ULTIM'ORA

Lettera quasi d’amore

Valutavo che la Vita riesce sempre a cogliermi di sorpresa..

Si passano i giorni a programmare e poi tanto lei fa quello che vuole, infischiandosene di

quello che con la mente pensiamo di desiderare.

L’Universo ascolta solo le richieste che vengono dettate dai bisogni della nostra Anima e

si muove per soddisfare esattamente ciò che Essa chiede.

Si muove, coordina, crea coincidenze, traslochi…e Sempre, Sempre raggiunge il proprio

scopo.

Se per un attimo solo ci soffermiamo a pensare a come avvengano certi incontri restiamo

increduli e certamente ammaliati da sittanta perfezione.

Quel giorno dovevamo essere proprio lì, doveva accadere proprio quel disastro e poi quel

colpo si Fortuna, dovevamo prendere quella decisione o imboccare quella strada perché

pioveva.

Dovevamo l’un l’altro, io e te, affrontare ciò che ci è accaduto: sposarci, fare figli, gioire,

soffrire, crescere, rifarci una vita, cambiare case e profumi, frequentare gli stessi luoghi,

conoscerci, diventare amici e poi..e poi doveva accadere che le nostre linee di vita si

incrociassero.

E poi…e poi si vedrà…

Certamente tutto questo muovere del Cosmo su di Noi non può lasciarci indifferenti.

Io la guardo e persevero a goderne della Meraviglia, curiosa nell’immaginare cosa sarà

domani, ma eternamente Grata per la Perfezione dell’istante presente, che sia brivido

sulla pelle o malinconia; che sia preoccupazione o leggerezza; che sia paura o ardore.

L’Universo suona la Nostra Musica, ed io continuo a ballare, lasciando fluire il

movimento che viene da quel punto dove i pensieri non esistono.

Ballo e mi abbandono fiduciosa al ritmo che scorre, quale esso sia.

Mi lascio trasportare e divengo protagonista e spettatrice in questa “prima” sul mondo.

Alla fine sarà un’ ovazione, perché io stessa non ho mai smesso di applaudire a lei: la

Mia Vita.

Vuoi Danzare con me, fintanto che ci va?

Con Amore

Daniela

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: