwich
31 ottobre 2015, ore 15:00 WET
11ª giornata
West Bromwich Albion2 – 3
referto
Leicester CityThe Hawthorns (24 150 spett.)

Arbitro:Taylor

Leicester
7 novembre 2015, ore 15:00 WET
12ª giornata
Leicester City2 – 1
referto
WatfordKing Power Stadium (32 029 spett.)

Arbitro:East

Newcastle upon Tyne
21 novembre 2015, ore 15:00 WET
13ª giornata
Newcastle United0 – 3
referto
Leicester CitySt James’ Park (50 151 spett.)

Arbitro:Jones

Leicester
29 novembre 2015, ore 17:30 WET
14ª giornata
Leicester City1 – 1
referto
Manchester UnitedKing Power Stadium (32 115 spett.)

Arbitro:Pawson

Swansea
5 dicembre 2015, ore 15:00 WET
15ª giornata
Swansea City0 – 3
referto
Leicester CityLiberty Stadium (20 836 spett.)

Arbitro:Oliver

Leicester
14 dicembre 2015, ore 20:00 WET
16ª giornata
Leicester City2 – 1
referto
ChelseaKing Power Stadium (32 054 spett.)

Arbitro:Clattenburg

Liverpool
19 dicembre 2015, ore 15:00 WET
17ª giornata
Everton2 – 3
referto
Leicester CityGoodison Park (39 570 spett.)

Arbitro:Moss

Liverpool
26 dicembre 2015, ore 15:00 WET
18ª giornata
Liverpool1 – 0
referto
Leicester CityAnfield (44 123 spett.)

Arbitro:Atkinson

Leicester
29 dicembre 2015, ore 19:45 WET
19ª giornata
Leicester City0 – 0
referto
Manchester CityKing Power Stadium (32 072 spett.)

Arbitro:Pawson

Leicester
2 gennaio 2016, ore 15:00 WET
20ª giornata
Leicester City0 – 0
referto
BournemouthKing Power Stadium (32 006 spett.)

Arbitro:Marriner

Londra
13 gennaio 2016, ore 20:00 WET
21ª giornata
Tottenham Hotspur0 – 1
referto
Leicester CityWhite Hart Lane (35 850 spett.)

Arbitro:Mason

Birmingham
16 gennaio 2016, ore 17:30 WET
22ª giornata
Aston Villa1 – 1
referto
Leicester CityVilla Park (32 763 spett.)

Arbitro:East

Leicester
23 gennaio 2016, ore 15:00 WET
23ª giornata
Leicester City3 – 0
referto
Stoke CityKing Power Stadium (32 018 spett.)

Arbitro:Dean

Leicester
2 febbraio 2016, ore 19:45 WET
24ª giornata
Leicester City2 – 0
referto
LiverpoolKing Power Stadium (32 121 spett.)

Arbitro:Marriner

Manchester
6 febbraio 2016, ore 12:45 WET
25ª giornata
Manchester City1 – 3
referto
Leicester CityEtihad Stadium (54 693 spett.)

Arbitro:Taylor

Londra
14 febbraio 2016, ore 12:00 WET
26ª giornata
Arsenal2 – 1
referto
Leicester CityEmirates Stadium (60 009 spett.)

Arbitro:Atkinson

Leicester
27 febbraio 2016, ore 15:00 WET
27ª giornata
Leicester City1 – 0
referto
Norwich CityKing Power Stadium (32 114 spett.)

Arbitro:Swarbrick

Leicester
1º marzo 2016, ore 19:45 WET
28ª giornata
Leicester City2 – 2
referto
West Bromwich AlbionKing Power Stadium (32 018 spett.)

Arbitro:Clattenburg

Watford
5 marzo 2016, ore 17:30 WET
29ª giornata
Watford0 – 1
referto
Leicester CityVicarage Road (20 884 spett.)

Arbitro:Moss

Leicester
14 marzo 2016, ore 20:00 WET
30ª giornata
Leicester City1 – 0
referto
Newcastle UnitedKing Power Stadium (31 824 spett.)

Arbitro:Pawson

Londra
19 marzo 2016, ore 15:00 WET
31ª giornata
Crystal Palace0 – 1
referto
Leicester CitySelhurst Park (25 041 spett.)

Arbitro:Jones

Leicester
2 aprile 2016, ore 13:30 WEST
32ª giornata
Leicester City1 – 0
referto
SouthamptonKing Power Stadium (32 071 spett.)

Arbitro:Oliver

Sunderland
10 aprile 2016, ore 13:30 WEST
33ª giornata
Sunderland0 – 2
referto
Leicester CityStadium of Light (46 531 spett.)

Arbitro:Taylor

Leicester
17 aprile 2016, ore 13:30 WEST
34ª giornata
Leicester City2 – 2
referto
West Ham UnitedKing Power Stadium (32 104 spett.)

Arbitro:Moss

Leicester
24 aprile 2016, ore 16:15 WEST
35ª giornata
Leicester City4 – 0
referto
Swansea CityKing Power Stadium (31 962 spett.)

Arbitro:Clattenburg

Manchester
1º maggio 2016, ore 14:05 WEST
36ª giornata
Manchester United1 – 1
referto
Leicester CityOld Trafford (75 275 spett.)

Arbitro:Oliver

Leicester
7 maggio 2016, ore 17:30 WEST
37ª giornata
Leicester City – EvertonKing Power Stadium

Londra
15 maggio 2016, ore 15:00 WEST
38ª giornata
Chelsea – Leicester CityStamford Bridge

 

images (4)

Jamie Vardy, bomber della squadra rivelazione con 22 gol. Durante il torneo ha stabilito il nuovo primato di 11 giornate consecutive in gol, battendo il precedente record di 10 stabilito da Ruud Van Nistelrooy.

LEICESTER ED I SUOI FRATELLI – Dopo la nascita della Premier League inglese (1992), già ci fu il miracolo Blackburn, che contro ogni pronostico vinse il titolo nel 1995, dopo ben 82 anni dal precedente titolo (in quella stagione giunse terza la neopromossa Nottingham Forest). In Germania ci furono l’expoit del Kaiserslautern nel 1991 e nel 1998, e del Wolfsburg nel 2009, senza scordare il titolo a sorpresa dello Stoccarda nel 2007. In Spagna il Deportivo La Coruña nel 2000 ed il Valencia nel 2002 e nel 2004 ruppero l’egemonia di Barcellona e Real Madrid. In Francia, dopo la nascita della Ligue 1, sorprese il titolo del piccolo Montpellier nel 2012, che seguì quello del Lilla. In Olanda, dominato dal triangolo Ajax-PSV Eindhovem-Feyeenoord, arrivarono le eccezioni dell’AZ Alkmaar nel 2009 e del Twente nel 2010. In Romania fresca campione è l’Astra Guirgiu, al primo titolo, così come l’Unirea Urziceni nel 2010 e l’Otelul Galati nel 2011. In Grecia è un dominio delle squadre di Atene (sesto titolo di fila per l’Olimpiacos), a cui fece eccezione il titolo del Larissa nel 1988. In Scozia Rangers in vantaggio sul Celtic per 54 titoli a 46. L’ultima non di Glasgow a vincere il titolo fu l’Aberdeen, che vinse due titoli consecutivi nel 1984 e nel 1985.In Portogallo l’ultima a spezzare il dominio del trio Porto-Benfica-Sporting fu il Boavista nel 2001, che fece eccezione dopo il Belenenses del 1946. In Belgio lo scorso anno vinse per la prima volta il piccolo Gent, mentre il Racing Genk vinse il primo dei suoi tre titoli solo nel 1999. In Russia, dopo la scissione dall’Unione sovietica nel 1992 ci fu l’Alania a spezzare il dominio moscovita nel 1995, prima della doppietta del Rubin Kazan nel 2008 e 2009, anche se è lo Zenit di San Pietroburgo la nuova grande del calcio russo. In Ucraina il Tavjra vinse la prima edizione nel 1992, poi solo Dinamo Kiev e Shaktar.

Informazioni su diego80 (1978 Articoli)

Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus

Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: