ULTIM'ORA

Alberto Brignoli: storia del portiere bergamasco che fa gol al Milan

In un assolato e freddo pomeriggio del 3 dicembre 2017, i dei pallonari hanno deciso di cambiare il corso degli eventi, riscrivendo una nuova storia. La storia si svolge a Benevento, lo stadio è il Ciro Vigorito, dove la squadra di casa, diventata protagonista di pietosa simpatia a causa di 14 sconfitte iniziali in serie A, che hanno confezionato un record europeo poco invidiabile. Una squadra che sembra vittima di una sorta di maledizione, riuscendo a perdere anche quando il fatidico punto sembra alla portata, come col Torino al terzo turno, o come a Cagliari, quando la squadra pareggia in pieno recupero per poi subire ancora il gol del ko, stessa scena in casa col Sassuolo, in cui il primo punto sembra realtà, ma dopo un rigore fallito, il Sassuolo trova il gol all’ultima azione. Nell’anticipo delle 12,30 arriva il Milan del neo allenatore Gattuso, ed ancora una volta tutto lascia presagire che questa sarà la sconfitta numero 15: il Milan, ridotto in 10 per l’espulsione di Romagnoli, sta vincendo per 2-1 ed il pareggio momentaneo di Puscas non è servito a molto. Al 5′ di recupero, i padroni di casa trovano una punizione da circa 20 metri dalla porta difesa da Donnarumma: nell’ultima disperata azione anche il portiere del Benevento Brignoli sale per raccogliere l’assist dalla sinistra di Cataldi: ed è proprio lui che di testa vola e colpisce il pallone che sorvola l’area affollata del Milan e si insacca nella porta milanista. Il Benevento rompe l’incantesimo del primo punto in serie A ed il portiere Brignoli si regala una giornata di celebrità. L’ultimo gol di un portiere in serie A risaliva al 1° aprile 2001, e fu del reggino Taibi contro l’Udinese.

 

Bergamasco di Trescore, Alberto Brignoli è figlio di Pirangelo, portiere della Brembillese dal 1980 al 1983, conquistando la storica promozione in C2, ma venendo ceduto proprio quell’estate alla Romanese. Alberto nasce il 19 agosto 1991, e muove i primi passi a Sarnico e Grumello del Monte, prima del passaggio nel 2008 al Montichiari. Nel 2010 è promosso in Seconda Divisione, l’allora serie C2 e gioca la prima stagione tra i professionisti, e l’anno successivo passa in prestito al Lumezzane, debuttando contro la Ternana, suo futuro club. Infatti nel luglio 2012, dopo essere riscattato dal Lumezzane, va proprio tra le file dei rossoverdi umbri, debuttando in serie B il 1° settembre 2012 a Modena, con vittoria per 1-0. A Terni resta fino al 2015:a febbraio viene acquistato dalla Juve, e resta a Terni fino al termine della stagione, conquistando il titolo di miglior portiere del campionato cadetto. La Juve lo dirotta poi alla Sampdoria, dove per la stagione 2015/2016 fa il terzo portiere, e debutta in serie A all’ultimo turno, il 14 maggio 2016, proprio in casa della Juve nel giorno della festa scudetto bianconera, subendo purtroppo 5 gol. La Juve lo dirotta in Spana al Leganes, dove trova poco spazio, e così nel gennaio 2017 la Juve lo manda a Perugia, e nonostante la diffidenza per il passato alla Ternana conquista tutti con ottime prestazioni dopo aver preso il posto di Rosati, ed il Perugia chiude quarto, disputando i playoff persi in semifinale col Benevento. Proprio alle streghe, promosse in serie A, la Juve lo manda l’estate scorsa: e dopo poche giornate prende il posto di Belec dall’ottavo turno, il 16 ottobre nel posticipo a Verona perso per 1-0, e si dimostra subito un valido portiere, soprattutto in casa proprio della Juve il 5 novembre, dove con grandi parate evita la capitolazione anticipata alla squadra, che perderà solo per 2-1 dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio. Nella sua Bergamo non sfigura, perdendo solo ad un quarto d’ora dal temmine. Prima dell’exploit di oggi. La Juve ne detiene il cartellino, ma pare difficile un rientro alla base: anche per le regole dei “CPT”, Brignoli potrebbe avere difficoltà ad entrare nella rosa bianconera. Il Benevento comunque potrebbe esercitare il riscatto, che diverrebbe obbligatorio in caso di salvezza. Che a questo punto appare ancora molto difficile, ma mai fidarsi delle streghe. Soprattutto se hanno portieri volanti.

Informazioni su diego80 (1976 Articoli)

Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus

Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: