ULTIM'ORA

La breve storia dei Gazosa, la baby band che vinse a Sanremo

Li avevamo già messi nella nostra “Wanted chart” due anni or sono, ma sicuramente meritano un approfondimento questi ragazzini che formarono una band giovanile, i Gazosa, il cui successo durò sì e no due anni, per poi sciogliersi e ricomporsi nel 2009 con tutt’altra formazione, senza però lasciare più tracce di loro, tanto che neppure wikipedia non sa più nulla e ferma la discografia al 2003.

 

Il loro successo fu legato in particolare a due brani: Stai con me forever, con il quale vinsero la categoria Giovani del Festival di Sanremo 2001, e www.mipiacitu, dell’estate dello stesso anno, che fu il tormentone di uno spot TV e col quale parteciparono al Festivalbar. L’anno dopo presero parte di nuovo al Festival di Sanremo con Ogni giorno di più, e nonostante fosse un brano orecchiabilissimo, usato anche per un altro spot televisivo per l’infanzia, non ottenne lo stesso successo dei due pezzi precedenti. I Gazosa si formarono nel 1998, e fu Caterina Caselli a portarli al successo. Un successo però di brevissima durata: già nel 2003 ci fu lo scioglimento, e “quei” Gazosa finirono già lì.

https://it.wikipedia.org/wiki/Gazosa

Storia

Gli inizi

La particolarità saliente della band era la giovane età dei componenti: 14 anni medi al debutto ufficiale. Caratteristica comune dei componenti è stata quella d’aver appreso i primi rudimenti in tenera età, spesso per opera dei genitori musicisti. Il primo incontro tra i membri della band avvenne nel 1998 a Roma, quando Jessica Morlacchi (all’epoca 11 anni, cantante e bassista), e i fratelli Valentina (13 anni, tastierista) e Federico Paciotti (11 anni, chitarrista), conobbero Vincenzo Siani, soprannominato “Vinnie” (12 anni, batterista).[1]

La comunanza d’interessi e l’affiatamento dei quattro ragazzi sfociò presto nella nascita del primo embrione del gruppo sotto il nome, da loro scelto, di Eta Beta: con questo nome i giovani faranno alcune apparizioni nel programma per ragazzi Disney Club. Il nome della band venne presto mutato in Zeta Beta dagli addetti degli studi “Stemma” di Roma, in occasione della prima registrazione ufficiale del singolo-cover Mamma Mia degli ABBA (1999).

Il disco venne pubblicato sotto la produzione di Caterina Caselli, cantante e produttrice con la quale il gruppo firmò un contratto il 21 luglio del 1999.[2] La Caselli produsse, sotto la propria etichetta, l’omonimo album Gazosa, una raccolta di cover e inediti per lo più in inglese uscita nel 2000.

Il Festival di Sanremo e il successo di www.mipiacitu

L’uscita dell’album, sotto l’etichetta discografica Sugar, ha aperto al gruppo numerose occasioni di esibizione: la prima apparizione in tv è stata nel programma Taratata, in onda su Raiuno, seguita da una partecipazione al Giffoni Film Festival, e altre ospitate a seguire fra cui Bravo Bravissimo e Carràmba che fortuna; l’affermazione al grande pubblico è avvenuta nel 2001, anno di grande soddisfazione per il quartetto grazie a tre grandi avvenimenti: la vittoria (per la prima volta assegnata a dei giovanissimi) nella sezione “nuove proposte” del 51º Festival di Sanremo con la canzone Stai con me (Forever);[3] il primo tour estivo in concomitanza del singolo di successo www.mipiacitu scritto e prodotto sotto l’ala protettrice di Robyx (alias Savage), già jingle in una campagna pubblicitaria di telefonia con testimonial Megan Gale e tormentone estivo di quell’anno, con il quale hanno partecipato anche al Festivalbar;[4][5] e per finire l’interpretazione della colonna sonora di Atlantis – L’impero perduto, film d’animazione natalizio della Walt Disney dal titolo Segui i sogni.[6]

In quell’estate è stato pubblicato anche il loro secondo album, anch’esso intitolato www.mipiacitu e pubblicato il 1º luglio dall’etichetta discografica Universal.[7]

Il ritorno a Sanremo e lo scioglimento

Il definitivo riconoscimento artistico si è avuto nel 2002, con una nuova partecipazione al Festival di Sanremo con il brano Ogni giorno di più, nella categoria “Big”, che si è piazzato decimo. Sempre in quell’anno hanno inciso il loro terzo album Inseparabili e hanno eseguito il loro secondo ed ultimo tour estivo.

L’anno seguente hanno pubblicato il loro ultimo singolo, Nessuno mi può giudicare, una rilettura dell’omonimo successo della Caselli interpretato insieme a Tormento dei Sottotono, che ha cantato una inconsueta parte rap della canzone.

Nel 2003, di comune accordo, i Gazosa si sono divisi. La cantante Jessica Morlacchi ha intrapreso una carriera da solista.

I nuovi Gazosa

Nel 2009 i Gazosa si riuniscono in una nuova formazione, mantenendo dei componenti originari solo il batterista Vincenzo Siani.
I nuovi componenti sono: Jenny Di Domenico (voce), Marco Parisi (tastiere), Paolo De Angelis (chitarra) e Gaetano Francavilla (basso).
Nel 2011 la formazione cambia nuovamente: a Vincenzo Siani e Paolo De Angelis si affiancano Anna Napoli (voce), Mizar Di Muro (basso) e Raffaele Ranieri (tastiere).

Formazione

Attuale

  • Anna Napoli – voce (2011 – 2012)
  • Giovanni Marino – tastiere, cori (2011 – 2012)
  • Fabio Polichetti – basso (2012 – 2012)
  • Marco Frimale – chitarra (2012 – 2012)
  • Vincenzo Siani – batteria (1998 – 2003, 2009 – presente)

Ex-componenti

  • Jessica Morlacchi – voce, basso (1998 – 2003)
  • Federico Paciotti – chitarra (1998 – 2003)
  • Valentina Paciotti – tastiere (1998 – 2003)
  • Jenny Di Domenico – voce (2009 – 2010)
  • Marco Parisi – tastiere, cori (2009 – 2010)
  • Gaetano Francavilla – basso, cori (2009 – 2010)
  • Paolo De Angelis – chitarra (2009 – 2011)
  • Mizar Di Muro – basso (2011)

Discografia

Album

  • 2000 – Gazosa
  • 2001 – www.mipiacitu
  • 2002 – Inseparabili

Singoli

 

Jessica Morlacchi

La Morlacchi a The voice of Italy nel 2013

Jessica Morlacchi (Roma, 17 luglio 1987) è una cantante e bassista italiana.

L’approccio alla musica e i Gazosa

Si avvicina alla musica, grazie al padre e alla sorella, all’età di 7 anni, quando inizia lo studio del basso, a 17 anni inizia lo studio del canto[1].

Nel 1998 forma il gruppo degli “Eta Beta” dal nome dell’omonimo personaggio dei fumetti, che poi si tramuteranno in “Zeta Beta” e nel 2000 diventaranno definitivamente i Gazosa. Nel 2003 la Morlacchi lascia il gruppo e intraprende la carriera da solista.

La carriera da solista

Nel 2004 ha inizio la carriera live da solista[1]. Nel marzo del 2005, viene invitata da Marco Masini a duettare con lui al 55º Festival di Sanremo durante la quarta serata dedicata ai duetti. I due duettano nella versione acustica de Nel mondo dei sogni, versione che viene inclusa nell’album del cantautore Il giardino delle api nello stesso anno[2].

Nel 2006 firma con l’etichetta MBO. Il 21 luglio dello stesso anno esce il suo primo singolo dal titolo Un bacio senza fine[3].

Il 20 aprile dell’anno seguente pubblica il singolo Pensieri timidi[4]. Il singolo anticipa l’EP Amo il Sole pubblicato il 25 gennaio 2012[5].

Nel 2011 la Morlacchi ha preso parte al Canto di Natale[6].

Nel 2013 partecipa al talent show The Voice of Italy, entrando nella squadra di Riccardo Cocciante[7], ma verrà poi eliminata ai Live Show.

Discografia

Solista

EP

  • 2012 – Amo il Sole

Singoli

  • 2006 – Un bacio senza fine
  • 2007 – Pensieri timidi
Informazioni su diego80 (2317 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: