ULTIM'ORA

Dal Molise a Bergamo a Brembilla a Cenate Sotto, la carriera di Luigino Pasciullo

?????????????????????????????????????????????????????????

Non so se qualcuno avrà un’immagine, o un ricordo di Luigino Pasciullo nella sua stagione brembillese. Io su Internet non ho trovato nulla di particolare di quella breve esperienza nel nostro club. Era la stagione 1995-96 e l’ex difensore atalantino, che visse  le due stagioni in Coppa Uefa tra la fine degli anni’80 e l’inizio degli anni ’90, venne nella nostra valle per un ‘ultima stagione da calciatore, dopo aver lasciato il club orobico nel 1993, protagonista per cinque stagioni consecutive, dopo la prima, nel 1986/87, già dopo essere stato a Lecco e Ponte San Pietro come gran finale.

Pasciullo nasce a Montemitro, paese in provincia di Campobasso, il 18 febbraio 1961. Stessa data di nascita di un certo Roberto Baggio, ma di 6 anni più anziano.

Difensore esterno sinistro, fa la gavetta tra le file di Campobasso, Palermo, Triestina e Lanerossi Vicenza, quest’ultimo allenato all’epoca da Bruno Giorgi.

L’esordio in Serie A avviene con la maglia dell’Atalanta, società in cui fatica a trovare spazio. Viene allora mandato in prestito all’Empoli, debuttante in serie A, per un anno, proprio nella stagione della serie B e della cavalcata in Coppa delle Coppe. Tornato in nerazzurro, ne diventa titolare.

È stato per molti anni l’unico giocatore molisano in Serie A.

Tra le file dell’Atalanta prova l’ebbrezza di indossare la fascia di capitano e di disputare la Coppa UEFA, indossando 149 volte la casacca nerazzurra, spesso col numero 3 sulla schiena.

Dopo una breve esperienza al Lecco, chiude la carriera nell’Eccellenza lombarda, tra Ponte San Pietro e Nuova Brembillese.

Appesi gli scarpini al chiodo, Pasciullo passa ad allenare diverse squadre soprattutto molisane (Nuovo Campobasso[3] e Isernia[3] su tutte). Da segnalare la presenza sulla panchina del Castel di Sangro[3] in Promozione Abruzzese, neo-rifondato dopo il fallimento del 2005. Dopo un anno sulla panchina del San Giacomo Molise,[4] nella stagione 2008-2009 ha allenato la formazione del Mapello,[3] squadra di Eccellenza Lombarda. Ha iniziato la stagione 2009-2010 sulla panchina del San Nicola Sulmona, squadra militante in Eccellenza Abruzzese. A gennaio è stato sollevato dal suo incarico a seguito di un avvicendamento societario.[5]

Successivamente dirige anche un’attività di produzione di olio d’oliva molisano.[6]

Nel dicembre 2010 diventa il nuovo allenatore del Lemine, società di Promozione che il 16 dicembre, dopo la 14ª giornata, ha esonerato Ezio Cingarlini.

Dal 2012 al 2016 allena i Pulcini del Cenate Sotto, società della quale il 25 maggio 2016 viene nominato allenatore della prima squadra, militante nel campionato lombardo di Prima Categoria.

Luigino Pasciullo
LPasciullo.JPG
NazionalitàItalia Italia
Altezza177[1] cm
Peso75[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
RuoloAllenatore (ex difensore)
SquadraCenate Sotto
Ritirato1996 – giocatore
Carriera
Giovanili
19??-1978Campobasso
Squadre di club1
1978-1980Campobasso30 (0)
1980-1982Palermo50 (2)
1982-1983Triestina27 (1)
1983-1986L.R. Vicenza103 (7)
1986-1987Atalanta14 (0)
1987-1988Empoli23 (0)
1988-1993Atalanta135 (7)
1993-1994Lecco9 (2)
1994-1995Ponte S. Pietro? (?)
1995-1996Brembillese? (?)
Carriera da allenatore
2001Isernia
2001-2002Campobasso
2004Campobasso
2005-2006Castel di Sangro
2006-2007non conosciuta San Giacomo Molise
2008-2009non conosciuta Mapello
2009Sulmona
2010-2011non conosciuta Lemine
2012-2016non conosciuta Cenate SottoPulcini
2016-non conosciuta Cenate Sotto

timthumb

Pasciullo a Bergamo con Stromberg.

Informazioni su diego80 (1908 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: