ULTIM'ORA

C’erano una volta: Bronski Beat e The Communards, i gruppi di Jimmy Sommerville

Salltown Boy e Why. Due singoli pop synth che sapdroneggiarono negli anni Ottanta, dalla voce inconfondibile di Jimmy Sommerville. Erano i due singoli più famosi dei Bronski Beat, un gruppo scozzese che fu attivo dal 1983 al 1995. Ripercorriamo la storia dei due gruppi in cui Sommerville fu frontman, i Brosky Beat e i The Communards

 

Bronski Beat sono stati un trio di synth pop britannico degli anni ottanta. I testi delle loro canzoni hanno avuto una forte connotazione legata al mondo gay e alle sue rivendicazioni, specie nell’album di esordio, The Age of Consent (L’età del consenso, che in Gran Bretagna era all’epoca più elevata per i rapporti omosessuali di quanto non fosse per quelli eterosessuali).

Nel periodo di maggiore popolarità, della band facevano parte il cantante Jimmy Somerville (Glasgow, 22 giugno 1961), Steve Bronski(7 febbraio 1960) e Larry Steinbachek (6 maggio 1960 – 16 dicembre 2016) a tastiere, percussioni e cori.

Storia

Costituitisi nel 1983, il loro debutto avviene l’anno successivo con il singolo Smalltown Boy (la storia di un ragazzo che abbandona la propria famiglia e la propria cittadina di provincia perché omosessuale) che raggiunge il terzo posto nelle classifiche di vendita del Regno Unito. Il video che lo accompagna vede nel ruolo del protagonista lo stesso Jimmy Somerville che, nelle sequenze girate, lascia in treno il villaggio, e nel viaggio ripercorre la motivazione del gesto: l’aggressione da parte di un gruppo di ragazzi omofobi, la riconsegna da parte della polizia alla propria famiglia in un contesto in cui, anziché la parte della vittima, ricopriva quella del colpevole.

La canzone fa del trio un punto di visibilità per la questione gay nel Regno Unito (tutti e tre i componenti della band sono omosessuali) ed anche il singolo successivo, Why?, affronta i temi del pregiudizio antiomosessuale, stavolta usando una formula elettronica più energica. Anche questo singolo rientra tra i dieci più venduti.

È della fine del 1984 l’album The Age of Consent, nelle cui note viene provocatoriamente incluso l’elenco delle “età del consenso”, ovvero le età oltre le quali, secondo l’ordinamento giuridico di diversi paesi, i rapporti “sessuali” tra uomini cessano di essere considerati reato. All’epoca della pubblicazione del disco tale età nel Regno Unito era di ventuno anni, tra le più alte del continente.

Anche il terzo singolo estratto dall’album, It Ain’t Necessarily So, il classico di George and Ira Gershwin tratto da Porgy and Bess, che mette in dubbio l’autenticità dei racconti della Bibbia, entra tra i primi 20 singoli venduti. Gli assoli di clarinetto del brano sono eseguiti da Arno Hecht del gruppo The Uptown Horns

Nel 1985 esce un loro disco realizzato insieme a Marc Almond, una versione del classico di Donna Summer I Feel Love, che raggiunge la terza posizione nelle classifiche inglesi, eguagliando il successo di Smalltown boy.

Poco dopo Somerville lascia il gruppo e, insieme a Richard Coles, fonda i Communards, con cui nel 1986 torna in testa alle classifiche di vendita con una versione di Don’t Leave Me This Way.

I Bronski Beat sostituiscono Somerville nel ruolo di cantante con John Foster, dalla voce più grave e meno provocatoria, e riescono a mettere in classifica il singolo Hit That Perfect Beat, dal ritmo leggero e accattivante, tratto dall’album Truthdare Doubledare, l’ultima produzione della band prima del suo scioglimento.

Nel 1995 esce a nome loro una raccolta di materiale riedito ed inedito dal titolo Rainbow Nation.

Il 16 dicembre 2016 è morto Larry Steinbachek dopo una breve lotta contro il cancro, aveva 56 anni.

 

 

Discografia

Studio albums
Remix Albums
  • 1985 – Hundreds & Thousands
Live Albums
  • 1985 – Bronski Beat perform at the Hammersmith Odeon
Compilations Albums
  • 1991 – The Singles Collection 1984/1990
  • 2001 – The Very Best of Jimmy Somerville, Bronski Beat and The Communards
Singoli

The Communards

The Communards sono stati un duo musicale britannico degli anni ottanta.

 

Carriera

Il gruppo si formò nel 1985 dopo che il cantante Jimmy Somerville aveva abbandonato la sua precedente band dei Bronski Beat per creare questo nuovo complesso insieme al musicista Richard Coles, che aveva ricevuto una formazione di musica classica. Anche se principalmente pianista, Coles era in grado di suonare un’ampia gamma di strumenti musicali e già aveva collaborato, eseguendo l’assolo di clarinetto, con i Bronski Beat nel brano di successo It ain’t necessarily so. Somerville era già ben conosciuto per il suo cantato in falsetto, e per il fatto che era apertamente gay.

La band entrò nella Top 20 Hit inglese nel 1985 con il singolo You are my world, eseguito su una linea melodica di pianoforte. L’anno successivo il gruppo ebbe il maggior successo con l’energica cover del classico pezzo soul Don’t leave me this way di Harold Melvin & the Blue Notes (i Communards si ispirarono ad una precedente cover del brano di Thelma Houston).
Don’t leave me this way rimase per quattro settimane al primo posto nelle classifiche inglesi e divenne il singolo più venduto del 1986in Gran Bretagna. Insieme a Somerville il brano era cantato anche da Sarah Jane Morris.

L’anno successivo i Communards entrarono un’altra volta nella Top 10 inglese con il singolo So cold the night.

Nel 1987 pubblicarono l’album Red che includeva una versione cover del successo dei Jackson 5 Never can say goodbye (in una versione ispirata alla precedente cover di Gloria Gaynor), con il quale i Communards raggiunsero la quarta posizione nelle classifiche inglesi.

Il gruppo si sciolse nel 1988 e Somerville iniziò la carriera solista. Coles divenne giornalista per il Times Literary Supplement e il Catholic Herald. In seguito fu ordinato sacerdote ed è attualmente il conduttore del programma mattutino Saturday Live di BBC Radio 4.

Discografia

Album

AnnoAlbumUKUS
1985Communards790
1987Red493

Singoli

AnnoCanzone e posizione in classificaUKUSUS DanceAlbum
1985“You Are My World”30Communards
1986“Disenchanted”29Communards
1986Don’t Leave Me This Way1401Communards
1986“So Cold the Night”825Communards
1987“You Are My World ’87” (remix)21
1987“Tomorrow”23Red
1987“Never Can Say Goodbye”4512Red
1988“For a Friend”28Red
1988“There’s More To Love Than Boy Meets Girl”20Red

Jimmy Somerville

Jimmy Somerville
Jimmy Somerville in Warsaw.jpg

Jimmy Somerville in concerto a Varsavia il 10 giugno 2006

James William Somerville, noto come Jimmy Somerville (Glasgow, 22 giugno 1961), è un cantante scozzese.

Riconoscibile per il falsetto che lo ha sempre caratterizzato, è attivo dagli anni ottanta, quando si mise in luce con il gruppo scozzesedei Bronski Beat, mentre in seguito fu la voce dei The Communards.

Biografia

La sua attività artistica si è caratterizzata per la frequente trattazione di argomenti di rilievo sociale che denotano i suoi testi, in particolare orientati al riconoscimento dei diritti degli omosessuali, fin dal primissimo brano, Smalltown Boy, dedicato alla difficile condizione di un giovane omosessuale in un paesino di provincia. Somerville è infatti dichiaratamente omosessuale, militante di sinistraed impegnato nella lotta per i diritti umani.

È il cofondatore nel 1983 del gruppo pop dei Bronski Beat, che ha piazzato nelle classifiche di vendita britanniche una serie di singoli, il più fortunato dei quali è il sopra menzionato Smalltown Boy.

Nel 1985 lascia i Bronski Beat – che cambieranno cantante e pubblicheranno anche successivamente al suo abbandono – e forma il gruppo dei Communards con il pianista Richard Coles e la cantante Sarah Jane Morris. La loro versione di Don’t Leave Me This Waydi Thelma Houston diventa il singolo più venduto nel Regno Unito nel 1986. Nello stesso periodo compare come backing vocalist nel brano Suspicious Minds dei Fine Young Cannibals.

Nel 1988 il gruppo si scioglie e Somerville inizia la sua carriera solista.

L’anno seguente partecipa al secondo progetto Band Aid.

Dopo aver pubblicato nel 1991 l’album Run From Love si ritira dalle scene per qualche anno.

Pubblica nel 1995 Dare to Love, nel 1999 Manage the Damage e l’anno successivo l’EP Root Beer, destinato al mercato americano. Nel 2005 esce Home Again, seguito da alcune raccolte e da alcuni concerti acustici tenuti in Australia. Questi concerti hanno un tale riscontro che Somerville decide di pubblicare nel 2009 Suddenly Last Summer, album di cover reinterpretate in chiave acustica interamente scaricabile da internet. Nel 2011collabora con Scratch Massive, cantando il brano Take Me There.

Somerville ha inoltre recitato nei film: Orlando di Sally Potter tratto da Virginia Woolf (1992) e in Looking for Langston di Isaac Julien (1998), oltre che nell’episodio intitolato Girltown della serie televisiva di fantascienza Lexx.

 

Informazioni su diego80 (2352 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: