ULTIM'ORA

Shōichi Yokoi – Mai arrendersi

I soldati fantasma giapponesi

Chi è Shōichi Yokoi?
Un soldato giapponese, nato il 31 marzo 1915 a Saori e deceduto il 22 novembre 1997.

Nel 1972 è passato agli onori della cronaca come uno dei “Soldati fantasma giapponesi”.

Nel 1941 venne coscritto nell’Esercito Imperiale Giapponese e inviato sull’isola di Guam, sul fronte del Pacifico.

Shōichi Yokoi

Quando le forze statunitensi conquistarono definitivamente l’isola nel 1944, Yokoi si nascose in una grotta nella giungla. Pur avendo scoperto fin dal 1952 che la guerra era finita ne uscì solo appunto nel 1972, dopo aver vissuto nella giungla per ben 28 anni.

I primi 20 anni li ha condivisi con altri due compagni che sono morti 8 anni prima del ritrovamento.

In tutto questo tempo usava come utensili la dotazione militare sua e dei suoi compagni.
Si fabbricava gli abiti con fibra ricavata dagli Ibiscus. Quando fu ritrovato si nutriva di corteccia d’alberi.

Riportato in Giappone e scoperti i tragici esiti della guerra, al suo arrivo dichiarò «ho vergogna di ritornare vivo».
Durante una visita al Palazzo Imperiale, Yokoi disse: «Sua Maestà, sono ritornato… Sono profondamente dispiaciuto di non aver potuto servirla bene. Il mondo è sicuramente cambiato ma la mia determinazione nel servirla non cambierà mai».

Fu accolto come un eroe in patria, tanto che nel 1972 gli fu concessa la Medaglia della Grande Asia dell’Est.

NEVER GIVE UP – in bergamasco MOLA MIA

Ma questo, ragazzi miei, forse ha esagerato un po’.

Il fatto è che questo non è l’unico caso che si è verificato.
Di questo nostro soldato ne ho trovato traccia leggendo un libro che citava il suo nome.

Gli ultimi “ad arrendersi” sono stati nel 1989 i soldati Kiyoaki Tanaka e Shigeyuki Hashimoto, ma almeno questi erano a conoscenza certa che la guerra fosse finita.
Si consegnano spontaneamente alle autorità nel sud della Thailandia, dove ma avevano scelto di unirsi ai guerriglieri comunisti della Malaysia, rimanendo con essi fino al loro scioglimento.
I due erano gli unici sopravvissuti di un gruppo di circa duecento giapponesi, civili e militari, che si era unito ai guerriglieri al termine del conflitto.

Nel film “Chi trova un amico, trova un tesoro” i mitici Terence Hill e Bud Spencer, guidati da Sergio Corbucci ironizzano su questo argomento. Un soldato fantasma giapponese di nome Kamasuka custodiva con armi in pugno un tesoro su un’isola sperduta.

Informazioni su Hieronymus (71 Articoli)
matematica, fisica, meccanica tradizionale, meccanica quantistica, relatività, scienza, libri, fumetti, film, musica.
Contatto: Facebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: