ULTIM'ORA

Windows 10 – Perchè installare e perchè meglio restare come si è

c'e tempo fino al 29 luglio per passare al nuovo sistema operativo di windows. Non aspettate l'ultimo!

Per i possessori di PC e smartphone Windows che ancora eseguissero la versione 7 o 8.1 del sistema operativo Microsoft, c’è tempo ancora fino al 29 luglio per poter aggiornare gratuitamente a Windows 10, il nuovo sistema operativo che la Windows ha lanciato il 29 luglio 2015. Tutti i pc che infatti eseguono una copia ORIGINALE  dei sistema operativi Windows 7 e Windows 8.1 hanno ricevuto dal 29 luglio 2015 un tool di aggiornamento in cui è possibile prenotare l’aggiornamento gratuito e chi più, chi meno, entro luglio riceverà l’aggiornamento da scaricare tramite Windows Update. Una volta certificato che il proprio pc è compatibile col nuovo sistema operativo (sarà windows ad effettuare il test di compatibilità e verificare che tutti i file ed i programmi installati possano essere travisati nel nuovo s.o.) arriverà a breve la notifica che l’aggiornamento, se prenotato, è pronto e verrà panificata una data (di solito notturna) in cui installare l’aggiornamento a Windows 10. Naturalmente si può scegliere di posticipare la data dell’aggiornamento a seconda delle priprie esigenze o aggiornare subito, senza aspettare la data dell’aggiornamento pianificato. Al termine di ciò (l’aggiornamento richiede dai 45 minuti alle 2-3 ore a seconda dell’età dell’hardware del pc) si avrà un pc con una nuova veste grafica e coon nuove funzionalità e app (il menù start ricorderà un po’ le app a griglia di Windows Phone, installato negli smartphone Nokia, ci sarà un nuovo browser web, Microsoft Edge, che sostituirà il vecchio Internet Explorer oltre che all'”assistente vocale” Cortana.), senza che nessun file o nessuna app contenuta nel disco rigido in precedenza venga toccata. (Meglio sempre eseguire un backup dei propri file importanti per sicurezza). L’unico difetto sarà la sparizione del “media center”, il programma Windows che consentiva la lettura di DVD (per la riproduzione e masterizzazione di cd audio e dati ci penseranno sempre il MediaPlayer ed Esplora risorse), sempre non vengano utilizzati altri player per la riproduzione di DVD; la sparizione dei gadget per il dekstop e di alcuni giochi preinstallati nel sistema precedente. Io dopo tanto timore ho installato l’aggiornamento e c’è da dire che tutto è rimasto al proprio posto, tranne qualche gioco, ed avendo scaricato un nuovo player gratuito (VLC) per la riproduzione di DVD, saluto il vecchio Media Center…

windows10-sì-e-no

 

 

Ma vediamo ora quali sono i motivi per cui si può installare o meno Windows 10

i più

WIN 7: SUPPORTO ANCORA PER POCO – I pc che eseguono Windows 7 non sono più prodotti dal 13 gennaio 2015 .Il supporto si concluderà tra poco meno di 4 anni, il 14 gennaio 2020. Aggiornare ora vorrebbe dire non pagare la licenza (che costa 135 euro) ed avere un nuovo sistema operativo prima che il vecchio cessi di essere supportato. Un po’ più di tempo c’è ancora per Windows 8, che continuerà ad essere installato su pc fino al gennaio 2018 e supportato fino al gennaio 2023, ma Win 10 dovrebbe colmare molte lacune di affidabilità mostrate dalla version 8.

SISTEMA PIU’ VELOCE E COMPRENSIBILE- Una delle novità principali è che, rispetto a Windows 8/8.1, vi è il ritorno allo storico menu start[13] (molto rinnovato rispetto a Windows 7), la cui assenza nell’edizione precedente aveva suscitato parecchie critiche. Inoltre, facendo click con il tasto destro sul bottone del menù start, compare un comodo ed esaustivo elenco dei principali comandi e strumenti del sistema operativo.

Cortana fa parte integrante del sistema operativo e può essere attivato, sia vocalmente che tramite digitazione, dall’apposito comando presente nella barra delle applicazioni.

Con Windows 10, sono disponibili le DirectX 12, già presentate a marzo 2014, sono presenti novità e aggiornamenti anche nel Prompt dei comandi, dov’è possibile utilizzare una nuova serie di “opzioni sperimentali” che modernizzano la sua funzionalità e utilizzare le tradizionali scorciatoie da tastiera, come ad esempio incollare il testo al suo interno utilizzando Ctrl + V.

Windows 10 include inoltre un nuovo browser web chiamato Microsoft Edge (inizialmente conosciuto con il nome in codice di Project Spartan). Il nuovo programma non sostituisce Internet Explorer[14], ma è stato introdotto da Microsoft con lo scopo di far tornare gli utenti ad usare uno strumento di navigazione internet creato dall’azienda stessa, che a causa delle prestazioni non ottimali, si sono allontanati dal vecchio browser. In Edge si può usare Cortana.

en-INTL-L-Windows-10-Home-KW9-00265-RM2-mnco

La nuova schermata home di windows 10 che ricalca quella di Windows Phone di Nokia Lumia.

Un’altra importante novità è il Centro notifiche. Il centro notifiche è una finestra laterale che appare cliccando sull’apposita icona nel desktop, questa raccoglie tutte le notifiche di sistema e delle varie app in un unico pratico elenco, eliminando definitivamente, quindi i popup esistenti fino a Windows 8.

Con Windows 10 è stata introdotta anche la possibilità di creare dei Desktop virtuali, cioè più schermate desktop in cui spostare le finestre delle varie app aperte, riorganizzandole meglio. Per visualizzare una finestra aperta si dovrà, quindi, passare nel desktop in cui si trova, mentre questa ovviamente non sarà visibile negli altri desktop.

Sono state apportate modifiche anche ai comandi e operazioni dello strumento di ripristino di sistema, così come a quelli di creazione immagine e backup.

Rinnovato e ampliato anche il pannello impostazioni (che si affianca al tradizionale pannello di controllo), introdotto con Windows 8.

DIETRO FRONT – Windows 10 non piace o crea problemi? Nessun problema, il colosso americano lascia un mese di tempo per tornare al vecchio sistema operativo col ripristino di una condizione precedente. Passato questo periodo però, la vecchia “produt key” di Windows 7 o 8 sarà cancellata definitivamente.

i meno

WIN 8: PERCHE’ GIA’ CAMBIARE? – Windows 10 arriva solo due anni dopo Windows 8, e tanto valeva effettuare nuovi miglioramenti all”ottavo” anzichè lanciare subito un nuovo sistema operativo. Perchè aggiornare alla nuova versione, quando da poco si è magari passati alla versione 8, avendo comunque gli update disponibili fino a tutto il 2022? quindi ancora per 6 anni) E se nel 2022 già ci fosse Windows 11? (ogni s.0. esce almeno 3-4 anni prima che il precedente cessi di essere supportato).

ADDIO RIPRODUZIONE DI DVD  – Windows Media Center sparirà completamente con Win 10, e riprodurre i DVD sarà possibile solo col lettore DVD che verrà donato gratuitamente tramite Windows update a chi ha eseguito l’aggiornamento a Windows 10 tramite Windows Update per un periodo di tempo limitato. Chi l’ha licenza l’ha comprata ed installato win 10 con la formattazione pulita dovrà spendere 15 euro dallo store per avere l’app. Ma in alternativa ci sono ottimi player (tra cui VLC) supportati da Win 10, che tutti possono scaricare senza aspettare i comodi di Windows..

PC VECCHIO? CAMBIA PC! – Se con Windows 7 o 8.1 ci si trova bene, si può anche rinunciare a quei 3 giga di roba da installare (ricordiamo che ogni update per windows 10 appesantisce il disco rigido, e per i sistemi un po’ anzianotti potrebbe esserci qualche rallentamnento anche pesante). Meglio a sto punto mandare in pensione il pc tra qualche anno e prenderne uno nuovo con s.o. win 10 già installato. Sempre meglio comprarsi un nuovo pc che scaricare la licenza su uno vecchio che va sostituito a breve.

 

 

 

 

Informazioni su diego80 (1908 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

2 Commenti su Windows 10 – Perchè installare e perchè meglio restare come si è

  1. Io uso ancora l’ XP, non più supportato dagli aggiornamenti ormai da un anno e tutto fila liscio!

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: