ULTIM'ORA

1° ottobre 2013 – Muore il re degli spaghetti western, Giuliano Gemma

Giuliano Gemma (Roma, 2 settembre 1938 – Civitavecchia, 1º ottobre 2013[1]) è stato un attore italiano.

Biografia

Giuliano Gemma arrivò al cinema giovanissimo come stuntman per le sue doti atletiche. In seguito Dino Risi lo prese per un piccolo ruolo nel film Venezia, la luna e tu con Alberto Sordi. Poco dopo William Wyler lo notò a Cinecittà e lo sceglie per il ruolo di un centurione nel kolossal Ben-Hur, comparsata che gli servì da trampolino di lancio. Svolse il servizio di leva come vigile del fuoco alle Capannelle di Roma dove strinse amicizia con il pugile Nino Benvenuti[2].

In quel periodo Duccio Tessari lo volle per interpretare da protagonista il biondissimo Krios in Arrivano i titani, pellicola di grandissimo successo commerciale anche all’estero che tratta con ironia il genere mitologico. È un generale garibaldino nel Gattopardo di Luchino Visconti, seguono numerosi film di grande successo come Angelica e Angelica alla corte del re. Dopo arriva il filone spaghetti western che lo consacra divo, facendo grandi incassi al botteghino (con pellicole di genere firmate da Duccio Tessari, Tonino Valerii, Sergio Corbucci) Una pistola per Ringo, Il ritorno di Ringo, Adiós gringo, Un dollaro bucato, I lunghi giorni della vendetta, Per pochi dollari ancora e I giorni dell’ira. In alcune pellicole, i produttori gli diedero lo pseudonimo di Montgomery Wood[3].

Nel 1969, sempre con Duccio Tessari alla regia, ritrova sul set della pellicola Vivi o preferibilmente morti il compagno di leva Nino Benvenuti, ormai pugile affermato. Fa coppia con Bud Spencer in Anche gli angeli mangiano fagioli; successivamente torna sul genere in coppia con Ricky Bruch in Anche gli angeli tirano di destro. Interpreta Robin Hood neL’arciere di fuoco e un primitivo in Quando le donne avevano la coda. Nel 1970 ha la parte di Silvio Corbari, eroe e partigiano faentino, nell’omonimo film di Valentino Orsini.

Cambiando genere, Gemma apparve in film più impegnati come Il deserto dei Tartari di Valerio Zurlini, una delle sue prove migliori, come anche Il prefetto di ferro e Corleone diPasquale Squitieri, assieme all’altrettanto significativa parte in Un uomo in ginocchio di Damiano Damiani del 1979, film che lo riproporrà per ruoli drammatici. Negli anni 1980prese invece parte a Tenebre di Dario Argento e Speriamo che sia femmina di Mario Monicelli e diede il volto al celebre personaggio dei fumetti Tex Willer in Tex e il signore degli abissi, film originariamente pensato per la televisione.

Grazie all’enorme successo che i suoi film avevano in Giappone, all’inizio degli anni ottanta la casa automobilistica Suzuki ha prodotto due tipi di scooter con il suo nome. Dalla fine degli anni ottanta ha lavorato soprattutto in produzioni televisive. Nella sua lunga carriera cinematografica ha interpretato oltre cento film ed ha ricevuto numerosi premi tra cui: il David di Donatello, il premio al Festival Internazionale del cinema di Karlovy Vary come miglior attore, il Globo d’oro, il Nastro d’argento e per tre volte il Premio De Sica.

Il 1º ottobre 2013, a Cerveteri, subì un incidente stradale; trasportato all’ospedale di Civitavecchia, vi morì a 75 anni[4]. Giuliano Gemma è sepolto nella tomba di famiglia delCimitero di Prima Porta, a Roma.

Vita privata

Era sposato in seconde nozze con la giornalista Daniela Baba Richerme, e viveva a Cerveteri. Da un precedente matrimonio aveva avuto due figlie: Giuliana e Vera, attrice[5]. Ha sempre praticato sport (nuoto, equitazione, sci), paracadutismo, alpinismo. Negli ultimi anni aveva scoperto una nuova passione: con sue sculture in bronzo partecipò a diverse mostre. I genitori erano di Ceprano in Ciociaria, dove tornava spesso [6][7].

Filmografia

Cinema

  • Venezia, la luna e tu, regia di Dino Risi (1958)
  • Il nemico di mia moglie, regia di Gianni Puccini (1959)
  • Arrangiatevi!, regia di Mauro Bolognini (1959)
  • Ben-Hur, regia di William Wyler (1959) (non accreditato)
  • I cosacchi, regia di Giorgio Rivalta (1960)
  • Messalina, Venere imperatrice, regia di Vittorio Cottafavi (1960)
  • Io amo, tu ami…, regia di Alessandro Blasetti (1961)
  • Il pianeta degli uomini spenti, regia di Antonio Margheriti (1961)
  • Boccaccio ’70, regia di Vittorio De Sica, Federico Fellini, Mario Monicelli, Luchino Visconti (1962)
  • Arrivano i titani, regia di Duccio Tessari (1962)
  • Il giorno più corto, regia di Sergio Corbucci (1963)
  • Il Gattopardo, regia di Luchino Visconti (1963)

Giuliano Gemma, a destra, conAlain Delon e Terence Hill nel film Il Gattopardo (1963)

  • Maciste, l’eroe più grande del mondo, regia di Michele Lupo (1963)
  • La schiava di Bagdad, regia di Pierre Gaspard-Huit (1963)
  • I due gladiatori, regia di Mario Caiano (1964)
  • Ercole contro i figli del sole, regia di Osvaldo Civirani (1964)
  • La rivolta dei pretoriani, regia di Alfonso Brescia (1964)
  • Angelica (Angélique, marquise des anges), regia di Bernard Borderie (1964)
  • Angelica alla corte del re, regia di Bernard Borderie (1965)
  • Erik il vikingo, regia di Mario Caiano (1965)
  • Una pistola per Ringo, regia di Duccio Tessari (1965)
  • Un dollaro bucato, regia di Giorgio Ferroni (1965)
  • La ragazzola, regia di Giuseppe Orlandini (1965)
  • Il ritorno di Ringo, regia di Duccio Tessari (1965)

Giuliano Gemma ne Il ritorno di Ringo (1965)

  • Adiós gringo, regia di Giorgio Stegani (1965)
  • La meravigliosa Angelica, regia di Bernard Borderie (1965)
  • Kiss Kiss… Bang Bang, regia di Duccio Tessari (1966)
  • Arizona Colt, regia di Michele Lupo (1966)
  • Per pochi dollari ancora regia di Giorgio Ferroni (1966)
  • I lunghi giorni della vendetta regia di Florestano Vancini (1967)
  • Wanted regia di Giorgio Ferroni (1967)
  • I giorni dell’ira, regia di Tonino Valerii (1967)

Giuliano Gemma ne I giorni dell’ira(1967)

  • …e per tetto un cielo di stelle, regia di Giulio Petroni (1968)
  • I bastardi, regia di Duccio Tessari (1968)
  • Violenza al sole, regia di Florestano Vancini (1969)
  • Vivi o preferibilmente morti, regia di Duccio Tessari (1969)
  • Il prezzo del potere, regia di Tonino Valerii (1969)
  • Corbari, regia di Valentino Orsini (1970)
  • Quando le donne avevano la coda, regia di Pasquale Festa Campanile (1970)
  • L’arciere di fuoco, regia di Giorgio Ferroni (1971)
  • L’amante dell’Orsa Maggiore, regia di Valentino Orsini (1971)
  • Amico, stammi lontano almeno un palmo…, regia di Michele Lupo (1972)
  • Il maschio ruspante, regia di Antonio Racioppi (1972)
  • Un uomo da rispettare, regia di Michele Lupo (1972)
  • Anche gli angeli mangiano fagioli, regia di E.B. Clucher (1973)
  • Troppo rischio per un uomo solo, regia di Luciano Ercoli (1973)
  • Delitto d’amore, regia di Luigi Comencini (1974)
  • Anche gli angeli tirano di destro, regia di E.B. Clucher (1974)
  • Il bianco, il giallo, il nero, regia di Sergio Corbucci (1974)
  • Africa Express, regia di Michele Lupo (1975)
  • Safari Express, regia di Duccio Tessari (1976)
  • Il deserto dei Tartari, regia di Valerio Zurlini (1976)
  • California, regia di Michele Lupo (1977)
  • Il prefetto di ferro, regia di Pasquale Squitieri (1977)
  • Il grande attacco, regia di Umberto Lenzi (1978)
  • Sella d’argento, regia di Lucio Fulci (1978)

Giuliano Gemma in Sella d’argento(1978)

  • Corleone, regia di Pasquale Squitieri (1978)
  • Un uomo in ginocchio, regia di Damiano Damiani (1979)
  • Circuito chiuso, regia di Giuliano Montaldo (1979)
  • L’avvertimento, regia di Damiano Damiani (1980)
  • La baraonda, regia di Florestano Vancini (1980)
  • Commando d’assalto, regia di Raoul Coutard (1980)
  • Ciao nemico, regia di E.B. Clucher (1981)
  • Tenebre, regia di Dario Argento (1982)
  • Senza un attimo di respiro, regia di José María Sánchez Álvaro (1983)
  • Le cercle des passions, regia di Claude d’Anna (1983)
  • Claretta, regia di Pasquale Squitieri (1984)
  • Tex e il signore degli abissi, regia di Duccio Tessari (1985)
  • Speriamo che sia femmina, regia di Mario Monicelli (1986)
  • Il padre americano, regia di Philippe Charigot (1987)
  • Qualcuno pagherà, regia di Sergio Martino (1988)
  • L’agguato, regia di Gerardo Herrero (1988)
  • Il morso del ragno, regia di Claude d’Anna (1988)
  • Ya no hay hombres, regia di Alberto Fischerman (1991)
  • Firenze no kaze ni dakarete, regia di Seiji Izumi (1991)
  • Un bel dì vedremo, regia di Tonino Valerii (1996)
  • Un uomo perbene regia di Maurizio Zaccaro (1999)
  • La donna del delitto, regia di Corrado Colombo (2000)
  • Giovanna la pazza, regia di Vicente Aranda (2001)
  • To Rome with Love, regia di Woody Allen (2012)

Televisione

  • Circuito chiuso (1978)
  • Caccia al ladro d’autore (1985-86) (7 episodi)
  • Rally (1988)
  • I promessi sposi (1990)
  • Prigioniera di una vendetta (1990)
  • Dagli Appennini alle Ande (1990)
  • Non aprite all’uomo nero (1990)
  • La moglie nella cornice (1991)
  • Una storia italiana (1992)
  • Le Chinois (1992) (un episodio)
  • Jewels (1992)
  • Maximum Exposure (1995)
  • Deserto di fuoco (1997)
  • Marseille (1998)
  • Game over (1999)
  • Premier de cordée (1999)
  • L’uomo che piaceva alle donne – Bel Ami (2001)
  • Angelo il custode (2001)
  • La bambina dalle mani sporche (2005)
  • Giovanni Paolo II (2005)
  • Butta la luna (2006) (serie TV)
  • Pompei (2007)
  • Il Capitano (2005-07) (14 episodi)
  • Butta la luna (2009) (13 episodi)
  • Capri 3 (2010) (13 episodi)

Premi e riconoscimenti

  • 1977: David di Donatello Speciale per Il deserto dei tartari
  • 1979: Grolla d’Oro per Un uomo in ginocchio e Corleone
  • 1983: Premio De Sica
  • 2008: Nastro d’argento alla carriera
  • 2008: Globo d’oro alla carriera
  • 2008: Premio De Sica

Doppiaggio

Gemma venne spesso doppiato, come nei seguenti film:

  • Pino Locchi in Un dollaro bucato, Adiós gringo, Arizona Colt, Per pochi dollari ancora, I giorni dell’ira, Wanted, …e per tetto un cielo di stelle, Vivi o, preferibilmente, morti, Il prezzo del potere, Corbari, Amico, stammi lontano almeno un palmo, Troppo rischio per un uomo solo, Un uomo da rispettare, Anche gli angeli mangiano fagioli, Il bianco, il giallo, il nero, Anche gli angeli tirano di destro, Safari Express, Africa Express, California, Il grande attacco, Tenebre, Ciao nemico, I bastardi, Circuito chiuso
  • Cesare Barbetti in Arrivano i titani, La rivolta dei pretoriani, I due gladiatori, Maciste, l’eroe più grande del mondo
  • Renato Izzo in I lunghi giorni della vendetta, Kiss Kiss…Bang Bang, Erik il vichingo, La ragazzola
  • Massimo Turci in Angelica, Angelica alla corte del re
  • Giuseppe Rinaldi in Il prefetto di ferro
  • Adalberto Maria Merli in Una pistola per Ringo
  • Riccardo Cucciolla in Il ritorno di Ringo
  • Alighiero Noschese in Boccaccio ’70
  • Sergio Graziani in Ercole contro i figli del sole
  • Giancarlo Maestri in Il deserto dei tartari
  • Giancarlo Giannini in Quando le donne avevano la coda
Informazioni su diego80 (1943 Articoli)

Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus

Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: