ULTIM'ORA

Riflessioni di calcio 2018/19 – ottava giornata

L’ottavo turno della serie A si è disputato dal 5 al 7 ottobre 2018, ultimo prima della sosta di ottobre per gli impegni della nazionale contro Ucraina (amichevole) e Polonia (Nations League). Vincono tutte le big, delineandosi una classifica che vede la Juve in tsta sempre a punteggio pieno, con Napoli, Inter e Lazio a completare la zona Champions. Ok anche Roma e Milan, mentre in coda finisce l’Atalanta, assieme ad Empoli, Frosinone e Chievo a completare le ultime quattro posizioni.

 

Il turno si apre venerdì 5 ottobre con la sfida dell’Olimpico in cui il Torino piega il Frosinone per 3-2: granata avanti con Rincon e Baselli, ma il Frosinone in 6′ la raddrizza con Goldaniga (complice Sirigu) e Ciano. Un gran gol di Berenguer rida il successo ai granata. Ai ciociari non basta la grande prova di forza nel rimontare e trovare i primi gol fuori casa. Sabato alle 15 apre la sfida tra Cagliari e Bologna alla Sardegna Arena, che vede il successo sardo per 2-0. Gli uomini di Maran trovano i gol delle due punte Joao Pedro e Pavoletti, scavalcando in classifica proprio Inzaghi. Nella sfida delle 18 la Juve capolista vince ad Udine grazie ai gol di Bentancur, primo in serie A e Cristiano Ronaldo, tutto nel giro di tre minuti, con la Juve che centra l’ottava vittoria iniziale, decima stagionale. In serata la Roma passa ad Empoli con Nzonzi, al primo gol in serie A e Dzeko, ma con tanta sofferenza, visto che l’Empoli ha diverse occasioni e sbaglia anche un rigore con Caputo. Alle 12,30 apre la sfida di Marassi tra Genoa e parma: rossoblu avanti col gol del solito Piatek, al nono centro in campionato, poi reazione emiliana con i gol dell’ex Rigoni, poi Siligardi e Ceravolo, tutti al primo gol in campionato. Genoa sfortunato: nello scoppiettante primo tempo Piatek si vede vicinissimo al 2-0, respinto da Sepe non completamente oltre la linea, poi a Criscito annullato per fuorigioco il gol del 2-3. Ripresa più lenta ed il parma che vola a quota 13 con Fiorentina e Sassuolo, scavalcando lo stesso Genoa, che a sorpresa vede l’sonero di Ballardini, richiamando Juric nonostante l’ottimo piazzamento in classiofica. nelle tre gare pomeridiane, ok il Milan che a S.Siro batte il Chievo 3-1: a segno Higuain, con una doppietta, e Bonaventura, per il Chievo dimezza l’eterno Pellissier, gol che basta ai rossoneri per non chiudere a rete inviolata anche stavolta. Il Chievo, ancora senza vittorie, si affida all’ex ct della nazionale Ventura.  La Lazio sale al quarto posto superando la Fiorentina grazie ad un gol di Immobile, quinto in campionato, che manda i capitolini al quarto posto. Male l’Atalanta, che continua la sua irreversibile crisi perdendo in casa con la Sampdoria per 1-0; decide un’inzuccata di Tonelli su corner. Blucerchiati che riprendono la Roma a quota 14 al quinto posto. Alle 18 il Napoli piega senza fatica il Sassuolo per 2-0: a segno Ounas, alla prima da titolare, e Insigne, gran gol, il sesto in campionato che replica alla perla al Liverpool in Champions. Partenopei che restano secondi a -6 dalla Juve, mentre il Sassuolo fallisce il nuovo test con una big, dopo i ko con Juve e Milan, anche se la classifica resta buona. In serata sofferto successo dell’inter, che vince per 2-1 in casa della Spal, salendo al terzo posto: decide la doppietta di Icardi, che risponde così al connazionale Higuain in vista del derby del 21. La Sapl però resta in partita, con Antenucci che sbaglia un rigore e Paloschi che aveva siglato il pari. Per i romagnoli quarto ko di fila, mentre l’inter vince la quinta gara di fila ufficiale, quarta in campionato. Ora, dopo la sosta per Italia-Ucraina (mercoledì 10) e Polonia-Italia (domenica 14, in cui l’Italia non dovrà perdere per evitare la retrocessione) si riprenderà dal 20 ottobre. Piatto forte, il derby milanese domenica sera.

Ronaldo festeggia Bentancur dopo il gol del vantaggio ad Udine

Steven Nzonzi festeggiato dopo il gol del vantaggio al Castellani

Higuain festeggia la doppietta rifilata al Chievo

Ounas fa festa dopo il gol del vantaggio al Sassuolo

Icardi scocca un tiro. Decisivo con la sua doppietta a Ferrara

COPPE EUROPEE

Il grande slam italiano è stato vanificato dalla sconfitta laziale a Francoforte: resterà però indelebile la tre giorni italiana, con 5 vittorie e, soprattutto, il pieno in Champions league. Partiti martedì 2 ottobre con i successi della Juventus che, orfana dello squalificato Ronaldo batte 3-0 gli Young Boys con straordinaria tripletta di Dybala. ne fa tre anche Dzeko nel 5-0 della Roma al modesto Viktoria Plzen: Juve a punteggio pieno e prima vidto il pari dello United col Valencia, mentre la Roma aggancia il Real sconfitto a sorpresa a Mosca dal CSKA, che vola in testa al girone. Mercoledì 3 ottobre successi anche dell’Inter, che in rimonta s’impone 2-1 in casa del PSV co Nainngolan ed Icardi, mentre l’impresa di serata è del Napoli, che batte i vice campioni d’Europa del Liverpool al San paolo con un gol di Insigne nel finale: Ora i partenopei si ritrovano in vetta al girone, mentre l’Inter è a pari col Barcellona, ma vede gli ottavi. Dopo la ripresa avremo big match di qualità: Manchester United-Juve, Barcellona-Inter e PSG-Napoli. Giovedì 4 ottobre il Milan sconfigge in rimonta l’Olimpiacos per 3-1: decisivo Cutrone con una doppietta, a segno anche Higuain. Rossoneri padrone del girone. Tonfo della Lazio, che perde 4-1 a francoforte, esattamente come l’ultimo ko europeo a Salisburgo a marzo: Biancocelesti, rimasti in 9, che comunque mantengono la seconda piazza, anche se ora se la dovranno vedere col Marsiglia che ha gli stessi punti.

 

Informazioni su diego80 (2336 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: