ULTIM'ORA

Rossella Fiamingo, ad un passo dal grande sogno

La prima medaglia italiana alle Olimpiadi di Rio 2016 arriva nella serata italiana di sabato 6 agosto, e ce la regala una disciplina che da sempre ha dato grandi soddisfazioni allo sport tricolore : la scherma. Ma è una medalglia particolare, perchè è la prima femminile della spada della nazionale italiana. Ce la regala la 25enne catanese Rossella Fiamingo, battuta dalla finale per l’oro dall’ungherese  Emese Szász.

Un argento storico considerato che è la prima italiana di sempre a vincere una medaglia olimpica nella spada individuale e la prima al mondo a vincere due mondiali consecutivi e di seguito conquistare la finale ad una olimpiade. Con questa ulteriore affermazione entra di diritto nella storia della scherma mondiale.

Biografia

81532_0140720_74586_ghjhjkhjkj

È nata a Catania il 14 luglio del 1991. Diplomata in pianoforte al conservatorio.[1] Originaria di San Giovanni la Punta, è allieva dall’età di sette anni del maestro Giovanni Sperlinga con la società “Methodos” di Sant’Agata li Battiati. Dal 2010 fa parte del Gruppo Sportivo Forestale.

In ambito nazionale ha vinto, nell’individuale, un titolo italiano cadetti nel 2007, due titoli italiani Under 20 nel 2009 e 2010 e due titoli italiani Under 23 nel 2009 e 2010. Ha iniziato la sua carriera internazionale vincendo a Novi Sad nel 2007 il titolo europeo cadetti individuale e conquistando il titolo mondiale ad Acireale nel 2008. Nel 2009, nella categoria giovani, ha conquistato a Odense il suo primo titolo europeo individuale [2], bissato nel 2010 a Lobnya. Bronzo individuale agli europei Under 23 di Debrecen, vince a soli 19 anni il titolo europeo Under 23 a Danzica nel 2010. Nel settore giovanile ha inoltre conquistato, a squadre, l’oro agli europei cadetti di Rovigo nel 2008, l’argento agli Europei giovani di Amsterdam nel 2008 e l’oro agli europei giovani di Odense nel 2009 e l’oro agli europei giovani di Lobnya nel 2010, il bronzo ai campionati del mondo giovani di Amman nel 2011.

Al suo esordio nella nazionale assoluta, all’europeo di Sheffield nel 2011, è riuscita ad aggiudicarsi la finale, conquistando con questo risultato l’ingresso nella squadra che ha vinto il bronzo mondiale agli assoluti di Catania del 2011. Ha vinto la sua prima prova di Coppa del Mondo il 5 maggio 2012 a Rio de Janeiro [3]; nello stesso anno due podi e una finale nelle prove di coppa le hanno procurato un’alta posizione nel ranking e il primo posto tra le atlete italiane, il che le ha consentito di essere convocata ai giochi olimpici, sbaragliando la concorrenza agguerrita di altre atlete, pur titolate, che ambivano alla partecipazione al prestigioso evento. Ha partecipato alla sua prima olimpiade a Londra 2012, dove nella gara olimpica di spada individuale è giunta fino ai quarti di finale, chiudendo al 7º posto, fatale per l’accesso alle semifinali e alla medaglia l’incontro con la cinese Sun che si è concluso alla priorità negli ultimi due secondi del minuto supplementare, per 14-15. Nella gara a squadre di spada femminile l’Italia è giunta fino ai quarti di finale.

Ai mondiali di Catania 2011 ha vinto il bronzo a squadre. Dopo avere vinto l’argento individuale ai campionati italiani di Livorno nel 2011, agli assoluti di Trieste del 2013 vince il titolo di campionessa italiana, prima schermitrice donna siciliana a raggiungere questo obiettivo. A Catania nel 2014 bissa l’argento individuale e a Torino nel 2015 vince il suo secondo titolo italiano. A squadre, per il Gruppo sportivo Forestale, ha conquistato il titolo italiano per ben quattro volte in cinque anni: 2010, 2011, 2012, 2014 e nel 2015 argento.

Ha partecipato nel 2012 ai giochi olimpici di Londra, la più giovane atleta convocata nella squadra di scherma azzurra, raggiungendo i quarti di finale e classificandosi 7ª nella gara individuale. Stesso piazzamento, 7º posto, anche nella gara a squadre. A Mersin nel 2013 ha vinto la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo e nello stesso anno si è aggiudicata il titolo di campionessa italiana a Trieste, titolo poi bissato a Torino nel 2015.

Il 20 luglio 2014 si laurea campionessa del mondo, vincendo la medaglia d’oro nella spada individuale (seconda italiana di sempre, dopo Laura Chiesa ad Atene nel 1994) aicampionati mondiali di Kazan’, in Russia, dopo aver sconfitto in finale Britta Heidemann,campionessa olimpica 2008 e vicecampionessa olimpica 2012, per 15-11. Il 23 luglio vince negli stessi mondiali di scherma anche il Bronzo nella gara a squadre della spada, insieme con Mara Navarria , Bianca Del Carretto e Francesca Quondamcarlo; decisivo il suo ultimo assalto, vinto con il parziale di 15-6 contro l’Ungherese Szasz. Agli Europei di Montreux 2015, in Svizzera, Rossella Fiamingo diventa vicecampionessa europea, vincendo la medaglia d’argento nella gara individuale; è anche medaglia di bronzo nella gara a squadre di spada. Il 15 luglio 2015 vince ai campionati mondiali di Mosca il suo secondo titolo consecutivo di campionessa del mondo dopo aver sconfitto nella finale iridata, per 15-5, la Svedese Samuelsson.

Il 2015 è per la Fiamingo l’anno dei record. Diventa la prima spadista italiana a vincere due mondiali nella spada femminile individuale e la terza spadista al mondo ad aggiudicarsi due titoli mondiali consecutivi. Prima di lei solo due atlete erano riuscite nell’impresa, l’ungherese Mariann Horvath nel 1991 e 1992 e la francese Laura Flessel-Colovic nel 1998 e nel 1999. La Fiamingo si aggiudica, con il trionfo di Mosca, anche la Coppa del mondo 2015 nella spada individuale, dopo ben 25 anni dall’ultima e unica atleta italiana (Elisa Uga) che c’era riuscita nel 1990. Il 20 marzo 2016 al Grand Prix di Budapest stacca il pass per partecipare alle olimpiadi di Rio de Janeiro, unica spadista italiana a qualificarsi.

Il 6 agosto 2016 vince l’argento ai Giochi olimpici di Rio de Janeiro nella gara individuale, l’oro è dell’ungherese Emese Szász. Un argento storico considerato che è la prima italiana di sempre a vincere una medaglia olimpica nella spada individuale e la prima al mondo a vincere due mondiali consecutivi e di seguito conquistare la finale ad una olimpiade. Con questa ulteriore affermazione entra di diritto nella storia della scherma mondiale.

 

Informazioni su diego80 (1908 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: