ULTIM'ORA

5 anni senza Simoncelli – Quale futuro per il motociclismo italiano?

Era un triste mattino di 5 anni fa, ancora una domenica come oggi, quando in Italia arrivarono le drammatiche notizie dell’incidente mortale di cui fu vittima Marco Simoncelli nel G.P. di Malesia. Dell’incidente ne avevamo già trattato un anno fa in un articolo che vi riportiamo quì. sotto.

23 ottobre 2011-Muore Marco Simoncelli

Oggi nell’alba italiana, Valentino Rossi, suo amico fraterno e coinvolto nell’incidente di 5 anni fa a Sepang, gli ha dedicato il secondo posto ottenuto in Australia dopo la straordinaria rimonta dal 15°posto, dietro a Cal Crutchlow. La scomparsa di Simoncelli si porta dietro un interrogativo che da anni ci sforziamo di dare una risposta: quale sarà il futuro del motociclismo italiano? Valentino è l’unico collante tra un passato ricco di successi ed un presente da inseguitore, dopo il titolo sfiorato l’anno scorso e perso nell’ultima gara. Ma poi? Prima ci eravamo affezionati alle imprese di Rossi, di Max Biaggi e Loris Capirossi nelle categorie inferiori, di Roberto Locatelli, Andrea Dovizioso e del sanmarinese Manuel Poggiali. Senza scomodare gli anni d’oro di Giacomo Agostini. Ora siamo ancora alla ricerca dell’eroe nostrano da poterci affezionare, qualcuno che ci rappresenti nel dopo-Vale. Quest’anno ci ha provato Andrea Iannone. che ha raccolto un successo in Austria alle spalle di Andrea Dovizioso (quest’ultimo secondo anche in Qatar e Giappone e terzo in Germania), che è stato uno dei pochi piloti italiani a trionfare in Moto G.P. nell’era di Valentino. Ma putroppo è stato un caso quasi isolato, perchè Iannone è salito sul podio solo in altre due occasioni, ad Austin e al Mugello, quando giunse terzo. Poco da ricordare degli altri piloti italiani Danilo Petrucci e Michele Pirro,i mai oltre il settimo posto. Da ricordare che la classe regina è già ad appannaggio di Marc Marquez, che ha vinto gara e titolo domenica 16 in Giappone.

andrea-iannone

Andrea Iannone è nato a Vasto, in provincia di Chieti, il 9 agosto 1989. Ultimamente è noto per aver intrecciato una relazione con la showgirl Belen Rodriguez

Nelle altre categorie gli occhi erano puntati ai molti piloti italiani della Moto 3, ma la categoria si è ridotta ad un monologo del sudafricano Brad Binder, che ha conquistato il titolo con largo anticipo. Antonelli, Fenati, Bastianini, Bagnaia, Di Giiannantonio, Andrea Locatelli, Bulega: tutti piloti promettenti, ma in grado di regalarci solo successi estemporanei: Fenati sembrava patito bene due stagioni fa, ma ora è nel gruppo delle eterne promesse. Come il successo di Bastianini in Giappone, quello di Bagnaia in Olanda, quello di Fenati ad Austin, di Antonelli in Qatar al debutto, od il secondo posto di Bulega in Spagna e quello del bergamasco Locatelli in Germania o nel gran premio di oggi in Australia. Proprio Bastianini è il migliore degli italiani, visto che sta difendendo il secondo posto iridato con 21 punti di vantaggio sullo spagnolo Navarro ed avrà due gare a disposizione per cercare di conservare almeno la seconda piazza ;ma la frattura della vertebra rimediata nell’incidente a Philip Island rede più complicata la cosa.

gettyimages-473739580

Enea Bastianini è nato a Rimini il 30 dicembre 1997.

In moto 2 le attese erano perennemente riposte in Mattia Pasini e Simone Corsi, vecchi mestieranti della categoria, che però non sono riusciti quest’anno ad ottenere posizioni di prestigio. Corsi ha ottenuto solo un podio all’esordio in Qatar, mentre Pasini si è fermato a due quarti posti. qualcosa di più da altri italiani: Franco Morbidelli al momento è quarto in classifica, essendo il pilota italiano più continuo pur senza vittorie, con sei podi, gli ultimi tre consecutivi (ed il secondo posto di stamane), mentre è di Lorenzo Baldassarri l’unica vittoria italiana,a Misano Adriatico, vantando anche un secondo posto al Mugello (quindi profeta in paria). Ancora acerbo Luca Marini, il fratellastro di Valentino Rossi: il miglior risultato è il sesto posto della Germania. A giocarsi il titolo sono tre piloti, in quella che resta l’unica categoria incerta: il francese Johann Zarco, capoclassifica con 226 punti, lo svizzero Thomas Luthi, a 204, e l’immancabile pilota spagnolo, Alex Rins, a quota 201. Morbidelli a quota 177 è fuori dai giochi, con 50 punti ancora a disposizione.

lorenzo_28

Lorenzo Baldassarri è nato a San Severino Marche, in provincia di Ascoli Piceno, il 6 novembre 1996

moto2-essais-de-mars-jerez-2016-franco-morbidelli-estrella-galicia-0-0-marc-vds

Franco Morbidelli è nato a Roma il 4 dicembre 1994, ed è il li pilota più continuo in moto 2.

 

Aspettando quindi continuità di risultati in casa Italia: Per questo la perdita di Sic è ancora più pesante.

 

Informazioni su diego80 (1827 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: