ULTIM'ORA

Luciano Gariboldi: dalla macelleria alla serie A

I meno giovani del paese di Brembilla  si ricorderanno sicuramente della macelleria Gariboldi, che era situata all’incirca dove sorge il bar pizzeria Rinaldi, macelleria che chiuse i battenti negli anni’70. La macelleria di famiglia fu diretta anche da Luciano, noto poi per essere stato calciatore di serie A e di serie B dal 1946 al 1960. Nella sua carriera giocò da difensore segnando pochissimo, solo un gol in serie A a Busto Arsizio, sui 5 totali segnati in carriera, e non vinse alcun trofeo, se non una promozione in serie A a Bari nel 1958. Proprio in Puglia fece l’unica esperienza al Sud, giocando poi tra Voghera, Inter, Atalanta, Verona, Pro Patria e Reggiana.

Figurina storica di Gariboldi a Bergamo

Luciano Gariboldi ha 90 anni, essendo nato a Milano il 18 agosto 1927. Difensore roccioso nel ruolo di terzino, all’epoca lasciò la macelleria di cui era titolare per sfondare nel mondo del pallone. Iniziò nello Stadellina (ora OltrepòVoghera) in serie C, proprio nel periodo post bellico nel 1945, e da lì il passaggio all’Inter, dove giocò tre stagioni, anche se accumulò solo 8 presenze nei primi due anni, e solo nella stagione 1948/49 giocò con più continuità, con 25 presenze e nessun gol. Viene ceduto all’Atalanta dove gioca quattro stagioni consecutive, tutte in serie A dal 1949  al 1953, totalizzando 117 presenze, senza mai segnare. Passa quindi a Verona, in serie B, dove in 28 presenze scopre il gusto del gol per due volte. Nel 1954/55 passa alla Pro Patria, dove mette insieme 17 gettoni e il 15 giugno 1955 segnerà contro il Catania il suo unico gol in serie A nel successo in rimonta per 2-1, che non servirà ai bustocchi per evitare l’ultimo posto, annullato alla fine dalle retrocessioni a tavolino per illecito di Catania ed Udinese. Lui però in serie B scende lo stesso, trasferendosi al Sud al Bari, dove accumulerà la più lunga esperienza, con quattro stagioni, l’ultima in serie A, e con un gol nel primo anno.  A stagione 1959/60 già avviata, torna al Nord trasferendosi alla Reggiana, dove gioca due stagioni, segnando un altro gol, sempre in serie B. Gli ultimi caalci li vive poi in Brianza, dal 1961 al 1964 nella Lillion Snia di Varedo, poi decide per il ritiro. Ricoprirà a fine carriera anche la carica di accompagnatore della Brembillese nei primi anni della presidenza Secomandi.

1945-1946Stradellina29 (0)
1946-1949Inter33 (0)
1949-1953Atalanta117 (0)
1953-1954Verona28 (2)
1954-1955Pro Patria17 (1)
1955-1960Bari111 (1)
1960-1961Reggiana24 (1)
1961-1964Lilion Snia Varedo42 (0)
Informazioni su diego80 (2339 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: