ULTIM'ORA

La terra continua a tremare – A Norcia crolla la basilica di San Benedetto

Il risveglio in questo primo mattino di ora solare, domenica 30 ottobre 2016, non ha portato buone notizie, vista la nuova potente scossa di terremoto, magnitudo 6.5 (si era detto 6.1, qualche sito aveva avanzato all’inizio anche un 7.1) intorno alle 7,40, che ha fatto seguito a quella forte scossa di mercoledì 26 attorno alle 19,10. La notizia più bella è che non ci sono vittime, ma purtroppo parte del patrimonio artistico e culturale d’Italia on c’è più: la scossa di domenica all’alba ha fatto crollare tra gli altri edifici, la basilica di San Benedetto a Norcia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La beffa è che gli edifici circostanti e confinanti con la basilica appaiono ancora intatti, persino il monumento dei caduti al centro della piazza pare ancora integro. Come si può notare, della basilica sono rimaste in piedi solo la facciata d’ingresso e la base del campanile, mentre appare danneggiata anche la torre campanaria vicina, a rischio crollo.

Basilica di San Benedetto

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.
Basilica di San Benedetto
Norcia.jpg

La basilica di San Benedetto prima del crollo del 30 ottobre 2016.

StatoItalia Italia
RegioneUmbria Umbria
LocalitàNorcia
Religionecattolica
TitolareSan Benedetto da Norcia
DiocesiArcidiocesi di Spoleto-Norcia
Sito webSito

Coordinate: 42°47′32.4″N 13°05′36.2″E (Mappa)

La lunetta del portale di san Benedetto

La basilica di San Benedetto sorgeva su quella che secondo la tradizione era la casa natale dei santi Benedetto e Scolastica, nati nel 480 d.C.da una nobile famiglia, come riferisce san Gregorio Magno nei suoi Dialoghi. Nel giugno del 1966 papa Paolo VI l’ha elevata alla dignità di basilica minore. La basilica è crollata in seguito al violento sisma del 30 ottobre 2016[1]

La basilica in seguito al terremoto del 30 ottobre 2016

Storia e descrizione

La facciata, il portale laterale (ora murato) e la base del campanile appartengono alla fine del sec. XIV. I muri laterali sono stati ricondotti ad un’altezza unica durante il restauro che finì nel 1958; si demolirono allora le volte a vela del portico laterale e si mise in luce il portale a sesto acuto assieme alle strutture di tre finestre superiori appartenenti alla fabbrica trecentesca. Il portico delle Misure fu addossato alla fiancata destra della chiesa verso il 1570 per volontà del Comune e delle autorità ecclesiastiche, con lo scopo di creare una specie di mercato coperto dei cereali. La fiancata oltre il campanile, in corrispondenza del transetto è rinforzata da una speronatura entro la quale si apre un’edicola con affresco raffigurante la Madonna con Gesù Bambino di pittore tardogotico. Questo affresco è stato recuperato da Una mostra, un restauro.

Interno

La basilica è a forma di croce latina, con un’unica navata. L’abside e la calotta sono all’incrocio del transetto e si presentano nelle forme della ricostruzione settecentesca.

Con i restauri degli anni ’50 è ricomparso in alto l’arco trionfale trecentesco, unico indizio superstite della navata gotica. In occasione dei lavori giubilari del 2000, su impulso dell’arcivescovo di Spoleto-Norcia Riccardo Fontana (ora vescovo di Arezzo-Cortona-Sansepolcro) importanti modifiche sono state apportate all’interno della basilica: la pavimentazione, l’altare maggiore, il nuovo accesso alla cripta, la sistemazione dell’area archeologica sottostante, i lavori di adeguamento dell’ex monastero benedettino. Il 2 dicembre 2000 ha chiamato a Norcia la comunità benedettina Maria Sedes Sapientiae guidata da padre Cassian Folsom o.s.b.

Sequenza delle scosse

Magnitudo registrate dal 22 agosto al 9 settembre.

Magnitudo registrate il 26 e il 27 ottobre 2016

Di seguito, la lista dettagliata delle scosse telluriche registrate dal 24 agosto 2016, escludendo quelle di magnitudo inferiore a 4,0; le scosse più forti (di magnitudo maggiore o uguale a 5,0) sono evidenziate in blu.[24]

DataOra locale
(CEST)
Magnitudo
momento
Profondità
ipocentro
Epicentro
ComuneLatitudineLongitudine
24 agosto 201603:36:326,04 kmAccumoli42,70 N13,23 E
24 agosto 201603:37:264,59 kmAccumoli42,71 N13,25 E
24 agosto 201603:56:004,45 kmAmatrice42,61 N13,28 E
24 agosto 201604:33:295,39 kmNorcia42,79 N13,15 E
24 agosto 201604:59:354,111 kmNorcia42,80 N13,14 E
24 agosto 201605:08:104,015 kmAmatrice42,61 N13,27 E
24 agosto 201605:40:114,111 kmAmatrice42,62 N13,25 E
24 agosto 201606:06:504,48 kmNorcia42,77 N13,13 E
24 agosto 201613:50:304,58 kmNorcia42,82 N13,15 E
24 agosto 201619:46:094,210 kmAccumoli42,66 N13,22 E
25 agosto 201605:17:164,310 kmArquata del Tronto42,75 N13,21 E
25 agosto 201614:36:054,410 kmAmatrice42,60 N13,29 E
26 agosto 201606:28:254,811 kmAmatrice42,60 N13,29 E
27 agosto 201604:50:594,08 kmMontemonaco42,84 N13,25 E
28 agosto 201617:55:354,29 kmNorcia42,82 N13,24 E
3 settembre 201603:34:124,311 kmNorcia42,78 N13,13 E
3 settembre 201612:18:514,59 kmCastelsantangelo sul Nera42,87 N13,21 E
20 settembre 201601:34:254,110 kmAmatrice42,67 N13,28 E
16 ottobre 201611:32:354,110 kmNorcia42,75 N13,18 E
26 ottobre 201619:10:365,49 kmCastelsantangelo sul Nera42,88 N13,13 E
26 ottobre 201621:18:055,98 kmCastelsantangelo sul Nera42,92 N13,13 E
26 ottobre 201623:42:014,510 kmCastelsantangelo sul Nera42,86 N13,13 E
27 ottobre 201605:19:274,09 kmCastelsantangelo sul Nera42,84 N13,15 E
27 ottobre 201605:50:244,49 kmUssita42,99 N13,13 E
27 ottobre 201610:21:454,39 kmCastelsantangelo sul Nera42,87 N13,10 E
27 ottobre 201619:22:234,29 kmNorcia42,84 N13,10 E
29 ottobre 201618:24:334,211 kmNorcia42,81 N13,10 E
30 ottobre 201607:40:176,510 kmNorcia42,84 N13,11 E
30 ottobre 201607:44:304,610 kmPreci42,85 N13,07 E
30 ottobre 201607:55:404,113 kmNorcia42,74 N13,17 E
30 ottobre 201608:00:404,110 kmPreci42,88 N13,05 E
30 ottobre 201608:04:594,010 kmPreci42,82 N13,06 E
30 ottobre 201608:05:564,18 kmNorcia42,79 N13,16 E
30 ottobre 201608:07:534,210 kmNorcia42,71 N13,19 E
30 ottobre 201608:08:354,310 kmNorcia42,71 N13,14 E
30 ottobre 201608:13:054,511 kmAccumoli42,70 N13,24 E
30 ottobre 201608:34:474,010 kmUssita42,92 N13,13 E
30 ottobre 201609:35:584,410 kmNorcia42,83 N13,08 E

 

Lista dei comuni colpiti

ComuniProvinciaDanniVittime
Lazio Lazio
AmatriceRieti236 vittime, numerose costruzioni crollate o gravemente lesionate. Amatrice è stato il comune maggiormente colpito dal sisma, sia per numero di morti sia per i danni alle costruzioni. Il centro storico di Amatrice è stato quasi interamente raso al suolo dal sisma, anche gli edifici pubblici al di fuori del centro storico, come la scuola, hanno subito gravi danni. Molte delle 70 frazioni del comune hanno subito danni gravi e crolli.236
AccumoliRieti11 vittime, numerose costruzioni crollate o gravemente lesionate. Nel territorio di Accumoli è stato stabilito l’epicentro della prima scossa. Il centro di Accumoli ha avuto molti danni, alcune costruzioni sono crollate, altre sono gravemente lesionate, 4 i morti. Nella frazione di Illica, la più colpita del comune, la maggior parte delle case sono crollate, 6 sono stati i morti. A Grisciano molte sono le costruzioni gravemente danneggiate, alcune sono crollate, 1 morto. Anche le frazioni di Poggio Casoli, Macchia, Fonte del Campo, Libertino, Villanova, San Giovanni e Tino hanno subito gravissimi danni.11
Marche Marche
Arquata del TrontoAscoli Piceno51 vittime, numerose costruzioni crollate o gravemente lesionate. Nel centro abitato di Arquata del Tronto si sono registrate 4 vittime e gravi danni alle strutture, alcune case sono crollate. Pescara del Tronto è la frazione più colpita: qui hanno perso la vita 46 persone e la maggior parte delle costruzioni sono state distrutte. A Capodacqua una persona è morta e molte costruzioni sono crollate o sono gravemente lesionate. Anche le frazioni di Tufo, Piedilama e Pretare hanno subito gravi danni.51
MontegalloAscoli PicenoNessun morto, molte costruzioni hanno subito danni o crolli. Le frazioni più colpite sono state Rigo, Castro, Collefratte e Colleluce. Molti i beni culturali lesionati.
Acquasanta TermeAscoli PicenoAlcune costruzioni hanno subito danni o crolli, in particolare nelle frazioni di Capodirigo, Peracchia e Tallacano.
MontemonacoAscoli PicenoAlcune costruzioni hanno subito danni.
Castelsantangelo sul NeraMacerataMolte costruzioni hanno subito danni o crolli.
UssitaMacerataMolte costruzioni hanno subito danni o crolli.
VissoMacerataMolte costruzioni hanno subito danni o crolli.
CamerinoMacerataMolte costruzioni hanno subito danni o crolli.
MontefortinoFermoAlcune costruzioni hanno subito danni.
Umbria Umbria
NorciaPerugiaNessun morto, molte costruzioni hanno subito danni o crolli. Il centro storico ha avuto lesioni. Particolarmente colpite le frazioni di Castelluccio, San Pellegrino e Frascaro. Crollata la Basilica di San Benedetto.
PreciPerugiaMolte costruzioni hanno subito danni.
Monteleone di SpoletoPerugiaAlcune costruzioni hanno subito danni.
CasciaPerugiaAlcune costruzioni hanno subito danni.
Abruzzo Abruzzo
Valle CastellanaTeramoAlcune costruzioni hanno subito danni o crolli, una donna è morta per un malore causato dallo shock del terremoto, la frazione di Fornisco è stata particolarmente colpita.1
Rocca Santa MariaTeramoAlcune costruzioni hanno subito danni.
MonterealeL’AquilaAlcune costruzioni hanno subito danni o crolli.
CapitignanoL’AquilaAlcune costruzioni hanno subito danni.
CampotostoL’AquilaAlcune costruzioni hanno subito danni.

Informazioni su diego80 (1949 Articoli)

Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus

Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: