ULTIM'ORA

C’era una volta la Coppa Intertoto, piccola consolazione europea per club

Da otto anni non si disputa più, inglobata in realtà in un allargamento dei turni preliminari estivi di Europa League, ma per molti non è certo una grave mancanza il fatto che questo torneo non si disputi più. L’Intertoto era infatti un torneo calcistico estivo organizzato dall’Uefa che veniva disputato tra le squadre rimaste fuori dalle tre (poi solo due) coppe europee. Il torneo era originale, perchè le finaliste erano sei, assegnando quindi ben tre trofei (che venivano assegnati in modo definitivo ad ogni club vincitore), permettendo alle tre vincitrici un ripescaggio nel tabellone principale della Coppa UEFA. Un trofeo che quindi aveva lo scopo di “salvastagione”, ma anche comportava iniziare la stagione in anticipo, col rischio di finire col fiato corto. Il torneo spettava ai due o tre club successivi a quelli qualificati alle coppe europee, ma non vi era l’obbligo di parteciparvi: spesso la partecipazione scalava fino alle squadre del bassifondi della classifica (purchè si fossero salvate) o addirittura la nazione, per via di diverse rinunce, non riusciva ad iscrivere il numero di squadre per cui aveva diritto.La federazione continentale organizzò questo torneo come una competizione extra preliminare della Coppa UEFA, a cui, nel corso della sua breve storia, cambiò formula quattro volte.Come comunicato dall’UEFA il 30 novembre 2007, in seguito alla riforma dei format delle competizioni calcistiche europee, il torneo è stato definitivamente soppresso dopo l’edizione del 2008. Le squadre che hanno vinto più volte il trofeo sono Amburgo, Schalke 04, Stoccarda e Villarreal (due volte ciascuna). La Francia è la nazione che annovera più successi dei suoi club nell’Intertoto (dodici). I portoghesi del Braga sono stati gli ultimi vincitori della manifestazione. La competizione è stata vinta da 31 squadre diverse in quattordici edizioni.La partecipazione a tale manifestazione non veniva tuttavia considerata dalla confederazione europea come parte del tabellone principale della stagione calcistica continentale, e non assegnava alcun punto valido per la determinazione del coefficiente UEFA.

Storia

Dal 1995 al 1997 la coppa vedeva ai nastri di partenza 60 squadre: la prima fase era a gironi, mentre la seconda fase era ad eliminazione diretta. Dal 1998 al 2005 la coppa vedeva ai nastri di partenza sempre 60 squadre (61 dal 2003 con la partecipazione del Kazakistan), cioè una per federazione ad eccezione delle prime dodici nella classifica UEFA, le quali ne potevano iscrivere due, ed era articolata in cinque turni ad eliminazione diretta. A seconda della posizione occupata dalla federazione di appartenenza nel ranking UEFA e della posizione in classifica nell’ultimo campionato, le squadre iscritte potevano iniziare il torneo dal primo, dal secondo o dal terzo turno. Le vincitrici delle tre finali, che disputavano da un minimo di sei ad un massimo di dieci gare, acquisivano il diritto a prendere parte alla Coppa UEFA della stessa stagione, partendo dal primo turno, ed in più s’aggiudicavano, ognuna, la Coppa Intertoto, l’unico trofeo UEFA ad essere definitivamente assegnato dopo l’affermazione in una sola edizione.

Il Braga è stato l’ultimo vincitore della competizione nel 2008.

Dall’edizione del 2006 le iscritte sono calate a 49, ma sono aumentate a 50 già nel 2007 per la partecipazione del Montenegro: secondo la nuova formula si poteva iscrivere solo una squadra per federazione, eccetto San Marino, Andorra e Liechtenstein, che non hanno partecipato alla competizione. I turni, sempre ad eliminazione diretta, da cinque sono scesi a tre e le squadre, a seconda della federazione di appartenenza potevano partire dal primo, dal secondo o direttamente dal terzo turno; le società che acquisivano il diritto a prendere parte alla Coppa UEFA, seppur partendo dal secondo turno preliminare e dopo aver disputato da un minimo di due ad un massimo di sei gare, erano aumentate da tre a undici. Diversamente dal passato, però, alla qualificazione alla Coppa UEFA non corrispondeva più l’assegnazione della Coppa Intertoto, che sarebbe spettata solo alla squadra che fosse andata più lontano in Coppa UEFA[1].

Il torneo è stato abolito a partire dalla stagione calcistica 2009-2010, come deciso dall’UEFA il 30 novembre 2007. Pertanto l’ultima edizione organizzata dalla UEFA è stata quella del 2008. Il miglior risultato in Coppa UEFA di una squadra proveniente dall’Intertoto è stato quello del Bordeaux, finalista perdente dell’edizione 1995-1996.

Albo d’oro

Francia dominatrice nel 1995, prima edizione che prevedette solo due vincitrici, ed entrambe furono transalpine. Nel 1997 addirittura tutte le vincitrici furono francesi. Due vincitrici francesi su tre anche nel 2001 e nel 2005. Le altre nazioni non hanno mai avuto più di una vincitrice. La Francia ha avuto 12 vincitrici diverse.

AnnoVincitoreNazione
1995
dettagli
BordeauxFrancia Francia
StrasburgoFrancia Francia
1996
dettagli
KarlsruheGermania Germania
SilkeborgDanimarca Danimarca
GuingampFrancia Francia
1997
dettagli
AuxerreFrancia Francia
BastiaFrancia Francia
O. LioneFrancia Francia
1998
dettagli
BolognaItalia Italia
ValenciaSpagna Spagna
Werder BremaGermania Germania
1999
dettagli
JuventusItalia Italia
West Ham UtdInghilterra Inghilterra
MontpellierFrancia Francia
2000
dettagli
Celta VigoSpagna Spagna
StoccardaGermania Germania
UdineseItalia Italia
2001
dettagli
Paris SGFrancia Francia
TroyesFrancia Francia
Aston VillaInghilterra Inghilterra
2002
dettagli
MálagaSpagna Spagna
StoccardaGermania Germania
FulhamInghilterra Inghilterra
2003
dettagli
VillarrealSpagna Spagna
PerugiaItalia Italia
Schalke 04Germania Germania
2004
dettagli
VillarrealSpagna Spagna
LillaFrancia Francia
Schalke 04Germania Germania
2005
dettagli
AmburgoGermania Germania
O. MarsigliaFrancia Francia
LensFrancia Francia
2006
dettagli
Newcastle UtdInghilterra Inghilterra
2007
dettagli
AmburgoGermania Germania
2008
dettagli
BragaPortogallo Portogallo

Vittorie per nazione

Pos.NazioneCoppeClub vincitori
1Francia Francia12Bordeaux, Strasburgo, Guingamp, Auxerre, Bastia, Lione, Montpellier, Paris Saint-Germain, Troyes, Lilla, Marsiglia, Lens
2Germania Germania8Amburgo (2), Stoccarda (2), Schalke 04 (2), Karlsruhe, Werder Brema
3Spagna Spagna5Villarreal (2), Valencia, Celta Vigo, Málaga
4Inghilterra Inghilterra4West Ham, Aston Villa, Fulham, Newcastle
4Italia Italia4Bologna, Juventus, Udinese, Perugia
6Danimarca Danimarca1Silkeborg
6Portogallo Portogallo1Braga

 

L’ITALIA E LA COPPA INTERTOTO – Nelle prime tre edizioni non partecipò alcun club italiano, preferendo non falsare la preparazione estiva. Dal 1998 però la UEFA obbligò tutte le nazionali iscritte a portare almeno un club nella competizione pena sanzioni, e così l’Italia iscrisse Bologna e Sampdoria, immediatamente classificatasi dopo le iscritte alle altre coppe europee. Il Bologna fu tra le vincitrici, poi nel 1999 la Juventus si aggrappò a questo torneo vincendolo. Nel 2000 arrivò la terza affermazione consecutiva italiana ad opera dell’Udinese, poi nel 2001 il Brescia fallì il poker, unica ad essere sconfitta in finale (precisamente dal Paris Saint Germain con due pareggi). La quarta e ultima vittoria italiana fu del Perugia nel 2003. Nel 2006 non partecipò alcuna italiana. Il Napoli nel 2008 prese parte al torneo e si trovò qualificato ai playoff di Europa League, ma non vinse alcun trofeo.

Il Perugia detiene il record di patecipazioni, ben 4, seguita da Bologna, Brescia e Sampdoria con 2, Juventus, Udinese, Lazio, Torino e Napoli con una.

download

La Juventus vincitrice nel 1999 in finale col Rennes.

Informazioni su diego80 (1979 Articoli)

Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus

Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: