ULTIM'ORA

Riflessioni di calcio 2018/19 – Tredicesima di serie A

Torna il campionato dopo la sosta per la nazionale, e doveva essere un turno all’apparenza senza grossi problemi, con le prime della classe che ospitavano le piccole. Invece, in questo turno caratterizzato da molti pareggi e da pochi gol (solo 18), il Napoli stecca col Chievo e vola a +8. Il turno si è aperto sabato 24 novembre con i tre anticipi, che ha visto in campo tre squadre impegnate in Champions: alle 15 la Roma perde per 1-0 ad Udine, dimostrando una certa allergia alle gare dopo le soste: decide il sesto gol di De Paul che rilancia la nuova Udinese di Nicola. Alle 18 la capolista piega la Spal per 2-0 grazie a Ronaldo, nono gol in campionato, e Mandzukic, gol numero sei, che consentono alla Juve di vincere la 12ma gara su 13, ed a toccare la quota record di 37 punti. In serata l’Inter supera per 3-0 il Frosinone penultimo, che veniva da 4 risultati utili: decide la doppietta di Keita, ai primi gol con i nerazzurri, ed il gol di Lautaro Martinez, sempre a segno di sabato sera finora. Domenica 25 alle 12,30 c’è il successo del Parma, che nel derby emiliano supera il sassuolo 2-1: a segno Gervinho e Bruno Alves, mentre il sassuolo accorcia con Babacar su rigore. I ducali salgono al sesto posto solitario grazie agli insuccessi delle squadre dietro. il tonfo più clamoroso è dell’Atalanta ad Empoli: gli orobici, reduci da quattro vittorie di fila, perdono 3-2 ad Empoli, dopo che erano riusciti ad andare in vantaggio per 2-0, con reti di Freuler e Hateboer, a seguito di un rigore fallito da Caputo sul cui contropiede è nata l’azione del gol. Poi però La Gumina si è scatenato: l’ex palermitano prima ha segnato il suo primo gol in A, poi ha propiziato l’autogol di Masiello per il pari, mentre su azione di corner, Silvestre ha segnato il gol del sorpasso, che toglie i toscani dalla zona retrocessione. Espulso Ilicic per i nerazzurri. Unica partita pomeridiana con gol, visto il sorprendente 0-0 interno del napoli col Chievo, e quello tra Bologna e Fiorentina: gli emiliani scendono al terz’ultimo posto, mentre per i viola, quarto pari di fila. Alle 18 parità anche tra Lazio e Milan: i rossoneri in emergenza e con Higuain squalificato, passano con Kessie favorito da una deviazione, ma nel recupero Correa acciuffa il pari che lascia i laziali al quarto posto ed il Milan un punto dietro. Alle 20, 30 parità anche nel derby della Lanterna: la Sampdoria passa in vantaggio con Quagliarella, ma poi pareggia il Genoa su rigore di Piatek, di nuovo capocannoniere con 10 gol, che si sblocca dopo 5 turni. Nessun gol nel posticipo di unedì 26 tra Cagliari e torino: i granata, con Mazzarri fuori per riposo precauzionale dopo il malore di sabato, falliscono l’aggancio al sesto posto, prendendo Atalanta e Fiorentina a quota 18. Situazione intricata dal sesto posto in poi, con sei squadre racchiuse in tre punti (Parma 20, Roma e Sassuolo 19, Atalanta, Fiorentina e Torino 18). Nel prossimo weekend il turno 14, con sfide come Fiorentina-Juve, sabato, ed Atalanta-Napoli, lunedì. In settimana le coppe europee, con le sfide della quinta giornata dei gironi: Juve, Inter, Roma e Napoli cercano l’accesso agli ottavi in Champions , così come il Milan in Europa League (Lazio già avanti).

Ronaldo conclude per il vantaggio Juve sulla Spal

Keita, autore di una doppietta, festeggiato dai compagni

Atalantini a testa bassa dopo il ko di Empoli

Napoli stoppato in casa dal Chievo

Una fase di Lazio-Milan

Piatek ritrova il gol nel derby
ANSA/SIMONE ARVEDA

Informazioni su diego80 (2338 Articoli)
Nato a San Giovanni Bianco il 15/9/80,attualmente disoccupato,nutre una buona passione per la musica e il calcio,in particolare per la Juventus
Contatto: WebsiteFacebook

Rispondi

UA-76292238-1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: