ULTIM'ORA

Riflessioni di calcio 2018/19 – Quarta giornata

Una sola squadra in vetta, la solita, dietro le grandi tutte in ritardo, col solo Napoli che prova ad inseguire. La giornata 4 del campionato, tornato dopo la poco produttiva (per gli italici colori) sosta per la Nations league. Nel quarto turno, giocato nei giorni 15, 16 e 17 settembre, primo nel format spezzatino deciso dalla Lega a fasce orarie, la Juve resta a punteggio pieno e trova anche i primi tanto attesi gol di CR7. In affanno le milanesi e la Roma. Vediamo nel dettaglio.

 

Il turno si è aperto con i tre anticipi di sabato. Anticipi o partite ordinarie, ormai lo spezzatino è d’ordine. Alle 15 c’è la prima sorpresa, con la sconfitta interna dell’Inter, battuto dal parma con una parabola dell’ex Dimarco. L’Inter recrimina per mancati rigori ed espulsioni, ma intanto sono due sconfitte e 4 punti in quattro partite, non proprio un ruolo da ani Juve. Primo successo per i ducali, che riassaporano la vittoria nella massima serie dopo tre anni. Alle 18 il Napoli si libera dell’incubo viola, dopo il famosoo scudetto lasciato nell’albergo fiorentino, battendola 1-0: decide un gran gol di insigne rifilando a Pioli il primo stop. In serata la Sampdoria straripa nel nuovo Stirpe che si regala la prima notte di serie A: non bene per i ciociari, travolti 5-0 in casa; a segno tutte le punte doriane, con Quagliarella nel primo tempo e quattro gol nel secondo, con caprari, Defrel, che con a doppietta sale a quota 4 in vetta ai marcatori, e Kownachi su rigore. Domenica si inizia con la sfida delle 12, 30 in cui la Roma sembra avviarsi ad un facile successo sul Chievo, chiudendo il primo tempo sul 2-0 con reti di El shaarawi e cristante, entrambi al primo centro stagionale. Ma nel secondo tempo la Roma emula le milanesi e l’Atalanta e si fa recuperare con Birsa e Stepinski, col Chievo che ottiene il secondo punto in campionato, staccandosi dalla coppia Bologna-Frosinone. Nel pomeriggio appunto il 2-1 della Juve sul Sassuolo con i primi gol di Ronaldo: fortunoso il primo, da CR7 il secondo, dopo un primo tempo in cui la Juve è rimasta bloccata (solo un tentativo di autogol di Lirola come occasione pericolosa). I tre minuti di recupero mettono i brividi, col gol del Sassuolo di Babacar (quarto subito in quattro gare, decisamente troppi) e l’espulsione di Douglas Costa, dopo un’ignobile sputo a Di Francesco (oggi si è beccato quattro turni di squalifica). Nelle altre due gare delle 15, il Genoa piega il Bologna col quarto gol del “fenomeno” Piatek, con i rossoblu ancora senza gol all’attivo come il Frosinone. Alla dacia Arena è 1-1 tra Udinese e Torino, con entrambe che precedono a braccetto a quota 5: friulani avanti col terzo gol di de Paul, poi i granata ad inizio ripresa impattano con Meitè. Alle 18 la Lazio ottiene il secondo 1-0 di fola, ancora realizzato ad inizio ripresa come col Frosinone; decide un gol di Parolo, poi Strakosha nel finale salva il risultato con una super parata. In serata poi alla Sardegna Arena finisce 1-1 tra Cagliari e Milan: rossoblu avanti dopo 4′ co Joao Pedro che fa tapin dopo un palo, po altro legno colpito da Barella e nella ripresa Huiguain pareggia, trovando il primo gol in rossonero. Ma per il Milan è solo pari, agganciando i cugini con una gara in meno. Nella gara del lunedì, la Spal supera l’Atalanta per 2-0 con una doppietta dell’ex Petagna (il primo su tapin, secondo con deviazione)e vola al secondo posto agganciando il Napoli, gli orobici sembrano aver spento la luce dopo l’uscita dall’Europa. Ora il debutto delle coppe europee in settimana, poi il quinto turno nel prossimo weekend; mercoledì prima Sampdoria-Fiorentina, recupero del primo turno(in palio il secondo posto per chi vince), poi nel weekend piatti forti saranno Fiorentina-Spal, Milan-Atalanta, Sampdoria-Inter mentre la Juve capolista sarà a Frosinone, per una sfida testa-coda.

 

Dimarco, esultanza sfrenata dopo il gol di san Siro che da il primo successo in campionato al Parma

L’esultanza di Insigne dopo il gol che decide la gara con la Fiorentina

Anche Ronaldo può liberare la propria gioia per i primi gol nel campionato italiano

Anche l’Higuain rossonero si sblocca in quel di Cagliari

Andrea Petagna, ex col dente avvelenato che fa male due volte all’Atalanta: Spal seconda!
ANSA/SERENA CAMPANINI

Informazioni su diego80 (2336 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: