ULTIM'ORA

Riti & miti

In questi giorni imperversano implacabili i collegamenti in diretta da quello che sembra il retro del Campidoglio, cronista che tutto agitato si prodiga a captare le ultime dalle segrete stanze alle sue spalle, di sfondo la facciata dell’antico palazzo intonaco color coccio pesto Romano e pietra bugnata, scala di pietra con pianerottolo e ringhiera, poco trionfale per essere l’ingresso agli uffici del Sindaco, che fa da triste contraltare alla magnifica piazza michelangiolesca col monumento al Marco Aurelio, che temo ormai possa trasmutarsi per anticipare la fine del mondo come dice la famosa leggenda se ben ricordo; voce da studio che chiede incuriosita: “hai visto uscire qualcuno???”…”è arrivato Di Maio???”….”vedo un vigile scendere”….”chi c’è, chi c’è dietro di te…batman?” chiede la voce da studio ancora vedendo un turista in strano costume, e a ogni dibattito il tema è sempre quello i-n-e-s-o- r-a-b-i-l-m-e-n-t-e, lo scenario uguale, sempre l’angolo del Campidoglio, solo una colonna di pietra con in cima una lupa che allatta dal ghigno sadico ammicca, e sempre il solito cronista e a lui le solite domande: “è entrato?”…. “è uscito?”….”è ancora in corso?”, “la Muraro è li?”…Oddio mi dico r-i-d-a-t-e-c-i Paoliniiiiiiiiiiii!!! Chi se lo ricorda il disturbatore delle dirette? lo sfregiatore degli sfondi della cronaca dalla piazza, il dissacratore del rito dell’informazione bella e servita dal vivo mentre ti gusti la cena, sparito da tempo, aveva avuto noie con la giustizia a quanto ricordo, si mi dico per un momento, ci fosse ancora lui, antipatico quanto basta, da pigliare a pedate come fece il povero Frajese finendo denunciato, si spezzerebbe questo incantesimo catodico che rischia di pietrificarti come lo sguardo della Medusa!   …Sarà stata telepatia evocatrice, potenza del pensiero e….incredibile! la sera stessa al solito collegamento della solita rubrica del solito canale chi vedo spuntare da dietro il cronista? siiiiiiiiiiiiiiiii proprio lui il mitico Paolini, stesse smorfie beffarde, stesso imbarazzo del cronista e sguardi smarriti in studio, inquadratura che restringe il primo piano del cronista, un soprassalto di smarrimento viene anche a me, però mi dico forse non siamo perduti!

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: