ULTIM'ORA

Riflessioni di calcio speciale qualificazioni mondiali – Italia rimandata a novembre

La formazione italiana scesa in campo in Albania il 9 settembre.

C’era da aspettarselo, nel sorteggio del 25 luglio 2015 ci avevano spediti, da non teste di serie, nel gruppo della Spagna. Insomma, la lotta era con gli iberici e, dispiace dirlo, l’hanno vinta loro, mantenendo i pronostici. Spagna al Mondiale, azzurri rimandati a novembre nel sorteggio, di cui il 17 ottobre conosceremo l’avversario: saremo teste di serie, quindi eviteremo trappole come Croazia, Svizzera e Danimarca, che sono teste di serie come noi. Troveremo una tra Svezia, Irlanda, Irlanda del Nord e Grecia. Tutte abbordabili alla fine, anche se pare già orientare la preferenza sugli ellenici. In verità, non bisognerà presentare la Nazionale delle ultime versioni, o si rischia grosso anche contro avversari non certo irresistibili: se si soffre con Israele, Macedonia ed Albania non si può certo sperare di riuscire a svignarsela con gli irlandesi o con gli svedesi che pur non hanno più Ibrahimovic, o i greci. I nord irlandesi tra l’altro già ci fecero uno scherzetto nel 1958, mandandoci a casa nell’unica volta in cui mancammo la qualificazione sul campo (nel 1930 rifiutammo di andare in Uruguay nella prima edizione), mentre con i greci vincemmo il ns primo spareggio, quello dei mondiali casalinghi del 1934, battendoli a Milano per 4-0. Svedesi ed irlandesi li abbiamo già passati nell’ultima edizione degli Europei.

ITALIA – LA SECONDA TRA LE SECONDE – Siamo rimandati a novembre per aver fatto peggio della Spagna nel gruppo G: inutile negarlo, siamo stati inferiori già a pari punti nel raffronto della differenza reti, visto che gli spagnoli non hanno alcun problema ad impallinare di gol se serve, soprattutto il piccolo Liechtenstein, battuto con un totale di 16-0 contro il nostro 9-0. Già lì potevamo capire la differenza, ma i due scontri diretti non ci hanno certo aiutato: lo capiamo già dall’esordio, il 5 settembre 2016 in Israele, quando per piegare i padroni di casa per 3-1 serve una faticaccia. Nel frattempo gli iberici fanno a fette il Liechtenstein per 8-0 e già quì si capiscono molte cose. Chiaro che la carta da giocare è lo scontro diretto del 6 ottobre allo Juventus Stadium, ma anche quì la differenza si nota: al vantaggio spagnolo con Nolito replica De Rossi su rigore, ed a questo punto resta chiaro che sarà una lotta di nervi e di gol con gli spagnoli fino al rendez-vous in Spagna. Tre giorni dopo però in Macedonia rischiamo grosso, perchè in due minuti i balcanici ribaltano il punto di Immobile, e solo una superiorità numerica ed un finale all’arma bianca ci permette di riportare la gara in nostro favore, mentre la Spagna aumenta il saldo della differenza reti vincendo 2-0 in Albania. Le nostre speranze sono riposte nella trasferta del 12 novembre in Liechtenstein, con l’obiettivo di fare almeno otto gol ai piccoli dilettanti alpini. Ne facciamo quattro in un tempo, ma poi ci fermiamo lì, gli stessi che fa la Spagna in casa alla Macedonia, e quindi turno completamente gettato, dimostrandoci squadra poco  avvezza alle goleade. Sprecata quella ghiotta occasione, si riprende nel 2017 ed il 24 marzo a Palermo si soffre per piegare l’Albania a Palermo: ci vuole un rigore di De Rossi e solo dopo molta sofferenza arriva il raddoppio di Immobile. La Spagna incrementa ancora la differenza reti infilando un 4-1 interno ad Israele. L’11 giugno si riceve il Liechtenstein, ma il 5-0 rifilato alla Dacia Arena è quasi un’occasione mancata, visto il solo 2-1 spagnolo in Macedonia. Si punta così allo scontro diretto del 2 settembre a Madrid con l’unica possibilità di vincere, in quanto la differenza reti arride nettamente agli spagnoli, ma il tonfo madrileno (3-0) ci certifica la nostra inferiorità, punisce lo spericolato 4-2-4 di Ventura e ormai ci proietta agli spareggi. Subendo anche il contraccolpo di quello scivolone, perchè tre giorni dopo arriva solo un sofferto 1-0 a Reggio Emilia ad Israele e nelle ultime due gare del girone si soffre parecchio: il recente pareggio per 1-1 con la Macedonia del 6 ottobre allo stadio Grande Torino ci regala il secondo posto certo, ma non i playoff, arrivati il giorno dopo solo grazie alla sconfitta interna della Bosnia col Belgio, e poi la sofferta affermazione in Albania di lunedì 9 che almeno ci da l’accesso ai playoff da teste di serie. Alla fine siamo la seconda tra le migliori seconde, dietro la Svizzera.

Pos.SquadraPtiGVNPGFGSDR
1.Spagna Spagna2810910363+33
2.Italia Italia2310721218+13
3.Albania Albania13104151013-3
4.Israele Israele12104061015-5
5.Macedonia Macedonia111032515150
6.Liechtenstein Liechtenstein0100010139-38

Spagnoli esultano dopo il 3-0 all’Italia del 2 settembre

Il resto dell’Europa

Girone A

Pos.SquadraPtGVNPGFGSDR
1.Francia Francia2310721186+12
2.Svezia Svezia1910613269+17
3.Paesi Bassi Paesi Bassi19106132112+9
4.Bulgaria Bulgaria13104151419−5
5.Lussemburgo Lussemburgo610136826−18
6.Bielorussia Bielorussia510127621−14

In un girone con francesi, svedesi ed olandesi tutti assieme, qualcuno doveva rimaner fuori; all’ultima giornata esultano i transalpini, mentre la Svezia fa i playoff per miglior differenza reti rispetto agli olandesi, che vincono solo per 2-0 lo scontro diretto casalingo con gli svedesi all’ultimo turno; siccome lo scontro diretto è solo secondo nel criterio (in Svezia era finita 1-1) gli olandesi collezionano un nuovo fallimento, dopo la mancata qualificazione ad Euro 2016.

Gruppo B

Pos.SquadraPtGVNPGFGSDR
1.Portogallo Portogallo2710901324+28
2.Svizzera Svizzera2710901237+16
3.Ungheria Ungheria131041514140
4.Fær Øer Fær Øer910235416−12
5.Lettonia Lettonia710217718−11
6.Andorra Andorra410118223−21

Beffa atroce all’ultima giornata per la Svizzera, battuta 2-0 in Portogallo e costretta ai playoff. Per i campioni d’Europa di Cristiano Ronaldo così il pass per il mondiale arriva all’ultimo. Agli altri solo le briciole: deludente l’Ungheria, dopo l’ottimo Europeo 2016, in cui precedette nel girone proprio il Portogallo.

Gruppo C

Pos.SquadraPtGVNPGFGSDR
1.Germania Germania30101000434+39
2.Irlanda del Nord Irlanda del Nord1910613176+11
3.Rep. Ceca Rep. Ceca15104331710+7
4.Norvegia Norvegia13104151716+1
5.Azerbaigian Azerbaigian10103161019−9
6.San Marino San Marino0100010251−49

Scontata la vittoria dei campioni del Mondo, che hanno chiuso a punteggio pieno e con un imbarazzante +39 di differenza reti. Restava solo la seconda posizione, con l’Irlanda del Nord che ha la meglio su Repubblica Ceca, favorita, e Norvegia. Decisivo il successo sui cechi per 2-0 a settembre. Storico San Marino, che per la prima volta chiude un girone con due gol all’attivo.

Gruppo D

Pos.SquadraPtGVNPGFGSDR
1.Serbia Serbia21106312010+10
2.Irlanda Irlanda1910541126+6
3.Galles Galles1710451136+7
4.Austria Austria15104331412+2
5.Georgia Georgia510055814−6
6.Moldavia Moldavia210028423−19

L’assenza di big ha consentito il ritorno della Serbia, che ha conquistato per la prima volta la qualificazione dopo la separazione da Montenegro e Kosovo, mancando dal mondiale da 8 anni. Il secondo posto è stato strappato dall’Irlanda che si è imposta in Galles proprio all’ultimo turno, eliminando i semifinalisti dell’ultimo europeo. Nulla di fatto neppure per l’Austria, in lizza fino all’ultimo.

Gruppo E

Pos.SquadraPtGVNPGFGSDR
1.Polonia Polonia25108112814+14
2.Danimarca Danimarca2010622208+12
3.Montenegro Montenegro16105142012+8
4.Romania Romania13103431210+2
5.Armenia Armenia7102171026−16
6.Kazakistan Kazakistan310037626−20

Alla fine il pronostico è stato rispettato nel girone più orientale: vince la Polonia di Lewandowski, e la Danimarca strappa un posto agli spareggi, Ancora respinto il Montenegro, che riesce a precedere una brutta Romania: ancora indietro la rinascita, dopo la fugace apparizione ad Euro 2016.

Gruppo F

Pos.SquadraPtGVNPGFGSDR
1.Inghilterra Inghilterra2610820183+15
2.Slovacchia Slovacchia1810604177+10
3.Scozia Scozia18105321712+5
4.Slovenia Slovenia1510433127+5
5.Lituania Lituania610136720−13
6.Malta Malta110019325−22

La nazionale albionica vince senza problemi il girone, ma è quì che esce la peggior seconda, quindi già fuori dal mondiale: la Slovacchia di Hamsik precede per differenza reti la Scozia e di poco la Slovenia, ma tutto inutile. Brutta botta per gli slavi, che partecipavano dal 2010, quando eliminarono l’Italia. Unica consolazione, a casa anche i cugini cechi.

Gruppo H

Pos.SquadraPtGVNPGFGSDR
1.Belgio Belgio2810910436+37
2.Grecia Grecia1910541176+11
3.Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina17105232413+11
4.Estonia Estonia11103251319−6
5.Cipro Cipro1010316918−9
6.Gibilterra Gibilterra0100010347−44

Cammino quasi immacolato della schiacciasassi Belgio, mentre al secondo posto la Grecia, dopo aver rischiato di essere la peggior seconda, passa agli spareggi precedendo la Bosnia di Pjanic e Dzeko, in cui è stato fatale il tonfo interno col Belgio (3-4).

Gruppo I 

Pos.SquadraPtGVNPGFGSDR
1.Islanda Islanda2210712167+9
2.Croazia Croazia2010622154+11
3.Ucraina Ucraina1710523139+4
4.Turchia Turchia15104331413+1
5.Finlandia Finlandia910235913−4
6.Kosovo Kosovo110019324−21

Il movimento islandese è ormai in crescita costante, e dopo il primo europeo, arriva anche la prima qualificazione mondiale, precedendo la favorita Croazia, che dovrà tentare la via degli spareggi dopo aver avuto la meglio sull’Ucraina col recente successo esterno per 2-0. Speranze nei primi turni per Turchia e Finlandia: al momento nessuna scandinava certa di partecipare, con Norvegia e Finlandia fuori e Svezia e Danimarca agli spareggi. Per i nordici vendetta sugli stessi croati, che la estromisero negli spareggi per il Mondiale 2014.

Islandesi in esultanza

Confronto tra le squadre seconde classificate

Le migliori 8 squadre seconde classificate accedono al turno di spareggio per la qualificazione alla fase finale del mondiale; la nona squadra seconda classificata è invece eliminata.

In questa classifica si tiene conto delle partite disputate contro la prima, la terza, la quarta e la quinta del girone, per un totale di 8 incontri per squadra. Sono dunque escluse dal conteggio le partite giocate contro l’ultima classificata di ogni girone. Tale regola era stata stabilita ai tempi del sorteggio, ovvero prima dell’ammissione di Gibilterra e Kosovo poiché i gruppi H ed I contenevano 5 squadre invece che 6, ma è stata confermata dalla UEFA anche successivamente all’ammissione delle due squadre nonostante tutti i gruppi contengano ora 6 squadre.[4]

Pos.SquadraPtGVNPGFGSDRGirone
1Svizzera Svizzera218701186+12B
2Italia Italia178521128+4G
3Danimarca Danimarca148422136+7E
4Croazia Croazia14842284+4I
5Svezia Svezia138413189+9A
6Irlanda del Nord Irlanda del Nord138413106+4C
7Grecia Grecia13834195+4H
8Irlanda Irlanda13834175+2D
9Slovacchia Slovacchia128404116+5F

Le otto migliori squadre seconde classificate disputano il turno di spareggio. Le otto nazionali verranno sorteggiate a Nyon il 17 ottobre alle 14:00 per stabilire i quattro incontri ad eliminazione diretta, con partite di andata e ritorno. Le quattro squadre vincitrici degli spareggi si qualificano alla fase finale del mondiale.

Teste di serieNon teste di serie
Svizzera Svizzera
Italia Italia
Croazia Croazia
Danimarca Danimarca
Irlanda del Nord Irlanda del Nord
Svezia Svezia
Irlanda Irlanda
Grecia Grecia

Le qualificate

Sono 23 le squadre finora qualificate alla fase finale del mondiale: le altre 9 usciranno dagli spareggi nazionali ed intercontinentali di novembre, mentre le ultime tre africane usciranno dopo la conclusione dei gironi. Ad ogni modo a metà novembre avremo il nome di tutte e 32 le qualificate. Già note 9 europee,  due africane , quattro sudamericane, tre del nord/centro america e quattro asiatiche, mentre mancano 4 europee, 3 africane, la vincitrice dello spareggio Asia/Nord Centro America, (Australia-Honduras) la vincitrice dello spareggio Sudamerica/Oceania (Perù-Nuova Zelanda). Islanda e Panama esordienti, Egitto torna dopo 28 anni, Arabia e Polonia dopo 12.

Il sorteggio della fase finale sarà effettuato, a Mosca, venerdì 1º dicembre 2017.[12]

Pr.SquadraData di qualificazione certaConfed.Partecipante in quantoUltima presenza
1Russia Russia2 dicembre 2010UEFARappresentativa della nazione organizzatrice della fase finaleBrasile 2014
2Brasile Brasile28 marzo 2017CONMEBOL1ª classificata nel gruppo unico di qualificazioneBrasile 2014
3Iran Iran12 giugno 2017AFC1ª classificata nel gruppo A della fase finale di qualificazioneBrasile 2014
4Giappone Giappone31 agosto 2017AFC1ª classificata nel gruppo B della fase finale di qualificazioneBrasile 2014
5Messico Messico1º settembre 2017CONCACAF1ª classificata nel gruppo unico della fase finale di qualificazioneBrasile 2014
6Belgio Belgio3 settembre 2017UEFA1ª classificata nel gruppo H della fase finale di qualificazioneBrasile 2014
7Corea del Sud Corea del Sud5 settembre 2017AFC2ª classificata nel gruppo A della fase finale di qualificazioneBrasile 2014
8Arabia Saudita Arabia Saudita5 settembre 2017AFC2ª classificata nel gruppo B della fase finale di qualificazioneGermania 2006
9Germania Germania5 ottobre 2017UEFA1° classificata nel gruppo C della fase finale di qualificazioneBrasile 2014
10Inghilterra Inghilterra5 ottobre 2017UEFA1° classificata nel gruppo F della fase finale di qualificazioneBrasile 2014
11Spagna Spagna6 ottobre 2017UEFA1° classificata nel gruppo G della fase finale di qualificazioneBrasile 2014
12Nigeria Nigeria7 ottobre 2017CAF1° classificata nel gruppo B della fase finale di qualificazioneBrasile 2014
13Costa Rica Costa Rica7 ottobre 2017CONCACAF2ª classificata nel gruppo unico della fase finale di qualificazioneBrasile 2014
14Polonia Polonia8 ottobre 2017UEFA1° classificata nel gruppo E della fase finale di qualificazioneGermania 2006
15Egitto Egitto8 ottobre 2017CAF1° classificata nel gruppo E della fase finale di qualificazioneItalia 1990
16Serbia Serbia9 ottobre 2017UEFA1° classificata nel gruppo D della fase finale di qualificazioneSudafrica 2010
17Islanda Islanda9 ottobre 2017UEFA1° classificata nel gruppo I della fase finale di qualificazioneEsordiente
18Francia Francia10 ottobre 2017UEFA1° classificata nel gruppo A della fase finale di qualificazioneBrasile 2014
19Portogallo Portogallo10 ottobre 2017UEFA1° classificata nel gruppo B della fase finale di qualificazioneBrasile 2014
20Uruguay Uruguay11 ottobre 2017CONMEBOL2ª classificata nel gruppo unico di qualificazioneBrasile 2014
21Argentina Argentina11 ottobre 2017CONMEBOL3ª classificata nel gruppo unico di qualificazioneBrasile 2014
22Colombia Colombia11 ottobre 2017CONMEBOL4ª classificata nel gruppo unico di qualificazioneBrasile 2014
23Panama Panama11 ottobre 2017CONCACAF3ª classificata nel gruppo unico della fase finale di qualificazioneEsordiente
24
25
26
27
28
29
30
31
32

 

Informazioni su diego80 (1978 Articoli)

Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus

Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: