ULTIM'ORA

Lezione 7 : Play Store e E-Commerce

Il Play Store. Cos’è?

In questa sezione ci addentriamo nel fantastico mondo dei cosiddetti “negozi di app” per capirne il funzionamento. Dovete sapere che oggi tutti i tablet, smartphone e computer sono “potenziabili”. Ciò significa che nel momento in cui compriamo un tablet scegliamo un prodotto che possiede delle caratteristiche ben precise. Tanto per capirci, quando acquistiamo un tablet sappiamo in anticipo che quel dispositivo sarà in grado di: fare fotografie, prendere note e appunti, utilizzare un calendario, navigare in internet, effettuare dei calcoli con la calcolatrice, impostare una sveglia, e così via.

Queste sono tutte funzioni implementate in qualsiasi tablet in maniera predefinita. Quello che però rende la stragrande maggioranza di device degli oggetti speciali è la loro capacità di connettersi a degli store, dei veri e propri negozi (virtuali) dentro i quali noi utenti possiamo acquistare o scaricare gratuitamente le cosiddette app. App è la contrazione inglese della parola application che significa applicazione. Un’applicazione è un piccolo programma che decidiamo di inserire nel nostro tablet o smartphone. In che modo? È molto semplice.

Il mio telefono o il mio tablet possiedono Play Store?

Tutti i tablet e gli smartphone oggi in commercio possiedono il proprio store, il proprio negozio virtuale. A tale negozio potete accedere semplicemente con un tap (dicasi tap il tocco che fate col vostro dito sullo schermo del vostro device! Ah, e dicasi device il vostro dispositivo, il vostro tablet!). Dicevamo, con un semplice tap sull’icona corrispondente allo store del vostro tablet verrete trasferiti alla relativa schermata iniziale. Immaginate questa schermata come fosse la vetrina di un negozio in cui sono esposti i prodotti più belli, quelli più richiesti e quelli scontati. In evidenza vedrete quindi scorrere le applicazioni più scaricate, quelle più interessanti, quelle che hanno riscontrato maggior successo o quelle in offerta. Vi accorgerete ben presto che esistono applicazioni a pagamento, ma salvo rari casi i loro prezzi variano dai pochi centesimi di euro a 2/3 euro.

Così come vi renderete conto che esistono un’infinità di applicazioni ugualmente valide ma gratuite. I negozi in assoluto più diffusi nel mercato dei tablet sono due:

• Google Play Store

• App Store

che identificano rispettivamente gli store di tablet che montano il sistema operativo Android di Google e quelle che supportano il sistema iOS di Apple. Quando ci accingiamo a comprare un tablet o uno smartphone dunque è interessante e importante capire quale sistema operativo utilizza il dispositivo che abbiamo tra le mani. Solitamente, tutti i tablet prodotti dalla Samsung lavorano con il sistema operativo Android, per cui il negozio che ci viene reso disponibile sarà il Google Play Store. In possesso di un tablet che gira grazie ad Android dovremo fare riferimento al Play Store per effettuare il download di nuove applicazioni. Viceversa, i tablet che lavorano con il sistema iOS della Apple sono gli iPad.

Vediamo adesso alcune delle APP più popolari :

Facebook

Facebook è il più diffuso Social Network del mondo.
È un servizio web gratuito che ti permette di metterti in contatto con i tuoi amici vicini e lontani e aprire nuove relazioni.Con quasi 3 miliardi di iscritti, su Facebook, puoi facilmente trovare vecchi compagni di scuola o conoscenti di “vecchia data” oppure semplicemente fare nuove amicizie.
Puoi condividere notizie interessanti trovate sul web e aprire discussioni.
Puoi caricare foto e video, da far vedere solamente ai tuoi amici (o se desideri a tutta la comunità).
Puoi vedere quando i tuoi amici sono collegati online a Facebook e chiedergli di chattare insieme.
Puoi vedere i nomi degli amici dei tuoi amici e avviare un contatto anche con loro.
Puoi creare, iscriverti a gruppi e accedere alle pagine di alcuni personaggi famosi scambiando qualche battuta.

 

Coltellino svizzero

Si tratta di una applicazione gratuita che ne contiene ben  nove al suo interno ciascuna con il proprio menù per settarne le Impostazioni.
Le applicazioni raggruppate per questo tool sono: Luce, Righello, Timer, Cronometro, Bussola, Livella, Calcolatrice, Lente di ingrandimento e Specchio.

 

 

 

 

 

 

 

 

Spese giornaliere

Questa app gratuita chiamata Spese Giornaliere 3 ti aiuta a gestire ed a tenere sotto controllo le tue spese personali con semplici tap tramite il tuo dispositivo mobile Android, e si adatta perfettamente a qualsiasi utenza  e situazione, applicazione interamente in italiano.

Una volta installata sul dispositivo mobile noterai subito che la sua interfaccia grafica è molto semplice ed intuitiva, creata apposta per organizzare le tue spese dove puoi registrare tutti i movimenti per data e per categoria, esaminando tutti i totali giornalieri mensili e annuali, l’applicazione inoltre ti permette anche di creare un backup del database per un eventuale futuro ripristino dei dati inseriti.

 

 

Amazon

Amazon é una delle piattaforme di vendita piu utilizzate al mondo. E’ suddiviso in marketplace: Grandi negozi online, da dove gli utenti di ogni nazione, fanno i propri acquisti ogni giorno.

Ogni marketplace fa capo a una nazione.
Ad esempio, Amazon.it, è il marketplace Amazon per l’Italia. Analogamente, Amazon.fr, è il marketplace Amazon per la Francia.

 

 

 

Come acquistare le App a Pagamento?

In precedenza accennavamo al fatto che esistono delle applicazioni a pagamento. In quel caso potete dotarvi di una carta prepagata per effettuare in sicurezza gli acquisti online. Ricordatevi che per entrare negli store virtuali è necessario creare il proprio account. Un account è una coppia di informazioni utili al sistema per riconoscervi, composta da un username (nome utente) – che spesso coincide con il vostro indirizzo di posta elettronica – e una password. Quando accedete per la prima volta allo store vi verrà sicuramente richiesto di inserire i dati del vostro account. A quel punto il sistema vi riconoscerà e potrete acquistare le app attraverso la carta di credito prepagata che avete predisposto precedentemente. È importante infatti sapere che per creare un account è necessario registrarsi fornendo alcuni dati personali: nome, cognome, indirizzo (utile se acquistate degli oggetti fisici che vi dovranno essere spediti a casa), numero e tipologia di carta di credito, email e password.

In conclusione

Speriamo di essere riusciti a darvi l’idea che chi acquista oggi un tablet ha decine e decine di possibilità di potenziarlo con il download delle applicazioni. Di applicazioni ne esistono davvero di tutti i tipi e per tutti i gusti. Quando vi collegherete per la prima volta ai vostri store vi accorgerete che le app sono suddivise in categorie: dalla produttività alla scuola, dai giochi all’economia, dal fitness alla cucina, dalle foto e i video ai viaggi, dalle app utilizzabili come navigatori a quelle specifiche per la salute. Sotto ogni sezione troverete le principali app inerenti alla sezione scelta suddivise per “popolarità” (numero di volte che sono state scaricate) e corredate di recensioni degli utenti che prima di voi le hanno acquistate e provate. Una volta che avete scaricato l’app che vi interessa la potete utilizzare quanto e quando volete e, se scoprite che non vi piace, non funziona bene, o non vi interessa, beh sarà molto facile cancellare ogni sua traccia dal vostro dispositivo.

Il luccicante mondo dell’ E-Commerce.

Se stai leggendo questa lezione è molto probabile che tu abbia letto tutte le precedenti e ci auguriamo quindi che tu abbia potuto sperimentare un po’ le nozioni base di Internet. Giunti a questo punto non ci resta che presentarti una delle più grandi potenzialità che la Rete Internet sta offrendo al mercato globale, il cosiddetto commercio elettronico (o e-commerce in inglese). Perché abbiamo scelto proprio questo argomento? Innanzitutto perché lo riteniamo importante a livello culturale. Si stima infatti che il commercio elettronico abbia un valore di quasi 5 miliardi di euro per il nostro Paese. È un dato importante, ed è un dato che sottolinea la capacità della Rete di generare valore. Quello che però importa a noi, è cercare di capire perché spesso i negozi su Internet si dimostrano dei bellissimi posti per il nostro shopping. Immaginiamo che la “lettrice sarta” potrebbe impazientemente alzare una mano e protestare: “ehi, ma io ho bisogno di acquistare aghi e fili, non di certo quelle diavolerie elettroniche che comprate voi giovani”. Per passare alla casalinga che avrebbe bisogno solamente di nuove padelle e nuovi utensili da cucina. Il meccanico vorrebbe un cacciavite particolare, un appassionato di bricolage cercherà degli oggetti per realizzare la sua prossima idea, e così via. Indubbiamente ciascuno di noi ha le proprie esigenze, e i propri desideri. Nelle pagine che seguono, cercheremo di scoprire assieme cosa vuol dire acquistare qualcosa online. Non solo. Ci accorgeremo che in Internet, è possibile trovare – veramente – di tutto. Così potremmo accontentare le esigenze di ciascuno di noi. Magari anche con un risparmio in termini di tempo e di denaro, la cui cosa non ci dispiace affatto. Cominciamo!

Cosa sono gli acquisti online

Fare un acquisto online significa poter cercare un prodotto di nostro interesse, valutarlo, capirne le caratteristiche, capire la validità e la durata della garanzia, capire da dove il prodotto proviene, e infine acquistarlo. Come? Con una carta di credito ovviamente. Tale carta di credito nella maggior parte dei casi sarà una carta prepagata, che ci garantisce di proteggere il nostro conto corrente vero e proprio. Il meccanismo di acquisto online è un meccanismo definito “trasparente all’utente”, nel senso che il compratore non vive in prima persona il momento dell’acquisto come siamo abituati di solito a fare.

Cosa accade di solito

Solitamente entriamo fisicamente in un negozio, girovaghiamo per gli scaffali fino a raggiungere l’oggetto che cercavamo. A quel punto lo prendiamo in mano e cerchiamo di capire come funziona, eventualmente con l’aiuto di un commesso. Una volta che decidiamo di comprarlo, mano al portafoglio, prendiamo le banconote necessarie e paghiamo. Usciamo dal negozio con l’oggetto in mano ed ecco che l’acquisto è fatto.

Cosa accade in Rete

In Internet la cosa viene semplificata: scelgo l’oggetto, e lo pago, stando comodamente seduto davanti al mio computer a casa. Dopo qualche giorno questo oggetto mi arriverà a casa. Gli acquisti online ci permettono dunque di risparmiare il tempo fisico che perderemmo nel raggiungere un negozio (mica tutti i negozi di cui abbiamo bisogno sono attaccati a casa nostra). Gli acquisti online ci permettono spesso di risparmiare denaro, perché i negozi online spesso propongono prezzi inferiori a quelli dei negozi, anche per lo stesso tipo di prodotto. Gli acquisti online sono, come tutta la rete Internet, democratici. Cosa vuol dire? Significa che in Internet possiamo comprare un libro con la stessa facilità con cui acquistiamo un auto blu del governo (nel momento in cui scriviamo queste pagine le auto blu del governo sono all’asta in Internet). Possiamo così fare acquisti di qualsiasi oggetto, con la stessa identica formula. Sia che noi acquistiamo un libro, sia che noi acquistiamo un auto, o un divano, una moto, o un mobile, in ogni caso ci basterà pagare e attendere che l’oggetto ci venga recapitato alla destinazione da noi indicata. Se da un lato il commercio elettronico facilita la vita dei privati, dall’altro stimola i commercianti e i negozianti mettersi in gioco.

Rilanciare il proprio commercio

Se sei un commerciante e possiedi un negozio potrebbe essere utile per te capire quali dei tuoi prodotti sono disponibili online. Inoltre potrebbe essere interessante valutare diverse opzioni: vale la pena cominciare a vendere in Internet qualche mio prodotto? Oppure, vale la pena che io commerciante acquisti della merce online perché effettivamente costa meno? Interrogarsi su queste domande potrebbe apportare dei miglioramenti davvero significativi nelle attività di piccoli negozi o piccole imprese. La cosa bella della Rete, la torniamo a ripetere, è il suo essere democratica. Solo grazie a questa “parità di diritti” può sbarcare in Internet la grande multinazionale come il piccolo negozietto di provincia. Il successo, è garantito a entrambi.

 

Quali sono i più grandi “negozi online” e cosa si può comprare in rete

I siti Internet in assoluto più famosi dove poter fare acquisti online sono: Amazon, Ebay, e probabilmente Subito.it. Tutti e tre questi siti Internet vendono oggetti di qualsiasi ambito, e dividono i loro prodotti per categorie. Prima di addentrarci in questi grandi negozi virtuali, è opportuno introdurre il concetto di “feedback” che in questo contesto traduciamo con la parola italiana di “giudizio”. Se in un negozio reale siamo noi acquirenti a poter dare un giudizio sull’oggetto che abbiamo in mano, in Rete questo “poter toccare e valutare con mano” viene a mancare. Ecco perché è importantissimo il “feedback” degli utenti. Sia su Amazon, che su Ebay, una volta che fai un acquisto da un venditore, ti viene richiesto di lasciare un feedback, un giudizio. Il tuo giudizio, sperando che sia il più possibile onesto, servirà ad altri futuri acquirenti di farsi un’idea sul venditore e sul prodotto che stanno osservando. In questo senso, lasciare il proprio feedback diventa un atto dovuto per chi si muove in Rete. Immaginate che voi siate i possibili acquirenti di un oggetto. Vi piacerebbe che una volta che aprite la pagina dell’oggetto sul monitor del vostro computer, assieme all’oggetto trovate anche una recensione di altri utenti che hanno acquistato quel prodotto. Così vi fate un’idea sull’acquisto che vi accingete a fare. Ecco che come voi avete piacere di leggere delle recensioni e dei giudizi che vi spingono e vi frenano nell’acquisto, così piace anche agli altri utenti. Per questo motivo dicevamo che lasciare un giudizio sia un atto dovuto. Non solo. È anche un gesto che mantiene alta la qualità di un sito Internet che fa commercio elettronico. Diventa quindi un luogo sostenuto dalla comunità di acquirenti, in cui i prodotti meglio recensiti e giudicati risultano i primi tra i risultati di ricerca, mentre quelli giudicati male scendono di conseguenza nelle classifiche. A lungo andare i prodotti in maniera naturale verranno organizzati sulla base della loro qualità e affidabilità, costruita con la somma dei giudizi positivi o negativi lasciati dagli utenti. Di buono c’è che noi godiamo di siti Internet che ci presentano solo il meglio di ogni tipologia di prodotto. In nessun tipo di negozio reale questo è possibile. Al negozio online “Amazon” ci arriviamo digitando “Amazon” nella barra di ricerca di Google oppure digitando il suo indirizzo “www.amazon.it”. Ecco la homepage di Amazon.

 

Al centro della homepage scorrono delle offerte e dei prodotti a prezzi speciali oppure dei prodotti di moda in quel momento. Sulla sinistra abbiamo una prima possibilità di scremare i prodotti sulla base della categoria di appartenenza. Nella fascia sotto invece ci sono i prodotti che “altri utenti stanno guardando” nel momento in cui noi siamo connessi al sito. Si tratterà di prodotti particolarmente interessanti secondo i calcoli di Amazon o magari di prodotti dal prezzo particolarmente vantaggioso.

Quando troviamo quello che ci piace, facendoci aiutare dalle recensioni lasciate da chi prima di noi ha acquistato lo stesso prodotto o leggendo la scheda tecnica scritta del venditore, possiamo metterlo nel nostro carrello virtuale. Il pagamento è davvero una procedura semplicissima. Innanzitutto è bene ricordare che per acquistare su Amazon bisogna registrarsi. Questa fase è del tutto gratuita e comporta da parte nostra solo la, relativamente dolce, scomodità di fornire i nostri dati anagrafici ed i dati della nostra carta di credito. Una volta completata la registrazione (che va fatta solamente una volta) è sufficiente selezionare le modalità di spedizione che preferiamo e confermare l’acquisto con un click.

E’ talmente facile che è altrettanto semplice prenderci gusto e quindi auto-svuotarci inconsapevolmente la carta di credito… Quindi, prestate molta attenzione.

 

Esistono delle APP per computer ?

Allora… Qui il discorso si complica un pò poichè essendo i pc una tecnologia più matura rispetto ai dispositivi mobili hanno un concetto di App un pò diverso da questi ultimi. Vi vorrei però far notare alcune App che ritengo molto interessanti e che sono incluse nel nostro account Google.

 

Google Traduttore (Google Translate nella versione inglese) è un servizio di traduzione automatica offerto dalla società Google Inc., per tradurre una sezione di testo, o un’intera pagina web, in un’altra lingua.

Mentre altri servizi di traduzione, come Babel Fish, AOL e Yahoo!, usano come software di base SYSTRAN, Google Traduttore usa un software di traduzione proprio dal 2007.

Google Traduttore è basato su un approccio di traduzione chiamato traduzione automatica statistica e, più precisamente, sulla ricerca di Franz-Josef Och, che vinse il concorso DARPA per la velocità di traduzione automatica nel 2003. Och è ora a capo del dipartimento di Google per la traduzione automatica.

Och sostiene che una solida base per sviluppare un sistema di traduzione automatica in grado di tradurre da una lingua ad un’altra, debba avere almeno un milione di corrispondenze di parole della prima lingua con l’altra, ed il significato di almeno un miliardo di parole per ognuna delle due lingue.

I modelli statistici di questi dati vengono poi utilizzati per creare la traduzione.

Per acquisire questa enorme mole di dati linguistici, Google ha usato documenti delle Nazioni Unite, e questo è probabilmente uno dei principali motivi del perché Google si è concentrata inizialmente sulla traduzione dall’inglese verso le lingue ufficiali delle Nazioni unite (arabo, cinese, francese, russo e spagnolo) e non, per esempio, verso lingue come il giapponese o il tedesco.

Dopo la vittoria di AlphaGo, l’intelligenza artificiale costruita da Google DeepMind, a Marzo 2016 BigG ha annunciato che per aumentare la qualità delle traduzioni implementerà anche in Google Traduttore la tecnologia proprietaria del deep learning, già ora utilizzato con successo in Google Foto, Google Maps e GMail.

 

Google Libri

Google Libri è un archivio immenso di contenuti da leggere e sfogliare nei momenti di relax!

Come ogni bookstore che si rispetti, il servizio offerto dal big di Mountain View permette di avere accesso ai titoli da qualsiasi dispositivo compatibile, da Android a Windows, passando per Mac e tutti gli altri sistemi operativi tramite browser.

Alle volte potrebbe risultare comodo scaricare titoli da Google Libri in locale, così da poterli leggere offline e condividere con i propri amici. A differenza di quanto succedeva tempo fa, oggi scaricare libri da Google Libri è estremamente facile e può essere fatto in due modi: sia da web che da un’applicazione esterna. Se provate a cercare un argomento di vostro interesse in Google Libri (per evento il vostro paese di provenienza) vi perderete in uno sterminato passato su carta che sarà completamente a vostra disposizione. Buon divertimento

 

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: