ULTIM'ORA

La giovinezza con Discoradio e le sue chart

Se hai un’eta compresa tra i 30 ed i 40 anni, sei del Nord Italia e sei appassionato di musica da ballare non puoi che ricordarti con affetto di un’emittente lombarda, Discoradio, che era legata alla discoteca bergamasca Studio Zeta, di Caravaggio. Questa emittente, insieme a Radio Zeta, era una delle due affiliate al locale da ballo, che veniva denominato “la più grande discoteca della Lombardia”, come passavano i loro spot a ripetizione. Entrambe erano dirette da Angelo Zibetti (L’Angelotto”), il patron della discoteca ed avevano una programmazione differente: Radio Zeta, l’emittente maggiore, nata nel 1976, trasmetteva in prevalenza musica liscio tratta dalle orchestre che si esibivano nel locale, e richieste musicali, mentre Discoradio, nata nel 1988, trasmetteva generalmente musica da discoteca. Proprio quest’ultima era amata dai giovani, sia quelli che frequentavano la discoteca, sia quelli che non ci andavano, e ormai conoscevano a memoria le voci dei loro deejays e conduttori, da Alberto Zanni, a Walter Pizzulli, a Roberto Forti, a Fabiana, a Marco Ravelli, ad Andrea Dani, ad Alex Morelli a Micky Boselli a Paolo Simonetti fino ai loro mixer Matteo Epis ed Edo Munari. Discoradio ha proseguito brillantemente la sua carriera, fino al 2006, quando a causa della crisi che ha colpito la musica dance italiana, sulla quale si poggiava la programmazione della radio, iniziata già nell’autunno del 2004, vide interrompere a metà giugno tutte le trasmissione storiche dopo che Zibetti cedette l’emittente al gruppo Rds, che spostò la frequenza dalle tradizionali 107.3 che acqusitò, alle 96.5 e 88.3 e nel weekend del 17 e 18 giugno vide concludere tutte le trasmissioni, tra cui le storiche chart che i giovani seguivano con passione il venerdì ed il sabato. Ricordiamole con un po’ di nostalgia, ad 11 anni dalla loro conclusione.

Interno della discoteca bergamasca, che ha chiuso i battenti a fine 2010.

 

DISCOPARADE – Era la classifica delle 20 canzoni più ballate allo Studio Zeta. Che fossero effettivamente le più ballate è sempre rimasto il dubbio, ma ai giovani piaceva pensarlo, anche perchè riassumeva il meglio della dance del momento. Ideata da Dario Desi nel 1990, dal 1993 la conduzione passa a Marco Ravelli. La trasmissione durò un’ora fino al 1997 (presumibilmente), e venivano proposte solo le canzoni più significative. La durata poi passò a 90 minuti, vista la sua continua popolarità, decidendo di passare tutte le canzoni della chart non solo le più importanti. Aveva tre appuntamenti: il sabato pomeriggio, prima alle 14,30, poi alle 14, il sabato sera dalle 21 e la domenica pomeriggio prima dalle 13,30, poi dalle 14. La Discoparade ha reso famosi personaggi come Alexia, Datura, gli Snap, Gigi D’Agostino, Molella, Fargetta, gli Eiffel 65, Gabry Ponte, dj Ross, Carolina Marquez, Floofilla e tanti altri. Dal 1996 il 31 dicembre andò in onda una classifica annuale che riassumeva il meglio dell’anno trascorso in 30 artisti, sostituita dal DDD dell’anno nel 2003 e 2004 e ridotta a 20 brani nel 2005.L’ultima puntata andò in scena il 17 giugno 2006 alle 14, poi al sabato dopo divenne una playlist in onda prima alle 23, poi alle 24. Ravelli la condusse fino a novembre fino al suo addio da Discoradio avvenuto giovedì 30, poi l’ultimo mese non ebbe conduzione e dal 2007 fu sostituita da un programma inglese condotto dal dj Pete Tong. Ma la Discoparade finì effettivamente a giugno con quell’ultima puntata. A metà anni ’90, nel tardo pomeriggio del sabato, andava in onda anche un’altra classifica, la DANCE PARADE.

Marco Ravelli, volto di Discoradio dal 1993 al 2006 e conduttore di DDD, Discoparade ed Alternative Hit

ALTERNATIVE HIT – Era una classifica particolare, visto che proponeva il meglio del genere alternativo alla musica commerciale italiana ed europea: i generi rappresentati erano diversi, dalla tecno, alla trance, all’hands up (in prevalenza), all’hardstyle, alla big room. Partì ad ottobre del 1998 ereditando la Progressive Hit, chart andata in onda nei tre anni precedenti, ed andava in onda il venerdì occupando la prima ora del DDD (Discoradio Disco Dance), storico programma condotto da Marco Ravelli. Era di 15 posizioni ed andò in onda dalle 14 alle 15, con replica serale dalle 21 (negli ultimi mesi dalle 22), mentre una seconda replica andava fino al 2001 la domenica alle 18, spostata all’alba dal 2002, prima alle 4, poi alle 3, all’ora di chiusura del locale. Fino al 2004 alcune canzoni di questa chart entravano anche in Discoparade, arrivando ogni tanto pure al numero 1. Tra gli artisti e progetti più noti: Scooter, Groove Coverage, Brooklyn Bounce, Cascada, Zenith Dj, Styrder, Rocco, Klubbingman, Starsplash, Pulsedriver, Ziggie X, 89ers, Dj Isaac e Cosmic Gate. L’ultimo venerdì dell’anno era di solito dedicato alla classifica annuale, che andò in onda dal 2000 al 2005. L’ultima puntata andò in onda venerdì 16 giugno con una selezione di 15 tra i migliori pezzi suonati in 7 anni. Il venerdì precedente, 9 giugno, l’ultimo aggiornamento.

TO THE CLUB – La meno famosa e la più breve, tanto che nel web non si trovano tracce di questa chart: partì il 16 ottobre 2004  e riassumeva le 15 canzoni house più ballate. Siccome il genere stava prendendo piede, capitava che più della metà delle canzoni della chart, composta da 15 canzoni, entrasse pure nella Discoparade. Condotta da Alex Morelli, andava in onda il sabato dalle 19 alle 20 con replica domenicale alla stessa ora. Bob Sinclar, Martin Solveig, Tiga, Mylo e Axwell erano tra i più presenti, la chart ospitò anche il primo successo di David Guetta, “The Word is mine”, che non entrò in Discoparade. Finì anch’essa il 17 giugno 2006 dopo una sola chart dell’anno, quella del 2005, unico anno intero in cui andò in onda, diventando poi fino a fine anno una playlist in onda il venerdì a mezzanotte.

LE COMPILATION – Discoparade ed Alternative Hit erano anche nomi di compilation che raccoglievano i successi più noti del momento delle due classifiche. Assieme alla DDD compliation e alla Discoparade Compilation, che periodicamente si alternavano alle due chart, erano meta di collezionismo da parte di tutti gli appassionati, quando Internet non dava le stesse possibilità di adesso.

Informazioni su diego80 (1977 Articoli)

Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus

Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: