ULTIM'ORA

La storia del Treviso calcio, dalla serie A ai dilettanti

Tra le squadre che hanno avuto una fugace apparizione in serie A di una sola stagione, ci sono la Pistoiese nel 1980, ed in tempi recenti, Carpi e Frosinone nel 2015/16 ed il Benevento destinato a tornare immediatamente tra i cadetti,. Nel 2005 conobbe la serie A il Treviso, tra l’altro l’unica ad averla conquistata non con un verdetto sul campo, ma grazie ad un ripescaggio, visto che si classificò quinto nel campionato di serie B 2004/2005, ma fu ripescato a tavolino assieme all’Ascoli a causa della retrocessione del Genoa primo classificato, per illecito, e della mancata iscrizione del Torino, vittorioso ai playoff, fallito, così come del Perugia, quarto, e sconfitto nella finale dai granata. L’onore toccò così ai veneti, che grazie a queste incredibili coincidenze si ritrovarono con la classifica a scalare promossi in serie A assieme all’Empoli, che diventava la prima classificata, e all’Ascoli, che con questo ripescaggio ritrovava la serie A dopo 13 stagioni.

TOCCATA E FUGA IN SERIE A – Il Treviso non aveva mai esplorato vette così alte: finora aveva giocato in serie B tra il 1946 ed il 1948 negli anni ’50, dal 1950 al 1955, col sesto posto ottenuto nel 1952 come miglior piazzamento. Dopo allora, il Treviso aveva sempre navigato tra serie C e serie D, vincendo la Coppa italia Dilettanti nel 1993, stesso anno in cui arriva un fallimento ed una nuova proprietà, mantenendo la categoria. La ripresa è immediata, e nel 1997 i veneti ritrovano la serie B dopo diverso tempo, sotto la guida di Bepi Pillon. Tre grandi stagioni, dal 1998 al 2000, concluse con l’ottavo posto e tre brillanti salvezze, poi nel 2001 retrocedono di nuovo, ma nel 2003 ritornano in serie B, vincendo anche la Supercoppa di serie C. Dopo una salvezza sofferta nel mega campionato a 24 squadre nel 2004, l’anno dopo arriva l’exploit: il quinto posto è il miglior piazzamento di sempre in serie B, per la prima volta il Treviso disputa i playoff promozione, perdendo in semifinale col Perugia. Sembra un arrivederci e grazie, ma in estate le vicissitudini che colpiscono Genoa, Torino e Perugia spalanca le porte alla squadra di Pillon, che si ritrova debuttante in serie A.

Un giovane Marco Borriello, a Treviso dal gennaio 2006

Sulla panchina arriva Ezio Rossi, arrivano giocatori come il portiere Samir Handanovic (proprio l’attuale numero 1 dell’Inter), Andrea Dossena, Andrea Russotto, Robert Acquafresca, Dino Fava e Reginaldo, oltre a promesse come Alberto Giuliatto e Raffaele De Martino. Il battesimo è a San Siro, il 28 agosto 2005 in casa dell’Inter, ed arriva una sconfitta per 3-0.Ma l’inizio è da incubo: arrivano cinque sconfitte iniziali, con un solo gol all’attivo (quello del brasiliano Pinga all’Olimpico con la Lazio), poi il primo ottobre,a Verona col Chievo arriva il primo punto in serie A, dopo lo 0-0. Nel turno successivo 1-1 a Parma: la squadra sembra sbloccarsi, e dopo un ko interno con l’Empoli, arriva alla nona giornata il primo successo in serie A il 23 ottobre, 2-1 in casa della Reggina, confermandosi più forte lontano dal Tenni, lo stadio di casa. Infatti pareggia anche a Cagliari. Intanto Ezio Rossi è stato esonerato ed arriva Alberto Cavasin, e col Palermo arriva il primo punto in casa, pareggiando 2-2. Il 27 novembre addirittura si trova in vantaggio in casa della Juve capolista, che poi vincerà per 3-1. Il 15 dicembre arriva il primo successo casalingo, con un 2-1 sul Lecce, ma poi la squadra, escluso l’acuto di un 2-2 ad Udine nell’ultima di andata, cade in un periodaccio di crisi, che neppure con la rivoluzione invernale di mercato, con gli arrivi del portiere Sereni al posto di Handanovic, del ceco Vasciak e di un giovanissimo Borriello, persino del nazionale belga Baseggio, riuscirà a cambiare ancorata sempre sul fondo della classifica, non vincerà più una gara fino al termine della stagione, con Cavasin che cederà il posto a Diego Bortoluzzi. Arriverà qualche effimera soddisfazione, come un pari in casa della Sampdoria (1-1) il 5 febbraio, o addirittura lo 0-0 imposto alla Juve il 1° aprile. Il 9 aprile, perdendo 3-1 a Messina, retrocede con cinque turni d’anticipo, ed il 14 maggio da l’addio alla serie A battendo 2-1 l’Udinese per la più inutile delle vittorie. Neppure la retrocessione della Juve per calciopoli della Juve salva i veneti, che si ritrovano “solo” penultimi, avendo la soddisfazione di non chiudere il loro unico campionato di serie A all’ultimo posto, ultimo “regalo”, dopo il “regalo” della promozione della stagione precedente.

1° aprile 2006: ad una settimana dalla retrocessione matematica, il treviso ferma sullo 0-0 la Juventus.

Rosa

N.RuoloGiocatore
13ItaliaPDaniele Lorenzini
1ItaliaPMatteo Sereni (*)
1SloveniaPSamir Handanovič (°)
34ItaliaPAdriano Zancopè
17BrasileDAnderson
4ItaliaDMarcello Cottafava
25ItaliaDPaolo Hernán Dellafiore
22ItaliaDFrancesco Galeoto (°)
24ItaliaDAndrea Dossena
20ItaliaDAlberto Giuliatto
21BrasileDGustavo
35ItaliaDStefano Lorenzi (°)
23ItaliaDMarco Mallus
6UruguayDCarlos Valdez
55ItaliaDWilliam Viali
FranciaDGuillaume Valmy
18BelgioCWalter Baseggio (*)
29ItaliaCRaffaele De Martino
14ItaliaCAntonio Filippini
75ItaliaCEmanuele Filippini
11ItaliaCFabio Gallo (°)
30ItaliaCRiccardo Gissi
N.RuoloGiocatore
19CamerunCDivine Fonjock
7UruguayCGianni Guigou (*)
30ItaliaCChristian Maggio (*)
8LibiaCJehad Muntasser
5ItaliaCFrancesco Parravicini
7ItaliaCRoberto Chiappara (°)
28BrasileCPinga
16ItaliaCFabio Roselli
15BrasileCSiumar Ferreira Nazaré
33ItaliaCAndrea Russotto
9SlovacchiaCBlažej Vaščák (*)
26ItaliaARobert Acquafresca
10ItaliaALuigi Beghetto
11ItaliaAMarco Borriello (*)
12ItaliaAStefano Dall’Acqua
16ItaliaADamien Florian
31ItaliaADino Fava Passaro
27BrasileAReginaldo
25BrasileAWilker
ItaliaAll.Ezio Rossi
ItaliaAll.Alberto Cavasin
ItaliaAll.Diego Bortoluzzi

(*) Acquistato nel mercato invernale

(°) Ceduto nel mercato invernale

Risultati

Serie A

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2005-2006.

Girone di andata

28 agosto 2005, ore 15:00
1ª giornata
Inter3 – 0
referto
Treviso

11 settembre 2005, ore 15:00
2ª giornata
Treviso0 – 1
referto
Livorno

18 settembre 2005, ore 15:00
3ª giornata
Lazio3 – 1
referto
Treviso

21 settembre 2005, ore 20:30
4ª giornata
Treviso0 – 2
referto
Sampdoria

25 settembre 2005, ore 15:00
5ª giornata
Treviso0 – 2
referto
Milan

1º ottobre 2005, ore 18:00
6ª giornata
Chievo0 – 0
referto
Treviso

16 ottobre 2005, ore 15:00
7ª giornata
Parma1 – 1
referto
Treviso

23 ottobre 2005, ore 15:00
8ª giornata
Treviso1 – 2
referto
Empoli

26 ottobre 2005, ore 20:30
9ª giornata
Reggina1 – 2
referto
Treviso

30 ottobre 2005, ore 15:00
10ª giornata
Treviso0 – 1
referto
Siena

6 novembre 2005, ore 15:00
11ª giornata
Cagliari0 – 0
referto
Treviso

20 novembre 2005, ore 15:00
12ª giornata
Treviso2 – 2
referto
Palermo

27 novembre 2005, ore 15:00
13ª giornata
Juventus3 – 1
referto
Treviso

4 dicembre 2005, ore 15:05
14ª giornata
Treviso0 – 0
referto
Messina

10 dicembre 2005, ore 20:30
15ª giornata
Fiorentina1 – 0
referto
Treviso

17 dicembre 2005, ore 18:00
16ª giornata
Treviso2 – 1
referto
Lecce

21 dicembre 2005, ore 20:30
17ª giornata
Ascoli1 – 0
referto
Treviso

8 gennaio 2006, ore 15:00
18ª giornata
Treviso0 – 1
referto
Roma

15 gennaio 2006, ore 15:00
19ª giornata
Udinese2 – 2
referto
Treviso

Girone di ritorno

18 gennaio 2006, ore 20:30
20ª giornata
Treviso0 – 1
referto
Inter

22 gennaio 2006, ore 15:00
21ª giornata
Livorno1 – 1
referto
Treviso

29 gennaio 2006, ore 15:00
22ª giornata
Treviso0 – 1
referto
Lazio

5 febbraio 2006, ore 15:00
23ª giornata
Sampdoria1 – 1
referto
Treviso

8 febbraio 2006, ore 20:30
24ª giornata
Milan5 – 0
referto
Treviso

11 febbraio 2006, ore 18:00
25ª giornata
Treviso1 – 2
referto
Chievo

19 febbraio 2006, ore 15:00
26ª giornata
Treviso0 – 1
referto
Parma

26 febbraio 2006, ore 15:00
27ª giornata
Empoli1 – 1
referto
Treviso

5 marzo 2006, ore 15:00
28ª giornata
Treviso0 – 1
referto
Reggina

11 marzo 2006, ore 18:00
29ª giornata
Siena1 – 0
referto
Treviso

18 marzo 2006, ore 18:00
30ª giornata
Treviso1 – 2
referto
Cagliari

26 marzo 2006, ore 15:00
31ª giornata
Palermo1 – 0
referto
Treviso

1º aprile 2006, ore 18:00
32ª giornata
Treviso0 – 0
referto
Juventus

9 aprile 2006, ore 15:00
33ª giornata
Messina3 – 1
referto
Treviso

15 aprile 2006, ore 15:00
34ª giornata
Treviso1 – 3
referto
Fiorentina

22 aprile 2006, ore 15:00
35ª giornata
Lecce1 – 1
referto
Treviso

30 aprile 2006, ore 15:00
36ª giornata
Treviso2 – 2
referto
Ascoli

7 maggio 2006, ore 15:00
37ª giornata
Roma1 – 0
referto
Treviso

14 maggio 2006, ore 15:00
38ª giornata
Treviso2 – 1
referto
Udinese

I FALLIMENTI ED IL PRESENTE – Tornato in B, ottiene due sofferte salvezze (nel 2008 precede solo le quattro retrocesse dirette, non disputandosi i playout), retrocede in serie C1 nel 2009 dopo l’ultimo posto in quello che è l’ultimo campionato di serie B. In estate arriva un altro fallimento, con la rifondazione, il 3 settembre, di una nuova società che riparte dall’Eccellenza veneta. Arriva subito un ripescaggio in serie D al temine della stagione 2009/2010 per meriti sportivi, e subito il ritorno nei professionisti nel 2011. La terza promozione consecutiva nel 2012 con la Prima Divisione della Lega Pro fa intendere un ritorno alla tranquillità, ma nel 2013 retrocede di nuovo e nell’estate 2013 arriva l’ennesimo fallimento. L’8 agosto viene rifondato ripartendo dalla Promozione Veneta. Sale subito in Eccellenza, ma retrocede di nuovo nel maggio 2017.

Informazioni su diego80 (2338 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: