ULTIM'ORA

Osterie e taverne di ieri e di oggi – Osteria del Nèspol – Laxolo

In una isolata e incantevole posizione ai piedi della CORNA MARCIA, circondata da fertili poderi prativi, si trovava l’OSTERIA DEL NESPOL,

Sullo stipite della porta principale è incisa la data 1797, ma da un documento del Comune di Brembilla del 1830 risultava disabitata, si suppone che i primi gestori fossero probabilmente i Moretti che nella metà degli anni ’30 le vendettero a Pietro Capelli che vi abitarono fini ad una ventina di anni fa. La maggior parte dei suoi avventori era composta da viandanti che percorrevano la frequentata mulattiera della Roncaia che collegava Laxolo con Sottocamorone e poi i Ponti di Sedrina in un percorso relativamente breve.

Siamo negli anni a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento, e secondo gli standard morali dell’epoca, l’osteria non godeva di una fama cristallina, tanto che veniva definita una bettola. Bisogna ricordare che in quel periodo le osterie erano piuttosto sporche, a volte gli scarti del cibo si lasciavano sul pavimento e le pentole erano pulite in modo sommario. Spesso le mosche affollavano ogni angolo delle taverne. Queste abitudini igieniche scorrette vennero contrastate nel periodo del fascismo cercando di sensibilizzare gli osti a tenere più pulizia sia nelle sale che in cucina e furono istituite delle classifiche che davano punteggi in base all’igiene riscontrata nei locali ispezionati.

Questa taverna era composta da due salette pavimentate con piccole mattonelle rosse, la più grande di queste ha conservato l’aspetto di un tempo dove, oltre alla mescita di vino e liquori ci si sfamava con un ruspante spuntino servito nelle stoviglie accuratamente tenute nell’armadio a muro, o ci si sfamava con una zuppa che cuoceva nell’ampio camino. Capitava spesso che si ballasse al ritmo di una fisarmonica e che la miscela di musica, alcol e qualche fanciulla presente finisse a notte inoltrata con comportamenti un po’ libertini… Da qui al riportare al parroco le voci di immoralità e licenziosità il passo era breve e così arrivava immancabile la reprimenda dal pulpito.

Informazioni su diego80 (1943 Articoli)

Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus

Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: