ULTIM'ORA

Osterie e taverne di ieri e di oggi – Osteria dei Rota poi Carminati, Camorone

Situata di fianco alla chiesa di Camorone, questa trattoria fu costruita nei primi decenni del ‘900 da Giovanni Rota di Ubiale, frutto del suo lavoro di emigrante negli Stati Uniti. Tuttavia, per problemi economici la sua gestione si interruppe verso il 1938.

Non passarono che pochi mesi e la sala riprese ad animarsi grazie a Francesco Carminati “Misarol”, classe 1902, e alla moglie Bartolomea Pesenti, i quali, appena arrivati a Camorone dalla frazione di Cavaglia, si presero la briga di far ripartire l’osteria, che disponeva di un bancone e cinque, sei tavoli disposti in una grande sala.

 

A quei tempi gestire un’osteria non portava certo un guadagno sufficiente a mantenere una famiglia con i figli; di conseguenza si cercava di ridurre le spese allevando nella stalla gli animali dai quali si ricavavano prodotti che poi venivano serviti ai clienti nei giorni di festa.

Si poteva bere e mangiare michette con salame e stracchino di propria produzione, stagionati nella cantina, e non mancava la polenta anche per gli operai che costruirono la strada nel 1962, che dilungavano il pranzo con una partita a carte.

Ovviamente non mancava il gioco della morra, come sempre fonte di litigi e di risse sia per i concorrenti che baravano sia per l’alterazione dovuta al troppo vino. Questi episodi venivano placati dall’oste Francesco che rabboniva i più rissosi con autorevolezza, oppure accompagnava i tranquilli giocatori di carte a continuare indisturbati la partita in cucina.

A volte Francesco veniva consultato nelle fasi di contrattazione per la compravendita di animali da fattoria, prassi comunemente usata per risparmiare le costose pratiche notarili.

Alla fine degli anni ’40 la famiglia si concesse il lusso di un biliardo, che attirava parecchi giocatori, che regolarmente organizzavano delle gare. Poi alla fine degli anni ’50 arrivò la televisione, mentre ad allietare i momenti di festa ci pensava Battista Gervasoni “Migliavacca” con la sua fisarmonica.

L’attività cesserà alla fine degli anni ’60.

Informazioni su diego80 (1949 Articoli)

Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus

Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: