ULTIM'ORA

Michele Pecora: Era Lei e la causa persa con Zucchero

Tra le tante meteore della musica italiana che hanno avuto un periodo di successo moderato, c’è anche il singolare caso di questo cantante marchigiano: Michele Pecora, classe 1957, ha festeggiato 60 anni il 6 ottobre, anche se la sua popolarità è legata principalmente ad Era Lei, canzone incisa nel 1979, tornata alla ribalta nel 1998 per un presunto plagio di Zucchero con la sua Blu, intentando una causa che però il bluesman emiliano (a cui tra l’altro a Pecora scrisse Te Ne Vai, del 1980) vinse, anche se l’ispirazione, diciamo così, al testo del ritornello è palese:

Era lei, poesie d’estate

Era lei, dimenticate

 

dice la canzone di Michele Pecora

 

Sere d’estate, dimenticate

 

dice il pezzo di Zucchero. Che non è proprio identico, però pare strani che quella frase del ritornello non sia stata almeno estrapolata dal pezzo di Michele Pecora. Ma tant’è, possono benissimo convivere entrambe nella scena musicale italiana, a 19 anni di differenza.

Ascoltando però la intro di questa canzone, ho notato anche una somiglianza con un’altra canzone: I Lived, del gruppo britannico OneRepublic, incisa nel 2013: ascoltatevi la intro, se non somiglia molto:

 

Comunque, andiamo a ripercorrere la sua carriera da wikipedia.

 

Michele Pecora è il suo vero nome, nato in Ancona, si trasferisce a Falconara Marittima con la famiglia nel 1970. Frequenta il conservatorio G. Rossini di Pesaro al corso di chitarra classica. Nel 1977 vince il Festival di Castrocaro con il brano La mia casa, che descrive la sua casa ad Agropoli[1] e con lo stesso brano esordisce nel mondo discografico dopo aver firmato un contratto con la Warner Bros Records.

Nel 1979 incide Era lei, canzone che ottiene un grande successo.

Nel 1980 è la volta di Te ne vai (firmata dallo stesso Pecora e da Adelmo Fornaciari, futuro “Zucchero”) con cui partecipa al Festivalbar, rinnovando il successo. Nello stesso periodo scrisse anche la canzone Dormirai, canterai, ballerò, con Franco Battiato e Giusto Pio.

Continua poi ad incidere per tutto quel decennio e, dopo qualche brano passato inosservato, ottiene nuovamente un buon riscontro dopo il passaggio alla casa discografica CBS, con il singolo Me ne andrò del 1985, con il quale partecipa al Festivalbar[senza fonte], mentre scrive con Bruno Tavernese Mare per Laura Luca[2].

Negli anni ’90 si dedica all’attività di autore per altri interpreti, fra cui Barbara Cola e Lighea, pur continuando ad esibirsi.

Nel 1998 polemizza con Zucchero Fornaciari a causa di alcune somiglianze tra la canzone Blu, contenuta in Bluesugar, e la sua Era lei[3]. La vicenda, finita in tribunale, si risolse con la completa assoluzione di Zucchero, Pasquale Panella (co-autore del testo del brano) e della casa discografica Universal Music Group[4]. Anni più tardi, Zucchero ha raccontato nel suo libro autobiografico Il suono della domenica – Il romanzo della mia vita che, nonostante l’assoluzione (“dal punto di vista musicale l’accusa era ridicola, facendo una ricerca sulle scale discendenti e ascendenti il perito dimostrò che ci sono almeno duemila canzoni che possono assomigliare a questa“), nessuno si preoccupò di commentare il grossolano errore[5].

Ha partecipato come autore e direttore d’orchestra al Festival di Sanremo 1995 con il brano Rivoglio la mia vita, interpretato da Lighea.

Successivamente, oltre all’attività di cantante e autore, inizia a dirigere un’orchestra che ha accompagnato e collaborato con molti artisti tra cui Ron, Peppino Di Capri, Ivana Spagna, Riccardo Fogli. È spesso ospite di alcuni programmi televisivi come I migliori anni e Quelli che il calcio.

Svolge anche un’intensa attività di talent scout, che lo vede al fianco di Mara Maionchi ed altri colleghi in molte manifestazioni nazionali legate a concorsi canori.

Discografia parziale

33 giri

  • 1980: Michele Pecora (Warner Bros. Records, T 56875)
  • 1988: Boulevard (New Enigma, NEM 47712)
  • 1991: I ragazzi della 5ª strada (Dub Record, 66 7972011)

CD

  • 1998: I grandi successi (Duck Record, NR 21242.)
  • 1998: Navigando (Nemo Record, NR 21242)

45 giri

  • 1978: La mia casa/Dei vecchi parlano (Warner Bros. Records, T 17088)
  • 1979: Era lei/La fiera dei sogni (Warner Bros. Records, T 17380)
  • 1980: Te ne vai/Un giorno insieme (Warner Bros. Records, T 17607)
  • 1981: Ritrovarti/Quello che non ho (Warner Bros. Records, T 17716)
  • 1981: Vestita di bianco/Un pensiero (Warner Bros. Records, T 17808)
  • 1981: L’amore ha i pugni chiusi/Odore di notte (Warner Bros. Records, T 17873)
  • 1983: Innamorata sarà/Una canzone (Lupus, LUN 4950)
  • 1985: Me ne andrò/Piove (CBS, A 6027)
  • 1989: (con i Toxicosa) Teste di cuoio/Non ti voglio non ti sento (New Enigma, NEM 47004)
Informazioni su diego80 (2262 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: