ULTIM'ORA

13 febbraio 2012 – Si celebra la prima Giornata Mondiale della Radio

Quella di oggi sarà l’Ottava Giornata Mondiale della Radio, un evento che si è tenuto per la prima volta il 13 febbraio 2012, e che promuove l’attività della radio. Fu promossa dall’Unesco nel novembre 2011. Come dice il sito dell’organizzazione mondiale,

Sapete perché viene celebrata il 13 febbraio? Perché è il giorno in cui, nel 1946, è stata fondata la Radio delle Nazioni Unite.

La Giornata è stata celebrata per la prima volta nel 2012, a seguito della Conferenza Generale dell’UNESCO che ne aveva riconosciuto l’importanza, e l’anno successivo è stata istituita dalle Nazioni Unite come Giornata Mondiale.

Il tema di quest’anno, “Radio e sport”, è stato scelto in vista degli importantissimi eventi sportivi che si svolgeranno durante il 2018 e che avranno la capacità di unire i cuori e le menti delle persone in tutto il mondo, quindi la giornata avrà l’obiettivo di mostrare la bellezza degli sport in tutta la loro diversità, dagli sport tradizionali che ci legano al nostro patrimonio culturale agli sport della gente comune che ci tiene ancorati alle nostre comunità.

La Giornata è molto importante perché riconosce la radio come fondamentale mezzo di comunicazione, sostiene la collaborazione internazionale tra le stazioni emittenti e incoraggia la creazione di reti e comunità per promuovere l’accesso all’informazione, la libertà di espressione e l’uguaglianza di genere sulle onde radio; inoltre evidenzia il contributo della radio al dibattito democratico attraverso l’informazione, l’intrattenimento e l’interazione con gli ascoltatori.

La wiki inglese ha dedicato una pagina al “World Radio Day”, che cerchiamo di tradurre “alla buona”

Il World Radio Day è un giorno di osservazione che si tiene ogni anno il 13 febbraio  . Il World Radio Day parla della radio, del perché lo amiamo e del perché ne abbiamo più bisogno oggi più che mai. Una giornata per ricordare il potere unico della radio di toccare le vite e riunire le persone in ogni angolo del globo  . E ‘stato proclamato il 3 novembre 2011 dalla 36a Conferenza Generale  UNESCO dopo che fu originariamente proposto dal Regno di Spagna .

Sfondo 

A seguito di una richiesta da parte della Radio Academy spagnola, il 20 settembre 2010 la Spagna ha proposto che il Comitato esecutivo dell’UNESCO includa un punto all’ordine del giorno sulla proclamazione di una Giornata mondiale della radio. Il consiglio di amministrazione dell’UNESCO ha approvato il punto nell’agenda provvisoria, per la proclamazione di una “Giornata mondiale della radio”, il 29 settembre 2011. Nel 2011 l’UNESCO ha svolto un’ampia consultazione con diverse parti interessate, ossia le associazioni di radiodiffusione; emittenti pubbliche, statali, private, comunitarie e internazionali; Agenzie delle Nazioni Unite; fondi e programmi; ONG legate all’argomento; il mondo accademico; fondazioni e agenzie bilaterali di sviluppo; così come le delegazioni permanenti e le commissioni nazionali dell’UNESCO per l’UNESCO. Tra le risposte, il 91% era a favore del progetto, compreso il sostegno ufficiale della Arab States Broadcasting Union (ASBU), l’Asia-Pacific Broadcasting Union (ABU),[1] [2]

Il Consiglio ha raccomandato alla 36esima sessione della Conferenza Generale dell’UNESCO di proclamare una Giornata Mondiale della Radio  e che questo giorno sarà celebrata dall’UNESCO il 13 febbraio, l’anniversario del giorno in cui le Nazioni Unite hanno fondato la Radio delle Nazioni Unite nel 1946 Ha inoltre invitato tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite, le organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite e altre organizzazioni internazionali e regionali, le associazioni professionali e i sindacati di radiodiffusione, nonché la società civile, comprese le organizzazioni non governative e gli individui, per celebrare debitamente la Giornata mondiale della radio, nel modo che ciascuno considera più adeguato. Il Consiglio ha inoltre richiesto che il Direttore Generale dell’UNESCO portasse la risoluzione all’attenzione del Segretario Generale delle Nazioni Unite affinché la Giornata Mondiale della Radio potesse essere approvata dall’Assemblea Generale e celebrata dall’intero sistema. La questione è stata successivamente trattata dalla Conferenza generale dell’UNESCO, che ha adottato la risoluzione contenuta nel fascicolo 36 C / 63. Il World Radio Day è stato quindi proclamato all’unanimità da tutti gli Stati membri dell’UNESCO nel novembre 2011.

 

Nel dicembre 2012, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato la proclamazione della Giornata mondiale della radio, diventando così un giorno da celebrare da tutte le agenzie, fondi e programmi delle Nazioni Unite e dai loro partner. File A / RES / 67/124. Vari enti dell’industria radiofonica in tutto il mondo stanno sostenendo l’iniziativa incoraggiando le stazioni nei paesi sviluppati ad assistere le persone nei paesi in via di sviluppo.  All’UNESCO la consultazione, la proclamazione e le celebrazioni sono state gestite da Mirta Lourenco, capo del settore per lo sviluppo dei media.

Il primo World Radio Day 

Logo del primo World Radio Day

In onore della prima edizione del World Radio Day del 2012, Lifeline Energy , FrontlineSMS, SOAS Radio e Empowerhouse hanno ospitato un seminario a Londra. Una varietà di professionisti, accademici e fornitori di strumenti si unì alla Scuola di Studi Orientali e Africani per esplorare modi in cui la radio raggiungesse anche le comunità più remote e vulnerabili. citazione necessaria ] Relatori inclusi Guy Berger (Direttore per la libertà di espressione e sviluppo dei media all’UNESCO), Dr Chege Githiora (Presidente del Centro di studi africani presso SOAS), Birgitte Jallov (Empowerhouse / Panos London), Amy O’Donnell (FrontlineSMS: Radio), Carlos Chirinos (SOAS Radio) e Linje Manyozo (LSE). Il pannello è stato moderato da Lucy Durán (SOAS, BBC Radio 3 , Human Planet ). citazione necessaria ] Presso l’ Università di Pisa in Italia, il 13 febbraio 2012 si è tenuto un evento pubblico per commemorare la Giornata mondiale della radio. L’evento è stato organizzato da Italradio e dalla Facoltà di Ingegneria e Telecomunicazioni. Il seminario si è incentrato sulla trasmissione radiofonica essendo un accesso alle informazioni facile ed economico. Pisa è stata scelta come la prima città italiana ad ospitare una stazione radio intercontinentale costruita da Marconi nei primi anni del 20 ° secolo.

Nel 2012 a Barcellona , in Spagna, il 21 febbraio 2012 si è tenuto un evento pubblico organizzato dal Collegio dei tecnici delle telecomunicazioni della Catalogna (COETTC) per commemorare la Giornata mondiale della radio. L’evento è stato organizzato con l’aiuto del governo della Catalogna . C’erano membri  di emittenti radiofoniche e personalità del mondo delle trasmissioni radiofoniche presenti. L’evento principale è stato una tavola rotonda dal titolo: “Per una radio più globale e competitiva”. [8] In Svizzera, la European Broadcasting Union ha organizzato una settimana della radio digitale. Questa è stata una serie di eventi tecnici a partire dal 13 febbraio 2012, con la partecipazione delle principali organizzazioni di standardizzazione della radio: Consorzio DRM, WorldDMB, RadioDNS. C’era anche una trasmissione radio digitale locale in DAB + che dimostrava la democratizzazione della trasmissione per strutture più piccole, usando gli strumenti radio definiti dal software aperto CRC mmbTools. [9]

La Rete delle ONG del Bangladesh per la radio e la comunicazione (BNNRC) ha avviato il processo di advocacy sull’osservazione della 1a giornata mondiale della radio il 13 febbraio 2012 in collaborazione con il servizio pubblico Broadcasting, Broadcasting commerciale e Community Broadcasting a livello locale e nazionale. Il Comitato Nazionale dell’Osservatorio della Giornata Mondiale della Radio in Bangladesh ha già osservato il World Radio Day 2012, il World Radio Day 2013, il World Radio Day 2014 e il World Radio Day 2015

World Radio Day 2013 

Evento World Radio Day 2013 presso la sede dell’UNESCO, Parigi

Le celebrazioni del World Radio Day 2013 sono state ampiamente trattate nelle notizie e nei social media in tutto il mondo. Lo staff dell’UNESCO ha fornito 75 interviste ai media e 130 eventi registrati che hanno raggiunto oltre 150 milioni di ascoltatori in tutto il mondo. Interviste audio UNESCO con Ambasciatori di buona volontà , Artisti per la pace e opinion leader noti a livello mondiale hanno portato a oltre 10.000 opere teatrali sulla pagina tematica SoundCloud di febbraio. “World Radio Day” è diventato un argomento di tendenza top-10 su Twitter per tutto il giorno. Il sito Web del World Radio Day ha ricevuto oltre 90.000 visualizzazioni di pagina a gennaio e febbraio 2013. La promozione della giornata ha contato con diversi partner .

World Radio Day 2014 

Il World Radio Day 2014 ha avuto come tema l’uguaglianza di genere e l’emancipazione femminile nella radio proposta dall’UNESCO . I suoi sotto-temi includevano:

  • Sensibilizzare i proprietari, i dirigenti, i giornalisti e i governi delle stazioni radio a sviluppare politiche e strategie di genere per la radio
  • Eliminare gli stereotipi e promuovere la rappresentazione multidimensionale in radio
  • Costruire competenze radiofoniche per la produzione di radio giovanile, con particolare attenzione alle ragazze come produttori, padroni di casa, giornalisti
  • Promuovere la sicurezza delle donne giornaliste radiofoniche

Il sito Web degli eventi multilingue ha offerto diversi messaggi audio / video privi di copyright per la ritrasmissione e la diffusione, nonché una mappa interattiva per l’invio di eventi relativi alla celebrazione della giornata. Le infografiche tematiche sono disponibili in inglese , francese e spagnolo .

World Radio Day 2015 

Il World Radio Day 2015 si è svolto il 13 febbraio 2015 attorno al tema di Gioventù e Radio , con l’obiettivo di aumentare la partecipazione dei giovani alla radio. I sottotemi del giorno erano:

  • Celebrating Radio – mostra la potenza della radio come mezzo.
  • Dai giovani, per i giovani – mettendo in evidenza il contributo dei giovani come creatori di contenuti radiofonici e migliorando la loro partecipazione.
  • Sicurezza e sicurezza – Costruire consapevolezza dei rischi affrontati dai giovani freelance e benefattori internazionali, specialmente nelle zone umanitarie e in zone disastrate.

 

World Radio Day 2016 

Il World Radio Day 2016 si è svolto il 13 febbraio 2016 attorno al tema di Radio in tempi di emergenza e disastro , con l’obiettivo di costruire partnership con il settore umanitario e di emergenza, così come con la comunità in generale. I sottotemi del giorno erano:

  • 1. La libertà di espressione e la sicurezza dei giornalisti dovrebbero essere a prova di calamità.
  • 2. La radio autorizza i sopravvissuti e le persone vulnerabili, il cui diritto alla privacy deve essere rispettato.
  • 3. La radio ha un impatto sociale e fornisce accesso alle informazioni. Il diritto all’informazione delle persone dovrebbe essere protetto.
  • 4. La radio salva vite.
  • 5. L’immediata accessibilità delle radiofrequenze è essenziale per salvare vite umane. Queste frequenze dovrebbero essere protette in caso di emergenza.

Più di 320 eventi si sono tenuti in più di 80 paesi in tutto il mondo per celebrare il Giorno con 19 stazioni radio di tutto il mondo che si sono recate alla sede dell’UNESCO per trasmettere in diretta.

World Radio Day 2017 

Il World Radio Day 2017 si è tenuto il 13 febbraio 2017 attorno al tema ” Radio sei tu” , con l’obiettivo di celebrare il modo in cui il pubblico interagisce con la Radio. Il tema è stato progettato per incoraggiare le stazioni radio ad dare il meglio che possono, avendo politiche di coinvolgimento del pubblico, comitati etici, editori pubblici, programmi di opinione personale e assicurando che le loro reti radio comunitarie fossero forti. Un numero record di paesi, ha preso parte al World Radio Day 2017 con oltre 500 eventi in tutto il mondo.

  • Il tema “Radio sei tu” è stato scelto perché la radio è tutto ciò che di argomento dei suoi ascoltatori, il tema mette i riflettori sul pubblico, assicurando che i loro punti di vista e la loro diversità siano rappresentati sulle onde radio.
  • Il tema è un’occasione per guardare tutti i diversi modi in cui la radio coinvolge il pubblico, non solo on-air ma attraverso “l’ascolto degli ascoltatori” nella pianificazione e nella politica della radio.
WRD2018.png

World Radio Day 2018

World Radio Day 2018 si terrà il 13 febbraio 2018 attorno al tema “Radio e sport”. Mentre attendiamo un anno di eventi sportivi importanti (olimpiadi invernali, mondiali di calcio, ecc)che hanno la capacità di unire i cuori e le menti delle persone ovunque. Il World Radio Day 2018 celebrerà gli sport tradizionali che ci collegano al nostro patrimonio culturale, gli sport di base che ci ancorano nelle nostre comunità e le storie ispiratrici che sfidano gli stereotipi di genere e forniscono modelli di ruolo positivi per i giovani di tutto il mondo. Il tema per il 2018 riguarda l’alleanza tra sport e radio come forza per la partecipazione e lo sviluppo civico e per celebrare l’umanità nella sua diversità. La World Radio day 2018 celebrerà la funzione critica della radio nel dare forma a questa alleanza, fornendo una piattaforma per le stazioni radio e gli ascoltatori allo stesso modo, per costruire i loro programmi e conversazioni su Radio e Sport. I sotto-temi sono:

  • Radio e sport costruiscono e uniscono comunità
  • Radio e sport ispirano partecipazione e inclusione
  • La radio favorisce la buona volontà e ispira l’umanità
  • Come la radio influisce sulle nostre vite

Comitato radiofonico internazionale 

Questo comitato è nato nel 2012, dopo la proclamazione della Giornata mondiale della radio dell’UNESCO. L’idea è venuta dal presidente della Radio Academy spagnola, Jorge Alvarez . Questo comitato è formato dalle più importanti organizzazioni di radiodiffusione: ITU-International Telecommunication Union, Radio Academy spagnola , IAB-International Association of Broadcasting, ABU-Asia-Pacific Broadcasting Union, ASBU-Emirati Arabi Uniti Broadcasting Union, EBU / UER-European Broadcasting Unione, AER-Association of European Radio, AMARC-World Association of Community Radio Broadcasters, AIBD-Asia Pacific Institute for Broadcasting Development, BNNRC-Bangladesh NGOs Network per Radio e Comunicazione, URTI-International Radio and Television Union e AUB / UAR-Unione africana di radiodiffusione. L’atto fondatore è stato presentato il 12 marzo 2012.

Le stazioni radio di tutto il mondo sono invitate a promuovere la piattaforma interattiva ufficiale wrd13.com del Comitato WRD internazionale proponendo ai propri ascoltatori di depositare messaggi audio su di esso, in qualsiasi lingua, che potranno scaricare per la trasmissione tutto il giorno 13 febbraio.

Informazioni su diego80 (2219 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: