ULTIM'ORA

La ballata dello sporcaccione. L’antico vizio di gettare rifiuti nella Brembilla.

La cartaccia va riposta
nel cassone fatto apposta
e la plastica pure essa
nel cassone suo va messa.
Per il vetro fa lo stesso,
va nella campana messo,

se nella Brembilla tu getti il copertone
sei davvero un bello sporcaccione
E la vecchia lavatrice
non è certo una gran nuotatrice

E tu massaia di via Roma
che la Brembilla inzozzi ancora
Ancor non l’hai capita
che sei solo un’imbecille incallita?

Dal balcone butta un fiore
non sachetti dal cattivo odore.
Il gasolio la macchina fa marciare,
di lui la Brembilla non sa che fare.

Pescatori e volontari ogni anno tiran fuori
accessori motori e orrori dei peggiori malfattori
Se tu proprio non capisci i miei consigli
almeno non dar cattivo esempio ai tuoi figli

E tu massaia di via Roma
che la Brembilla inzozzi ancora
Ancor non l’hai capita
che sei solo un’imbecille incallita?

 

Ancora, ancora purtroppo. Nonostante campagne di sensibilizzazione, una sistema di raccolta differenziata che ci ritira i rifiuti fuori dalla porta di casa, nonostante un’area ecologica in paese dove non si paga ormai quasi più nulla c’è ancora qualche anima alta ed illuminata che crede ancora che gettare rifiuti nel torrente e nei canali sia il modo migliore e più intelligente per liberarsi delle cose che non ci servono più e che hanno perduto il luccichio magico di quanto li abbiamo acquistati.

Talvolta piccoli gesti sono all’apparenza innocui, episodi minimi di inciviltà, di egoismo, di maleducazione. Se si tollerano certi gesti e certi comportamenti, se non ci si indigna e non si protesta  questi atti si moltiplicano, s’ingigantiscono. Più di quanto si pensi, questi limitati gesti di decadenza quotidiana, partoriscono atti di violenza, di sopraffazione del più debole che poi
risultano molto difficili, se non impossibili, da fermare.

Resta sconcertante la frustrazione muta di chi certi episodi incivili li subisce, vuoi perché si pensa che protestare sarà inutile e niente cambierà, vuoi perché è faticoso essere impopolari.Qualcosa deve cambiare e il cambiamento dipende dalle norme, dai controlli sull’applicazione delle norme, dal senso civico e dalla collaborazione di tutti. Se insieme riusciamo a far sentire chi degrada uno stupido, un ingrato, uno sfigato, la prossima volta ci penserà molto meglio prima di far defecare il cane in strada, di buttare pneumatici nel fiume, di approfittare della prima piena per liberarsi delle cose vecchie.
Siamo noi le prime guardie scelte del nostro paese e del nostro fiume. Tocca a noi riprendere, fa vergognare e se necessario denunciare certi comportamenti ignoranti. Allo stesso tempo i nostri sforzi e le nostre segnalazioni devono avere una risposta pronta. Se denunciando un illecito non si ottiene nessun risultato, perché nessuno interviene sul posto, sarà difficile essere motivati a cercare di cambiare la situazione.L’ importante è non desistere, non aver paura della reazione del maleducato, è lui che ha torto, è lui lo stupido.

Riportiamo qui qualche dato relativo alla raccolta differenziata nel nostro comune. A breve qualche dato sull’anno 2015

COMUNE DI VAL BREMBILLA (dati 2014)

La produzione dei rifiuti urbani

 

AnnoRifiuti urbani indifferenziatiSpazzamento stradeIngombranti a smaltimento
Totale (kg/anno)Procapite (Kg/ab. *giorno)Totale (kg/anno)Procapite (Kg/ab. *giorno)Totale (kg/anno)Procapite (Kg/ab. *giorno)
2014638.8000,39561.2400,03844.1620,027

 

Ingombranti a recuperoRaccolta differenziataTotale rifiuti urbani
Totale (kg/anno)Procapite (Kg/ab. *giorno)Totale (kg/anno)Procapite (Kg/ab. *giorno)Totale (kg/anno)Procapite (Kg/ab. *giorno)
8880,001712.3870,441.457.4770,901

COSTI DI GESTIONE

AnnoComune di Brembilla
Costo totaleCosto totale al netto degli evenuali ricaviCosto pro-capite sul costo totale (€/ab.)
2014458.975423.88595,6

Provincia di Bergamo
n. comunin. abitantiCosto totaleCosto totale al netto degli evenuali ricaviCosto pro-capite sul costo totale (€/ab.)
2401.108.853114.536.159109.957.721103,29

2 Commenti su La ballata dello sporcaccione. L’antico vizio di gettare rifiuti nella Brembilla.

  1. Alessandro, complimenti Omar, per l’ennesimo appello, la versione poetica però è una bella novità, complimenti!!!

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: