ULTIM'ORA

Osterie e taverne di ieri e di oggi: Luxuria Cafè, via Roma

Possiamo ipotizzare che un nome così accattivante non abbia nessun riferimento ad uno dei sette vizi capitali, ma un efficace escamotage promozionale, la scelta del nome fu deciso dopo aver sciorinato una serie di nomi tra la titolare Stefania Plazzoli, già impiegata nella ditta metalmeccanica di famiglia OMD,e la figlia Natasha, la quale la spuntò con la parola Luxuria e così nel giugno del 2003 viene aperto il locale in via Roma n° 41, raccogliendo l’eredità della precedente gestione, avviata a fine anni ’90 del fratello  Filippo Donghi, che intitolò il locale col nome di “Freedom”.

L’esterno del bar Luxuria, in un fotogramma tratto da Google Maps, dicembre 2011.

Ovviamente non basta il nome per attirare la clientela, è fondamentale essere dinamici per captare i gusti e le tendenze e di conseguenza è indispensabile aggiornarsi, perciò Stefania è sempre in cerca di novità per lusingare la clientela, organizzando gli eventi più disparati, come corsi di ballo latino americano, tornei di carte come la riuscitissima Biscalandia, parties promozionali di bevande con la partecipazione di ragazze immagine e serate musicali con disc-jockey. Inoltre, da diversi anni il venerdì sera è appuntamento fisso con il karaoke, per testare le ugole più raffinate.

Nel luglio 2008 Luxuria abbandona il locale di via Roma 41, rilevato da un altro bar che prenderà il nome del civico, e si trasferisce nello stabile, sempre in via Roma, che agli inizi del ‘900 ospitava l’Albergo della Posta; nelle varie sale vi sono oltre 20 tavoli, il bigliardo e alcuni video-games per giochi di abilità e play-station e per quanto riguarda il servizio al banco, la parte del leone lo fanno gli snacks, in primis le piadine, poi focacce, pizze e l’ultima novità, la spianata, accompagnate da bibite, che a volte vengono ingollate in abbondanza dando vita a momenti di euforia piuttosto irrefrenabile e tumultuosa. Inoltre il locale offre la possibilità di vedere le partite di calcio avendo l’abbonamento alla pay tv, e da qualche anno  il locale è preso “d’assalto” dai tifosi interisti della valle, che si ritrovano durante le partite della squadra milanese in una combriccola piuttosto numerosa.

Da segnalare la lodevole iniziativa solidale avviata da qualche tempo da Stefania con Dynamo Camp, una onlus di Limestre (Pistoia) che si occupa di terapia ricreativa di bambini con disabilità, raccogliendo in continuazione fondi per essa grazie a vendita di magliette e gadget e l’organizzazione di camminate benefiche e mercatini di solidarietà.

Per concludere Luxuria è sponsor della squadra di calcio di Camorone, oltre che alla vettura da rally di Offrediracing che compete in alcune gare di rally del territorio.

Albergo della Posta, gentile concessione di Fabiano PELLEGRINI. L’antenato del locale in cui dal luglio 2008 sorge il bar Luxuria, e che già avevamo trattato in un precedente articolo

 

Informazioni su diego80 (1946 Articoli)

Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus

Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: