ULTIM'ORA

Riflessioni di calcio 2018/19 – Decima giornata

Il decimo turno di serie A 2018/19, disputato dal 27 al 29 ottobre 2018 ha visto probabilmente delimitarsi il nuovo terzetto di testa; oltre alla Juventus capolista, le prime due inseguitrici sono il Napoli, nuovamente sceso a sei punti il proprio ritardo dai bianconeri, ed Inter, che ha agganciato proprio i partenopei. Per il resto, classifica molto compatta dai 15 ai 12 punti, dove sono rcchiuse diverse squadre. In coda il colpo è del Frosinone, che troa il primo successo in campionato, mentre sembra sempre più nei guai il Chievo.

Il campionato inizia sabato 27 ottobre con l’anticipo delle 15 in cui a Bergamo l’Atalanta ha ragione sul Parma per 3-0: a sblovvare nella ripresa è un rocambolesco autogol di Gagliolo. poi due difensori, Palomino e Mancini, completano la vittoria. L’Atalanta ritrova anche il successo casalingo e raggiunge la doppia cifra, a -1 dagli stesso emiliani. Alle 18 la Juve ad Empoli finoice sotto con un gol di Caputo, e solo la vena realizzativa di Cristiano Ronaldo salva i bianconeri: prima trasforma il primo rigore a favore concesso in campionato ai bianconeri, (ingenuità di Bennacer su Dybala), poi raddoppia con un potente destro da fuori area, che lo mandano a quota 7 in campionato, -2 dal capocannoniere Piatek. In serata è parità tra Torino e Fiorentina: viola in vantaggio cion l’ex Benassi, ma il pari dei granata è uno sfortunato autogol del portiere Lafont, che si vede rimbalzare sulla schiena un tiro di Ola Aina finito sul palo. Pri che non cambia la situazione in classifica di entrambe. Domwnica alle 12,30 il derby emiliano tra Sassuolo e Bologna finiosce sul 2-2; Palacio prta in vataggio la squadra di Inzaghi, poi è Marlon a trovare il pari Sassuolo con un gran tiro da fuori, quindi nuovo vantaggio bolognese con Mbaye, mentre a 5′ dal termine un rigore di Boatehg ristabilisce le distanze. Nel poco allettante programma delle 15 spicca il primo successo in campionato del Frosinone, che vince per 3-0 in casa della Spal con le reti di Cibsah, Ciano e Pinamonti, quest’ultimo al primo gol in serie A. Il Cagliari accentua la crisi del Chievo, battendolo per 2-1: segnano Pavoletti e l’ex Castro, mentre non basta alla squadra di Ventura il gol di Stepinski. C’è sempre quel -1 in classifica che i veronesi sembrano non scrollarsi via più. A Marassi termina in aprità tra genoa ed Udinese (2-2): partita a rischio rinvio, ma poi si gioca: Romulo su rigore porta in vantaggio i rossoblu, ma poi Lasagna impatta una prima volta. Nella ripresa Romero con un’inzuccata porta in vantaggio ancora il Genoa, ma poio De Paul pareggia con un gran tiro da fuori, quinto centro per lui. L’Udinese si muove dopo quattro sconfitte di fila. Alle 18 il Milan reagisce alla sconfitta nel derby e col Betis in Europa League piegando la Samp in rimonta per 3-2: Cutrone porta in vantaggio i rossoneri, ma poi Saponara e Quaglarella ribaltano, prima del pari di Higuain, al quinto giol in campionato. Nella roipresa Suso firma il gol del sorpasso definitivo degli uomini di Gattuso, che vede allontanarsi lo spettro di un possibile esonero (già si faceva voce di Donadoni). Milan che sala nel gruppo a quolta 15, agganciando gli stessi blucerchiati. In serata al San Paolo il Napoli strappa un pari nel finale alla Roma, non riuscendo ancora a battere in casa i giallorossi, che passano in vantaggio con El Shaarawi. Il pari solo nel recupero con Mertens, con la sqadra di Ancelotti che  scivola a -6 dalla Juve e subisce l’aggancio da parte dell’Inter, che nella sfida di lunedì sera espugna l’Olimpico con un netto 3-0 alla Lazio: la doppietta di Icardi, ora a quota 6, ed il gol di Brozovic scrivono la sentenza, con la sesta vittoria di fila dell’Inter. Lazio resta al quarto posto, scivolando a -4 dal secondo posto.  Ora nessun impegno infrasettimanale, salvo il recupero di Milan-Genoa della prima giornata, in programma mercoledì 31. Venerdì tocca già al Napoli, in casa con l’Empoli, 24 ore dopo alla Juve, in casa col Cagliari. L’Inter ospita il Genoa, mentre spicca Fiorentina-Roma.

Palomino segna il 2-0 atalantino sul Parma. ANSA/PAOLO MAGNI

Ronaldo scocca il grande tiro che da il successo bianconero ad Empoli

Suso sta per scoccare il tiro che decide Milan-Sampdoria
ANSA / MATTEO BAZZI

Mertens esulta dopo il gol del pareggio alla Roma

La fotografia di Lazio-Inter: Icardi esulta, Lazio a terra.

COPPE EUROPEE – Dopo la terza giornata della fase a gironi, solo la Juve resta in testa nei raggruppamenti: martedì 23 i  bianconeri s’impongono 1-0 in casa del Manchester United con gol di Dybala e restano a punteggio pieno con 5 punti di vantaggio sui Red Devils di Mourinho. Bene anche la Roma, che piega 3-0 all’Olimpico il CSKA Mosca con doppietta di Dzeko e gol di Under e raggiungere la vetta col Real, che però ha lo scontro diretto a favore. Mercoledì 24 l’Inter cade 2-0 a Barcellona con reti di Rafinh e Jordi Alba, ma grazie al pari tra PSV e Tottenham, i nerazzurri sono saldamente al secondo posto, a +5 sulle terze. Bene anche il Napoli, che a Parigi gioca una buona gara, subendo il pari che le fa perdere la testa del girone proprio al 92′ con Di Maria, sogno proibito d’estate. Napoli in vantaggio prima con Insigne, raggiunto da un autogol di Mario Rui, poi con Mertens. In Europa League, giovedì 25 il Mialn subisce il primo ko in casa col Betis che vale il primo posto del girone a scapito degli spagnoli: sul 2-0 segna Cutrone, poi i rossoneri recriminano per un rigore non concesso, ed alla fine restano in 10 per l’espulsione di Castillejo. Ok la Lazio, che vince 3-1 a Marsiglia: con le reti di Wallace, Caicedo e Marusic consolida il secondo posto alle spalle dell’Eintracht, con un +5 sugli stessi francesi.

Dybala a Manchester è l’uomo copertina

Informazioni su diego80 (2331 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: