ULTIM'ORA

Brembilla, autocorriera precipita : 4 morti e 13 feriti.

Tratto dal Corriere della sera.

Una grave disgrazia è avvenuta a dieci chilometri da Brembilla. nella valle Brembana, stamane alle 7. La corriera che fa servizio da quel paesello alpestre alla stazione di Brembilla in valle Brembana aveva percorso appena pochi chilometri allorché, trabalzando su alcuni grossi sassi posti nel mezzo della strada  in discesa, precipitava da una scarpata dell’altezza di circa 20 metri.

Nella corriera vi erano parecchi passeggeri che si recavano a prendere il primo treno per Bergamo. Quattro di essi sono rimasti uccisi e 13 feriti. Alcuni altri hanno potuto salvarsi saltando dalla vettura, che si è completamente sfasciata e per poco non si è incendiata. I morti sono: Lina Cresciani, fruttivendola, maritata Pesenti. di anni 31; Tommaso Carminati, soldato della classe 1898. che ritornava da una breve licenza trascorsa in famiglia al proprio deposito di Brescia; i coniugi Brangini, di Berbenno, che lasciano sei bambini ancora in tenera età. Tra i feriti vi sono lo chauffeur Gregis, i coniugi Locateli Francesco e Antonietta, il primo assai grave; Rosa Locatelli. addetta alla Cooperativa di Brembilla, Elisabetta Calvi, Emilia Pellegrini, Luigi Todeschini, Giovanni Pesenti.

Sul posto sii sono recati i carabinieri di Zogno. il pretore e i medici dei vicini paesi. I cadaveri, ridotti in uno stato impressionante, sono stati trasportati nelle loro case, essendo tutti di Brembilla, tranne i coniugi Brangini, i cadaveri dei quali sono stati provvisoriamente trasportali nella chiesa parrocchiale, in attesa che arrivino i loro parenti. I feriti sono stati trasportati nelle case del paese.

Brembilla, 27 Febbraio 1920

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: