ULTIM'ORA

La notte di Natale

Racconto della sera del 24 dicembre e della S. Messa di mezzanotte nella parrocchia di Brembilla

 

Caro Gesù, ti scrivo queste brevi parole per raccontarti quello che la nostra comunità ha saputo preparare per festeggiare il giorno della Tua nascita.

Con minuziosa preparazione ci siamo trovati: pastori, angioletti, banda musicale e tante persone, alle 23:30 presso una via di Brembilla (il mio Paese) che si chiama via Cadeguerino. Non è molto lontana dalla Chiesa (la Tua casa), forse cinque minuti a piedi …

Intanto che aspettavamo l’ora per partire, abbiamo ascoltato la banda che suonava canzoni dedicate a Te e nel frattempo mi chiedevo: gli piacerà la musica? Gesù ti piace la musica?

Il tempo è tiranno e cosi, con tutti i lampioni spenti; sì perché hanno spento tutti i lampioni che ci sono sulla strada, sai? Ti chiederai perché, vero? Non eravamo completamente al buio però, perché sono state messe delle grosse candele sui bordi delle strade a illuminare (come Te) il percorso, cosi da creare un ambiente e un’atmosfera come quella di 2017 anni fa, quando sei nato.

Dicevo: Il tempo è tiranno e così siamo partiti alla volta della Chiesa accompagnati dal canto della banda e dal fuoco che mutava incessantemente le nostre ombre. C’era pure la capanna con il presepe; quanto vorrei che l’avessi vista, rischiarata dal fuoco poi, era ancora più bella. Ma sono sicuro che un occhio gli e lo hai dato! Era impossibile non notarla.

Arriviamo in casa Tua e ci sediamo ai Tuoi piedi pronti a lodare la Tua luce.

Caro Gesù, è in questo momento che entra in scena la Sacra famiglia; una famiglia vera che rappresenta Maria, Giuseppe e tu infante, appena nato! Salgono sull’altare, si siedono accanto a esso e mettono il piccolo in una culla; tutto in stile antico. Tutto per la Tua festa!

In Chiesa c’era tantissima gente, sai? C’era anche il coretto che cantava, con tanti bambini, donne e uomini; sono bravissimi! La Santa Messa è portata a compimento con maestria da don Cesare, il nostro Parroco, sempre molto bravo e preparato, magari ne hai sentito parlare? ma che domanda … certo che ne avrai sentito parlare! Infine don Cesare ci augura Buon Natale e tutti abbiamo risposto: -grazie altrettanto- e siamo usciti dalla Tua dimora. Appena fuori la Tua casa c’era l’Avis, che è l’associazione volontari (donatori) del sangue e sul nostro territorio è molto attiva con varie iniziative, che distribuiva tè caldo, vin brulé (che è vino caldo) e panettone (che è un dolce tipico Natalizio Milanese, città vicino alla nostra).

Poi Gesù, siamo andati a casa nostra a fare la nanna, ricca di sogni d’amore e di Pace e con Te sempre nel cuore a illuminare il nostro cammino.

Buon Natale Gesù

A presto

Informazioni su Author999 (37 Articoli)
Sono nato a Bergamo nel 1978; vivo a Brembilla con mia moglie e i miei due bellissimi bambini, dove sono cresciuto e dove lavoro come operaio. Sin da piccolo ho presentato una grande passione per la musica e dall’età di dodici anni ho iniziato a suonare il trombone a tiro, più tardi il basso elettrico. Questa mia passione si è poi, col tempo, arricchita da un’improvvisa ispirazione per la scrittura, che mi ha portato a condividere i pensieri, leggeri e pesanti e profondi che il buco nella mia anima ha portato a galla. Prima, però, benedico la pagina bianca che per prima ha sempre voluto, saputo e sempre saprà ascoltare i miei lamenti rimbombanti in labirinti di parole, amare ma dolci, basse ma alte, brevi ma infinite, nero su bianco ma coloratissime. Ha asciugato le lacrime della sofferenza.

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: