ULTIM'ORA

Atalanta, una notte nella Ruhr per riscrivere la storia

L’età dell’Oro, La sta vivendo l’Atalanta di Gasperini nel biennio 2017-2018, in una favola che continua ad arricchirsi di capitoli: prima il ritorno in Europa dopo 26 anni, poi lo storico quarto posto, poi lo splendido girone di Europa League vinto in carrozza, poi le semifinali di Coppa Italia nell’attuale edizione (a fine mese intrigante doppia sfida in casa della Juve per il ritorno in campionato e nelle semifinali di Coppa: c’è da ribaltare lo 0-1 interno…) Ma l’appuntamento con la Storia con la S maiuscola vede un’altra tappa fondamentale: oggi, giovedì 15 febbraio 2018, alle 19 , al  Signal Iduna Park di Dormund, nella Ruhr, storica regione della Germania per i sedicesimi di andata di Europa league. Proprio il celebre Westfalenstadion,lo stadio in cui il 4 luglio 2006 la Nazionale di Marcello Lippi schiantò i padroni di casa tedeschi nella semifinale mondiale ai supplementari con i gol di Grosso e Del Piero. Avversario sarà nientedimenoche il temibile Borussia Dortmund, la squadra tra le più rappresentative del calcio teutonico, con otto titoli tedeschi, una Champions League (vinta nel 1997 in finale sulla Juventus), 1 Coppa Intercontinentale, una Coppa delle Coppe  più altre due recenti finali europee, in Europa League nel 2002 (sconfitto dal Feyenoord) e di Champions League nel 2013 (sconfitto dal Bayern Monaco nella finale tutta tedesca). Non avrà le stesse emozioni della sfida col Malines in Coppa delle Coppe nel 1988, m si tratta di un rendez-vous contro una campione d’Europa. Premesso che, comunque, ci si ritroverà giovedì prossimo a Reggio Emilia per il ritorno…

BVB NEL 2018 – Il Ballspielverein Borussia 09 e. V. Dortmund, così la denominazione per intero del club, si è guadagnato l’accesso alla Champions League grazie al terzo posto finale nella scorsa edizione della Bundesliga, dietro a Bayern Monaco e Lipsia, nonchè la posizione che occupa attualmente in campionato, anche se lo scudetto resta un miraggio, con un ritardo dal Bayern di 19 punti. Il cammino altalenante ha portato all’esonero del tecnico olandese Peter Bosz, ex tecnico dei lancieri dell’Ajax che è andato a sostituire l’ex tecnico Thomas Tuchel, artefice della vittoria della Coppa di Germania 2016-2017. Tra ottobre e novembre arriva infatti un periodo nero, che inizia con una sconfitta interna col Lipsia per 3-2, il 14 ottobre, ed è culminata dall’incredibile pareggio nel derby interno della Ruhr del 24 novembre, quando i gialloneri, in vantaggio per 4-0 dopo il primo tempo, subiscono un’assurda rimonta nell’ultima mezz’ora di gioco, pareggiando per 4-4. Da dicembre, sulla panchina dei renani arriva l’austriaco Peter Stöger, e la squadra si riprende leggermente, anche se in Champions League gioca uno dei gironi più brutti della sua storia: inserita nel girone G con Real Madrid, Tottenhamm ed Apoel Nicosia, ottengono solamente due punti ottenuti nei due pareggi per 1-1 contro i ciprioti, e, grazie alla miglior differenza reti con i ciprioti, riescono a strappare un terzo posto che vale almeno il ripescaggio in Europa League, come una tra le peggiori terze (se non la peggiore) che abbiano mai visto retrocedere nella competizione minore.

Inutile dire che la cessione della stella della squadra,il gabonese (ex Milan) Aubameyang,  nel mercato invernale all’Arsenal per una cifra attorno ai 64 milioni di euro rende meno temibile la squadra tedesca, che l’Atalanta sconfisse in un’amichevole estiva il 26 luglio scorso per 1-0 con gol di Cristante. . In campionato aveva segnato sin quì 13 gol in 16 gare.Per colmare il suo vuoto, il Borussia ha ottenuto in prestito dal  Chelsea la punta nazionale belga Michy Batshuayi. Tra i giocatori più rappresentativi restano l’attaccante della nazionale ucraina Yarmolenko,   senza scordare diversi elementi della nazionale campione del Mondo in carica, come Marco Reus, il capitano,  Mario Götze,  André Schürrle, ed il talentuoso nazionale giapponese  Shinji Kagawa, ma anche il greco Papastathopoulos, ex di Genoa e Milan.

Michy Batshuayi

Mario Gotze

L’Atalanta quindi, andrà in Germania senza timori riverenziali, ma con tutto il rispetto possibile: er gasperini si aspetta una nuova notte storica: l’Atalanta, ora ottava in campionato, era data come spacciata in un girone con Lione ed Everton, invece l’ha vinto alla grande, ed ora è di nuovo quì, pronta per scrivere un altro pezzo di storia importante, assieme ai 3.000 fedelissimi che l’han seguita fino alla Ruhr, ed agli altri che vedranno la gara su Sky a casa propria, nei bar, nei club o nei maxischermi.

 

Informazioni su diego80 (2081 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: