ULTIM'ORA

Nicky Hayden, la vita spezzata di un campione a sorpresa

Le vittime stradali in bicicletta sembrano in aumento, e quest’anno già due campioni dello sport ci hanno lasciato travolti mentre viaggiavano sulla loro bici: prima è toccato a Michele Scarponi, che la bici la usava per professione, ora è toccato a Nicky Hayen, il pilota motociclistico americano che vinse il mondiale nella Moto G.P. quasi a sorpresa nel 2006, interrompendo l’egemonia di Valentino Rossi. Fu un trionfo quasi a sorpresa, perchè Hayden non era certo un pretendente al titolo, visto che aveva vinto solo una gara l’anno prima e anche in quel mondiale ne vinse solo due, vincendo per la continuità di rendimento, facendo più podi di tutti. Hayden non seppe più esprimersi a quei livelli, e quelle restarono le uniche vittorie in moto GP prima dell’abbandono l’anno scorso per passare in Superbike.  Era a Cesena, si stava allenando in bicicletta per il mondiale Superbike, ed un’auto lo ha buttato giù. Rimasto cinque giorni in coma, dopo essere stato trasportato all’ospedale di Rimini, si è spento nel pomeriggio del 22 maggio 2017. Ecco la su carriera da wikipedia.

 

Nicholas Patrick “Nicky” Hayden (Owensboro, 30 luglio 1981 – Cesena, 22 maggio 2017) è stato un pilota motociclistico statunitense, campione del mondo della MotoGP nel 2006.

Correva con il numero 69, lo stesso usato dal padre quando era in attività. Dopo la conquista del titolo di campione MotoGP del 2006 ha deciso di gareggiare nella stagione 2007 con il numero 1, tornando ad utilizzare il numero 69 dal 2008.

Biografia

Carriera

Fin da bambino si dedica alle moto, correndo nei circuiti cross; passa poi alle derivate di serie, partecipando al campionato AMA Supersport del 1998, facendo lo stesso anno la prima apparizione a livello internazionale nel campionato mondiale Supersport ottenendo una wildcard per la prova americana di Laguna Seca con una Suzuki GSX 600R del team Hypercycle Suzuki, ritirandosi in gara. Nel 1999 è campione dell’AMA Supersport con 372 punti e 5 vittorie stagionali in gara.

Nel 2000, all’esordio nell’AMA Superbike, ottiene un secondo posto nella classifica finale a soli 5 punti dal pluricampione della categoria Mat Mladin.

Nel 2001 riesce a piazzarsi al terzo posto e nel 2002 vince il campionato diventando il più giovane campione della storia del campionato AMA Superbike ottenendo 9 successi.

Sempre nel 2002 corre come wildcard con una Honda RC51 del team American Honda la prova statunitense del campionato mondiale Superbike sul circuito di Laguna Seca, ottiene piazzamenti a punti in entrambe le gare classificandosi 26º in campionato.

Esordisce in MotoGP nel 2003 con la RC211V del team Repsol Honda, con compagno di squadra Valentino Rossi, ottenendo due terzi posti (Pacifico e Australia) e terminando la stagione al 5º posto con 130 punti.

Nel 2004, anno in cui il compagno di squadra è stato Alex Barros, ottiene due terzi posti (Brasile e Germania) e l’8º posto finale con 117 punti. In questa stagione è stato costretto a saltare il GP del Portogallo a causa di una frattura alla clavicola rimediata in un giro in supermoto.

Nel 2005, anno in cui il suo compagno di squadra è stato Max Biaggi, ottiene la sua prima vittoria negli Stati Uniti, oltre a due secondi posti (Australia e Comunità Valenciana), tre terzi posti (Germania, Qatar e Turchia) e tre pole position (Stati Uniti, Germania e Australia); a fine stagione è 3º con 206 punti.

Nel 2006, grazie a nove podi nelle prime undici gare e due vittorie (Assen e Laguna Seca), mantiene la leadership della classifica iridata per quasi tutta la durata del campionato mondiale, dal terzo GP fino al penultimo, per un totale di tredici gare.

A sei gare dal termine è a 34 punti di vantaggio dal secondo classificato Daniel Pedrosa ed a 51 da Valentino Rossi, mentre a due gare dal termine conserva 12 punti di vantaggio da Rossi. Al GP del Portogallo, penultimo gran premio della stagione, viene trascinato fuori pista dal suo compagno di squadra Pedrosa, e Rossi con il secondo posto si porta in testa alla classifica iridata con 8 punti di vantaggio.

Ma all’ultimo Gran Premio della stagione Rossi, partito dalla pole position, scivola nel tentativo di rimontare gli avversari mentre Hayden giunge al terzo posto, diventando campione del mondo e rompendo l’imbattibilità dell’italiano nella classe MotoGP, che delle quattro stagioni fin lì disputate le aveva vinte tutte.

In sella alla Honda nel 2007

Gli altri podi della stagione furono: secondo posto in Qatar, Cina e Catalogna, terzo posto in Spagna, Turchia, Italia e Germania; ha ottenuto anche una pole position in Australia.

Nel 2007 i risultati di Hayden non sono stati all’altezza di quelli ottenuti l’anno precedente. Conclude il campionato in ottava posizione con 127 punti, con tre terzi posti come migliore risultato in gara (Olanda, Germania e Repubblica Ceca), oltre ad una pole position in Portogallo.

Nel 2008 ha collezionato due podi (secondo a Indianapolis e terzo in Australia), con un totale di 155 punti e sesto posto in classifica.

Nel 2009 passa al team Ducati Marlboro con una Desmosedici GP9, con compagno di squadra Casey Stoner, ottenendo un terzo posto a Indianapolis e il 13º posto finale con 104 punti.

Durante la stagione 2010, Hayden nel GP d’Aragona ad ottenere la terza posizione in gara, con la Ducati nel che riesce a portare tutte e due le moto sul podio. Termina la stagione al 7º posto con 163 punti.

Nel 2011 rimane nello stesso team, ritrovando come compagno Valentino Rossi (i due lo erano già stati alla Honda). Ottiene un terzo posto in Spagna e termina la stagione all’8º posto con 132 punti.

Nel 2012 rimane nello stesso team. In questa stagione è costretto a saltare i Gran Premi di Indianapolis e Repubblica Ceca per la frattura di secondo e terzo metacarpo della mano destra rimediate nelle qualifiche del GP di Indianapolis. Lo statunitense ottiene come miglior piazzamento un 4º posto in gara Malesia sotto la pioggia, mentre a Jerez riesce a partire dalla prima fila ottenendo un terzo tempo. Conclude la stagione al 9º posto con 122 punti.

Nel 2013 rimane nello stesso team, con compagno di squadra Andrea Dovizioso. Ottiene come miglior risultato un quinto posto in Francia e termina la stagione al 9º posto con 126 punti.

Nel 2014 passa al team Drive M7 Aspar, alla guida di una Honda RCV1000R con specifiche Open; il compagno di squadra è Hiroshi Aoyama. In questa stagione è costretto a saltare il Gran Premio d’Italia a causa di un problema al polso destro, per poi essere sottoposto a un intervento chirurgico che non gli permette di correre: a Indianapolis, in Repubblica Ceca, Gran Bretagna e nel Gran Premio di San Marino. Ottiene come miglior risultato un ottavo posto in Qatar e termina la stagione al 16º posto con 47 punti.Nel 2015 rimane nello stesso team, con compagno di squadra Eugene Laverty. Chiude la sua ultima stagione nella categoria al ventesimo posto con 16 punti. Il 6 novembre 2015 Hayden viene inserito nella hall of fame del motomondiale.[1]

Dopo tredici anni nel motomondiale, per il campionato del 2016 decide di passare al mondiale Superbike a bordo di una Honda CBR1000RR SP del team Honda World Superbike. Il 15 maggio 2016, in occasione di Gara 2 sul Circuito di Sepang ottiene la sua prima vittoria nel Mondiale Superbike.[2] Sempre nel 2016 è chiamato a sostituire l’infortunato Jack Miller per il Gran Premio di Aragona in MotoGP, in sella alla Honda RC213V del team Estrella Galicia 0,0 Marc VDS.[3] In seguito alle fratture di clavicola e perone di Daniel Pedrosa, rimediate nelle prove libere del Gran Premio del Giappone a Motegi, Hayden viene chiamato a prendere il suo posto nel successivo appuntamento di Phillip Island. Il pilota del Kentucky riveste così, dopo otto anni, la tuta di pilota ufficiale HRC.[4] Ottiene in tutto un punto. Nel mondiale Superbike chiude la stagione al quinto posto con 248 punti ottenuti.

Nel 2017 rimane nel campionato mondiale Superbike, con lo stesso team e la stessa moto della stagione precedente. Il compagno di squadra è il tedesco Stefan Bradl.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Aveva due fratelli, uno più piccolo ed uno più grande, rispettivamente Roger Lee Hayden e Tommy Hayden, entrambi piloti professionisti, e due sorelle, una più grande Jenny ed una più piccola Kathleen.

Il 17 maggio 2017 viene investito mentre si sta allenando in bicicletta nel circondario riminese sulla strada provinciale Riccione-Tavoleto, più precisamente nei pressi della zona artigianale di Misano Adriatico. Rimasto gravemente ferito (vasto edema cerebrale diffuso e varie fratture multiple dorsali e ad una gamba), è trasportato con massima urgenza e ricoverato in prognosi riservata prima nel nosocomio di Rimini e poi in quello di Cesena.[5][6] Il pilota americano si spegne il 22 maggio, dopo cinque giorni trascorsi in coma.[7]

Risultati in gara

Campionato mondiale Supersport

1998MotoFlag of the United Kingdom.svgFlag of Italy.svgFlag of Spain.svgFlag of Germany.svgFlag of San Marino.svgFlag of South Africa.svgFlag of the United States.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of Austria.svgFlag of the Netherlands.svgPuntiPos.
SuzukiRit0
Legenda1º posto2º posto3º postoA puntiSenza puntiGrassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non validaNon qual./Non part.Ritirato/Non class.Squalificato“-” Dato non disp.

Campionato mondiale Superbike[modifica | modifica wikitesto]

2002MotoFlag of Spain.svgFlag of Australia.svgFlag of South Africa.svgFlag of Japan.svgFlag of Italy.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of Germany.svgFlag of San Marino.svgFlag of the United States.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of Germany.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of Italy.svgPuntiPos.
Honda4131626º
2016MotoFlag of Australia.svgFlag of Thailand.svgFlag of Spain.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of Italy.svgFlag of Malaysia.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of Italy.svgFlag of the United States.svgFlag of Germany.svgFlag of France.svgFlag of Spain.svgFlag of Qatar.svgPuntiPos.
Honda94Rit56Rit36988156Rit635310Rit94457248
2017MotoFlag of Australia.svgFlag of Thailand.svgFlag of Spain.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of Italy.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of Italy.svgFlag of the United States.svgFlag of Germany.svgFlag of Portugal.svgFlag of France.svgFlag of Spain.svgFlag of Qatar.svgPuntiPos.
Honda11Rit9710Rit149Rit1240
Legenda1º posto2º posto3º postoA puntiSenza puntiGrassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Non disputata/Non validaNon qual./Non part.SqualificatoRitirato

Motomondiale

2003ClasseMotoFlag of Japan.svgFlag of South Africa.svgFlag of Spain.svgFlag of France.svgFlag of Italy.svgFlag of Catalonia.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of Germany.svgFlag of the Czech Republic.svgFlag of Portugal.svgFlag of Brazil.svgFlag of the Pacific Community.svgFlag of Malaysia.svgFlag of Australia.svgFlag of the Land of Valencia (official).svgPuntiPos.
MotoGPHonda77Rit12129118569534316130
2004ClasseMotoFlag of South Africa.svgFlag of Spain.svgFlag of France.svgFlag of Italy.svgFlag of Catalonia.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of Brazil.svgFlag of Germany.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of the Czech Republic.svgFlag of Portugal.svgFlag of Japan.svgFlag of Qatar.svgFlag of Malaysia.svgFlag of Australia.svgFlag of the Land of Valencia (official).svgPuntiPos.
MotoGPHonda5511RitRit5334RitInfRit546Rit117
2005ClasseMotoFlag of Spain.svgFlag of Portugal.svgFlag of the People's Republic of China.svgFlag of France.svgFlag of Italy.svgFlag of Catalonia.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of the United States.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of Germany.svgFlag of the Czech Republic.svgFlag of Japan.svgFlag of Malaysia.svgFlag of Qatar.svgFlag of Australia.svgFlag of Turkey.svgFlag of the Land of Valencia (official).svgPuntiPos.
MotoGPHondaRit7966541Rit35743232206
2006ClasseMotoFlag of Spain.svgFlag of Qatar.svgFlag of Turkey.svgFlag of the People's Republic of China.svgFlag of France.svgFlag of Italy.svgFlag of Catalonia.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of Germany.svgFlag of the United States.svgFlag of the Czech Republic.svgFlag of Malaysia.svgFlag of Australia.svgFlag of Japan.svgFlag of Portugal.svgFlag of the Land of Valencia (official).svgPuntiPos.
MotoGPHonda323253217319456Rit3252
2007ClasseMotoFlag of Qatar.svgFlag of Spain.svgFlag of Turkey.svgFlag of the People's Republic of China.svgFlag of France.svgFlag of Italy.svgFlag of Catalonia.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of Germany.svgFlag of the United States.svgFlag of the Czech Republic.svgFlag of San Marino.svgFlag of Portugal.svgFlag of Japan.svgFlag of Australia.svgFlag of Malaysia.svgFlag of the Land of Valencia (official).svgPuntiPos.
MotoGPHonda87712Rit10111733Rit31349Rit98127
2008ClasseMotoFlag of Qatar.svgFlag of Spain.svgFlag of Portugal.svgFlag of the People's Republic of China.svgFlag of France.svgFlag of Italy.svgFlag of Catalonia.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of Germany.svgFlag of the United States.svgFlag of the Czech Republic.svgFlag of San Marino.svgFlag of Indianapolis.svgFlag of Japan.svgFlag of Australia.svgFlag of Malaysia.svgFlag of the Land of Valencia (official).svgPuntiPos.
MotoGPHonda104Rit6813874135InfInf25345155
2009ClasseMotoFlag of Qatar.svgFlag of Japan.svgFlag of Spain.svgFlag of France.svgFlag of Italy.svgFlag of Catalonia.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of the United States.svgFlag of Germany.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of the Czech Republic.svgFlag of Indianapolis.svgFlag of San Marino.svgFlag of Portugal.svgFlag of Australia.svgFlag of Malaysia.svgFlag of the Land of Valencia (official).svgPuntiPos.
MotoGPDucati12Rit151212109581563Rit8155510413º
2010ClasseMotoFlag of Qatar.svgFlag of Spain.svgFlag of France.svgFlag of Italy.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of Catalonia.svgFlag of Germany.svgFlag of the United States.svgFlag of the Czech Republic.svgFlag of Indianapolis.svgFlag of San Marino.svgFlag of Aragon.svgFlag of Japan.svgFlag of Malaysia.svgFlag of Australia.svgFlag of Portugal.svgFlag of the Land of Valencia (official).svgPuntiPos.
MotoGPDucati444Rit4787566Rit312645Rit163
2011ClasseMotoFlag of Qatar.svgFlag of Spain.svgFlag of Portugal.svgFlag of France.svgFlag of Catalonia.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of Italy.svgFlag of Germany.svgFlag of the United States.svgFlag of the Czech Republic.svgFlag of Indianapolis.svgFlag of San Marino.svgFlag of Aragon.svgFlag of Japan.svgFlag of Australia.svgFlag of Malaysia.svgFlag of the Land of Valencia (official).svgPuntiPos.
MotoGPDucati93978451087714Rit777ANRit132
2012ClasseMotoFlag of Qatar.svgFlag of Spain.svgFlag of Portugal.svgFlag of France.svgFlag of Catalonia.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of Germany.svgFlag of Italy.svgFlag of the United States.svgFlag of Indianapolis.svgFlag of the Czech Republic.svgFlag of San Marino.svgFlag of Aragon.svgFlag of Japan.svgFlag of Malaysia.svgFlag of Australia.svgFlag of the Land of Valencia (official).svgPuntiPos.
MotoGPDucati681169761076NPInf7Rit848Rit122
2013ClasseMotoFlag of Qatar.svgFlag of Texas.svgFlag of Spain.svgFlag of France.svgFlag of Italy.svgFlag of Catalonia.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of Germany.svgFlag of the United States.svgFlag of Indianapolis.svgFlag of the Czech Republic.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of San Marino.svgFlag of Aragon.svgFlag of Malaysia.svgFlag of Australia.svgFlag of Japan.svgFlag of the Land of Valencia (official).svgPuntiPos.
MotoGPDucati89756Rit119898899Rit798126
2014ClasseMotoFlag of Qatar.svgFlag of Texas.svgFlag of Argentina.svgFlag of Spain.svgFlag of France.svgFlag of Italy.svgFlag of Catalonia.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of Germany.svgFlag of Indianapolis.svgFlag of the Czech Republic.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of San Marino.svgFlag of Aragon.svgFlag of Japan.svgFlag of Australia.svgFlag of Malaysia.svgFlag of the Land of Valencia (official).svgPuntiPos.
MotoGPHonda8111111RitNP121714InfInfInfInf91410Rit134716º
2015ClasseMotoFlag of Qatar.svgFlag of Texas.svgFlag of Argentina.svgFlag of Spain.svgFlag of France.svgFlag of Italy.svgFlag of Catalonia.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of Germany.svgFlag of Indianapolis.svgFlag of the Czech Republic.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of San Marino.svgFlag of Aragon.svgFlag of Japan.svgFlag of Australia.svgFlag of Malaysia.svgFlag of the Land of Valencia (official).svgPuntiPos.
MotoGPHonda1713161711RitRit1616161712171513Rit16171620º
2016ClasseMotoFlag of Qatar.svgFlag of Argentina.svgFlag of Texas.svgFlag of Spain.svgFlag of France.svgFlag of Italy.svgFlag of Catalonia.svgFlag of the Netherlands.svgFlag of Germany.svgFlag of Austria.svgFlag of the Czech Republic.svgFlag of the United Kingdom.svgFlag of San Marino.svgFlag of Aragon.svgFlag of Japan.svgFlag of Australia.svgFlag of Malaysia.svgFlag of the Land of Valencia (official).svgPuntiPos.
MotoGPHonda1517126º
Legenda1º posto2º posto3º postoA puntiSenza puntiGrassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non validaNon qual./Non part.Ritirato/Non class.Squalificato“-” Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Altri risultati

(Lista incompleta – fonte Rivista Motosprint e sito ufficiale del pilota[8])

AnnoClasse
1998AMA Supersport 750
4º AMA Supersport 600
19991º AMA Supersport 600
2º Serie Formula Xtreme
2000AMA Superbike Championship
12º Pro Honda 600 Supersport
2001AMA Superbike Championship
2002AMA Superbike Championship
200 miglia di Daytona
Informazioni su diego80 (1943 Articoli)

Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus

Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: