ULTIM'ORA

C’era una volta- Solletico, il contenitore per ragazzi di Raiuno anni ’90

Negli ultimi anni, la Tv dei ragazzi sulle reti Rai (ma anche in generale), è andata scemando, spostantosi su canali tematici come Rai Gulp e Rai YoYo, ma anni prima c’erano proposte interessanti nella Tv di Stato: Big, che lanciò un giovanissimo Carlo Conti ad inizio degli anni ’90, vinse tre telegatti, prima di lasciare spazio negli anni ’90 a Solletico, ed era condotto da due giovani presentatori: Elisabetta Ferracini, figlia di Mara Venier, poi sostituita dapprima da Irene Ferri e poi da Arianna Ciampoli, e Mauro Serio, rilevato per parte dell’ultima stagione da Michele La Ginestra. Il programma fu anche trampolino di lancio per uno dei protagonisti de Un medico in famiglia, Ciccio/Miki Cadeddu,che partecipò nel ruolo del bambino Lenticchia. Il programma andò in onda dal 1994 al 2000. Dopo allora, per i due conduttori le strade della popolarità si sono di nuovo chiuse. Ecco la storia wikipediana.

« Chi non solletica con noi, non si diverte! »
(slogan del programma)

Solletico è stato un programma televisivo per ragazzi andato in onda su Rai 1 dal 21 marzo 1994 al 23 giugno 2000. Il contenitore pomeridiano ospitava cartoni animati e serie televisive; grande spazio era dedicato anche ai giochi interattivi via telefono.

Il programma andava in onda in diretta dagli studi Rai della Fiera di Milano, tranne la prima edizione trasmessa dagli studi Rai di Torino.

Storia

Edizione 1994

La prima puntata andò in onda il 21 marzo 1994 sostituendo il programma Uno per tutti, versione modificata e rinominata dello storico programma-contenitore pomeridiano Big!. La conduzione fu affidata a Mauro Serio, affiancato poi da Elisabetta Ferracini (figlia di Mara Venier), con la partecipazione di Michael Cadeddu, soprannominato “Lenticchia”.

Tra le rubriche vi è Solletico – Ricetta (dedicata alla cucina), dove Mauro Serio ascoltava, divertendosi, le ricette che proponeva Michele Pezzoni (che non partecipò mai più ad altri programmi televisivi), “il cuochino di Solletico”. Poi viene inserito uno spazio per gli esperimenti scientifici, con protagonisti due bambini vestiti da scienziati, che Serio soprannominò “Ein” e “Stein”; esso si chiudeva con la frase

« CVD a tutti! »

Verso la fine della trasmissione, 2 squadre di bambini, i Ramarri verdi e le Pantere rosa, si affrontavano nella Sfida.

Edizione 1994-1995

Nell’inverno del 1994 viene inaugurata Tilt Tv, programma di sketch animato da quattro pupazzi videodipendenti:

  • Lorefio, deejay stile Fiorello;
  • Makò, regista;
  • Tina, la donna del gruppo;
  • Lillo, affamato quanto fantasioso.

Si aggiunse anche uno spazio dedicato alla cultura di tutto il mondo, dove ogni settimana era presentato in studio un bambino proveniente da un luogo diverso: Russia, Brasile, Giappone, Norvegia, Grecia, ecc. che portava con sé piatti o oggetti tipici.

Alle ore 16:45, c’era lo spazio dedicato agli animali. Ogni giorno, Elisabetta Ferracini, insieme ad esperte e ai bambini, presentava un animale diverso, cani, gatti e a volte anche animali esotici.

Fino all’edizione del 1997 veniva mandato in onda, ogni giorno alle ore 16:00, un episodio de Le storie di Farland, sorta di serie fantasy, un vero e proprio “film” ambientato in un mondo fantastico.

Ogni puntata, in genere, si concludeva con uno spettacolo di balletto o di musica i cui protagonisti erano sempre i bambini.

Solletico Estate

Durante le vacanze estive andava in onda il meglio dell’edizione, mentre il programma vero e proprio riprendeva la stagione successiva.

Edizione 1996-1997

I conduttori sono affiancati da un teschietto virtuale chiamato Osso, doppiato e animato da Gigi Rosa, che prende il posto di “Lenticchia”.

Edizione 1997-1998

Il 2 febbraio 1998, all’interno del programma debutta il TG Ragazzi (poi denominato GT Ragazzi), condotto da Tiziana Ferrario, destinato a diventare in futuro una trasmissione a sé, spostato dalla stagione 2000-2001 su Rai 3.

Edizione 1998-1999

L’edizione inizia nell’autunno 1998 e termina il 28 maggio 1999[1]. Dal 6 gennaio a Serio viene affiancata Irene Ferri, e un gruppo di ragazze chiamate le solletichine (Chiara Silvia Maiocchi, Anna Bianco, Cristina Pegoraro, Caterina Poiani). Viene inserita anche una postazione internet (presentata da Fernando Lopez) per scovare i siti più strani, e lo studio pullula di ragazzi impegnati in svariate attività.

L’ambientazione si fa più fantastica e aumenta l’utilizzo della tecnologia informatica nei nuovi giochi, come Solletierrore e Suonaltelefono.

Ogni puntata acquista ora un carattere monotematico con proposte mirate e inerenti al tema del giorno[2]:

  • Lunedì: Zoolletico, dedicato al mondo degli animali, con la presenza in studio del reporter Stefano Guizzi
  • Martedì Solletimmaginario, dove, al grido di l’immaginario al potere!, i personaggi di favole, romanzi e film compaiono nello studio, accompagnando la trasmissione per tutta la giornata
  • Mercoledì: Io e la mia città, si vedono “Video Cartoline” delle città di alcuni ragazzi, che poi sono invitati in studio a raccontare delle loro passioni.
  • Giovedì: Solletimusica, dedicato alla musica, con i giochi in studio Doremifasolletico e Suona con i piedi
  • Venerdì: Solletico-sala giochi, con i giochi MillelandiaColora Il QuadroTime WingStellaris, il gioco ispirato al cartone di Sandokan, Hotel Cartoon e Crucinews.

Nasce la sit-com Casa Solletico, con i protagonisti (chiamati la “Solletifamily”) che hanno contraddistinto di più nelle passate edizioni il programma.

I cartoni presentati sono HeidiQuasimodoLa principessa SissiSandokanLe avventure di Tin TinSei in arresto!Jumanji, mentre i telefilm sono LassieLe avventure della famiglia Robinson e Zorro.

Edizione 1999-2000

Il programma andò in onda fino all’autunno del 1999, e con il nome di Solletico 2000 fino alla fine dell’anno successivo[3]. In quest’ultima annata la trasmissione fu condotta da Arianna Ciampoli e Michele La Ginestra (poi sostituito da Mauro Serio), affiancati dal presentatore virtuale “Blobby”. Muta la scenografia, che ora è una sorta di megaminimondo. Arrivano in studio anche il signor Antonio e la signora Daniela che risponderanno alle curiosità dei bambini in studio e dei telespettatori da casa. Viene introdotto il “graditel” una sorta di auditel tramite cui il pubblico può segnalare in diretta il proprio apprezzamento per i cartoni e per i telefilm trasmessi. Il varietà vuole dunque trasformarsi in una sorta di “piazza tv” dove far incontrare i bambini e renderli protagonisti, seguendo un tema guida che stimoli la loro creatività e li aiuti a giocare, scrivere racconti e diventare a loro volta autori di domande. Il contenitore ospita i cartoni animati Angry BeaversBiker Mice da MarteRenadaTommy & Oscar ed inoltre i telefilm La nuova famiglia AddamsLe simpatiche canaglie.

Solletico Story

Viene riproposto il meglio delle ultime due edizioni del programma. Tra i cartoni, debutta Orson & Olivia00Mike[4].

Chiusura

Il programma venne interrotto nel maggio 2000 anche a causa dei bassi ascolti, e fu sostituito da La vita in diretta condotto da Michele Cucuzza, che passò da Rai 2 alla rete ammiraglia[5]. Da allora fu proprio Rai 2 a coprire quel target di piccoli telespettatori soprattutto nella fascia mattutina. Fino al 2010 ci furono due programmi simili a Solletico che andarono in onda su Rai 3, ovvero Trebisonda e la Melevisione; quest’ultima aveva un target di età prescolare, cioè adatta ad un’utenza d’età da 0 a 6 anni, mentre la prima tenta di coprire lo spazio occupato da Solletico. L’ultima puntata in assoluto di Solletico (già Solletico Story) è andata in onda il 23 giugno 2000[6].

Conduttori

Sigla

La sigla del programma è scritta da Cheope e Claudio Guidetti su arrangiamento di Chicco Santulli ed interpretata dal coro dei Piccoli Cantori di Milano. L’interprete solista che cantava le strofe della sigla è Marianna Brusegan, che in quel periodo faceva parte del coro. In pochi istanti, durante la terza strofa interpretata dalla stessa Marianna, si sentiva il cuculo della famosa canzone Non m’annoio di Jovanotti. I musicisti che suonano nella sigla sono Massimo Mariello alla tastiera, Michele Centonze alla chitarra, Pier Foschi alla batteria e Saturnino al basso.

Inoltre appare anche nel film Cucciolo con protagonista Massimo Boldi.

Informazioni su diego80 (2182 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: